Telefilm

Recensione | Friends With Better Lives 1×06 Yummy Mummy

Lettera scritta a cuore aperto all’attrice interprete di Andi
Cara Majandra Delfino,
abbiamo capito che il nome faigo ce l’hai, nonostante la pronuncia oscura e misteriosa, ma dovevano proprio darti il ruolo rompiscatole di mamma all’ottavo livello pregna per sempre?
Io voto basta figliare e si al vinello, dato che la tua best Kate si trova una scena sì e l’altra pure con un bicchiere in mano (no amici, non è coca cola, e neanche tavernello, che ha la gradazione alcoolica del nesquik).
Voglio dire, se voi foste al milionesimo mese di gravidanza, effetto gommone per fare rafting estremo tra le rapide, mettereste mai un vestito mezza coscia del genere?
AACCIo chiamo Enzo e Carla e organizzo una mini serie solo per lei.
AABB
Si vede proprio che le voglio bene, no?
Iniziamo con la roba seria. La roba che scotta e provoca ustioni di 2 grado con escoriazioni superficiali.
Ebbene sì, la serie è stata cancellata dopo la 5a puntata, nonostante prosegua probabilmente fino alla fine della stagione, diciamo che è sbocciata e sfiorita nel giro di poche lune.
Questo mi permette di riallacciarmi ad un tema già discusso da altri collaboratori pelati: sulla base di quali principi della biofisica molecolare applicata a livello macroscopico le reti americane fanno piazza pulite delle loro serie embrionali più promettenti? Tutto questo e molto altro nel prossimo episodio di mistero.
 
Riprendiamo da dove avevamo lasciato. Kate è alle prese con la solita caccia al partner, che sembra promettere bene prima dell’annuncio della presenza di prole femminile.
La nostra bella infatti evita come la peste questo genere di relazioni e abbandona l’appuntamento con una finta sincope. Magistrale.
Essendosi poi pentita della scelta, decide di riaccalappiare il manzo a cena, possibilmente lontano dalla figlia di quest’ultimo, finendo poi per conoscerla inaspettatamente.
Scatta il calcolo dell’età del tipo.
Kate è sulla trentina, Molly, la figlia, ha ventitrè anni. Supponendo che gli incontri con i nonni non siano permessi e che concediamo una mancata gravidanza da teenager, io scommetto sui 43 anni.
Fatto sta che Kate e Molly instaurano subito un rapporto di amicizia spontaneo e genuino, finchè non si intromette Will. 
Il nostro ginecologo infatti uscirà, limonerà e farà grandi progetti con Molly, che sembra avere il corpo di una ventenne ma il cervello di una quindicenne in calore (chi instagramma ancora ogni momento della vita? I selfie posso concederli ma la duckface no!).
Finchè non si viene a conoscenza del piccolo Spencer (si, amanti di PLL, i nomi propri in America sono gender fluid ormai) nato ovviamente da padre ignoto e mamma Molly giovane e nel fiore degli anni! 
Per la rubrica ‘padre all’improvviso dopo un divorzio’: Will.
 image-03 image-04 image-05
Dopo aver lanciato l’ennesimo Mayday mayday i due ‘quasi imparentati’ da finta maternità-in-law si dileguano alla svelta dalla situazione e lasciano entrambi gli spasimanti a bocca asciutta. Disdetta!
Al contempo la povera Andi, da me sopracitata, si trova alle prese con uno pseudo-flirt che provoca l’ennesimo malinteso. Il tipo in questione, freschissimo di separazione da moglie e bimbi, ha l’impellente bisogno di parlarle in privato. Di un’altra. Istruttrice di Yoga e Baby Dance che più che una persona è un fondoschiena, in un paio di leggings push up, che non mi capacito di capire perché si alleni in uno stanzino 1×1,5 m.
Ma va bene.
La storia più esilarante rimane peró quella che coinvolge i tanto sorprendentemente inaspettati filmini sexy privè dei nostri eroi.
Cioè non tutti insieme ragazzi, che cavolo.
 Prima la combriccola si riguarda il filmato da ‘gggiovani’ di Andi e Bob e delle loro mosse,
image-01
Poi dato che Lowell e la cara Jules amano giocare a Twister in camera con la videocamera accesa, Kate si guarda pure il loro.
image-06Non dimentichiamoci delle scene da cellulare dipendente del nostro australiano preferito, che oltre a giocare a qualsiasi livello di Angry Birds Star wars e non, gioisce nel bere una birra fredda. E devo dire che quell’app era fuori moda ai tempi delle mie medie. Ma questa è un’altra storia…
 Fatto sta che il caro Will non ce la fa a tenere la bocca chiusa e alla domanda: ‘Avete visto cosa?’ il suo cervello fa cosìAAWW
Quindi miei cari, come al solito questa serie ci fornisce importanti insegnamenti per la vita: basta filmini vendibili su internet a cifre irrisorie, basta storie con padri in realtà nonni, basta app inutili, specialmente quelle a pagamento.
E basta a facetime che funziona quando gli pare.
Grazie per aver letto la recensione, vi lascio il link del prossimo episodio,
Eleonorax
http://www.youtube.com/watch?v=Cp9fkkWkjP0
 Ringrazio:Diario di una fangirl. |  TelefilmSeries.Com |  Serie Tv, che passione 
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...