Marvel's Agents of SHIELD/Telefilm

Recensione | Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D 1×20 “Nothing Personal”

Buonasera, SHIELDINI ♥
Questa settimana sono qui a scrivervi per il rotto della cuffia, visto che avevo di nuovo chiesto l’aiuto della cara Sim a cui dovrò erigere una statua prima o poi.
Mi è dispiaciuto molto non poter parlare dello scorso episodio che per me è stato molto NO dal punto di vista emotivo, e certo è che il pensiero di non poter parlare neanche di questo mi angosciava parecchio, ma conciliare gli impegni lavorativi con tutto il resto è più difficile di quanto credessi, sigh.
Comunque, alla fine eccoci qua e dato che ormai siamo a ridosso del prossimo episodio mi terrò sul più breve possibile, lo prometto.
Dalla fine dello scorso episodio ci ritroviamo con l’episodio diviso in due, praticamente, almeno per metà puntata: il Team da un lato, Skyeward dall’altro.
Devo dire subito una cosa: apprezzatissimo l’umorismo che non manca mai, neanche nei momenti meno opportuni.
In uno scenario così tragico e alquanto distopico, le battute di Coulson sono sempre le benvenute. La mia scena preferita in merito è l’atterraggio con Lola e il tizio che chiede pure il pagamento, LOL.
Restando sul team, li ritroviamo un po’ dove li avevamo lasciati, con la domanda: ma dov’è finito il pulmino e il resto della squadra?
Contortamente parlando speravo che non lo scoprissero mai, perché non volevo vedere le loro reazioni che mi hanno fatto male al cuore, molto molto male. Tanto quanto quella di Skye, ad essere sincera.
Invece il Team, com’è giusto che sia, si muove subito per scoprire la verità e quando Fitz trova il messaggio di Skye io ero già sull’orlo di una crisi isterica.
Così Fitz scopre che Ward è di Hydra e la povera Simmons trova i resti di Koenig, per puro caso.
Fortuna che Coulson sa mantenere la calma e lascia a Leo il compito di dare di matto e rompere tutto quello che gli capita a tiro. Non che lui non stia urlando dentro, s’intende. Ma almeno riesce a controllarsi per pensare il più lucidamente possibile.
Come se questa scoperta non bastasse, torna di nuovo Nathan Petrelli a rompere i maroni allo SHIELD irrompendo nella base segreta, così detta “Providence”.

 

A far irrompere la squadra nella struttura è Maria Hill, che torna a trovarci direttamente dal film The Avengers *sente le urla di giubilo del fandom* spiegandoci anche un po’ che finaccia ha fatto il suo personaggio. Scopriamo infatti ad inizio episodio che si è votata alle Stark Industries e che quindi lavora per Tony e Pepper *awww*.
Comunque! Non divaghiamo.
Il Team, sempre grazie all’aiuto della Hill, riesce a scappare alle grinfie delle forze di stato e si mette sulle tracce di Skye e Ward per salvare la prima dalle grinfie dell’altro.
Certo che non avrei mai immaginato che la mia ship andasse così tanto alle ortiche, comunque.
Per tutto il tempo in cui questi due erano insieme non riuscivo a pensare a nient’altro che al fatto che Grant potesse farle del male. Ormai ho capito che per seguire gli ordini di Garrett è pronto a tutto, anche ad andare contro i suoi sentimenti personali. Non lo farà volentieri, non lo farà a cuor leggero, ma comunque: LO FA.
Nello scorso episodio a farmi più male di tutta la situazione era stato il fatto che se ci fosse stato tutto il team nella struttura lui non si sarebbe fatto tanti problemi a farli fuori. Era prontissimo a fare fuori la May. Non so perché mi abbia shockata tanto, avrei dovuto saperlo insomma, però lo ha fatto.
Così in questo episodio non ho fatto altro che sentirmi nauseata da Grant. Mi sentivo come Skye: tradita, presa in giro, disgustata, arrabbiata. Tutto il pacchetto completo.
Ed è stato quando mi sono resa conto che avrei voluto menarlo pesantemente che sono passata del tutto dalla parte di Skye, tanto da esultare mentre lei gli sputava tutto il suo odio in faccia.
Tanti applausi a Chloe, comunque, per la grandissima capacità d’espressione facciale: davvero perfetta.

 
 
 

Mi ero immaginata che non sarebbe stato tanto facile per Skye sfuggire a Grant, certo non mi aspettavo che intervenisse Mike in quel modo, rischiando pure di fare un incidente di proporzioni cosmiche.
Quando è entrato in gioco Deathlok ho capito che le cose stavano andando decisamente di male in peggio.
A stupirmi in questa parte di puntata non è stato tanto quello che è successo, ma il fatto che anche io come Skye non volessi Ward morto. Anzi, pregavo che sopravvivesse.
Non per questioni di storia o perché sia un personaggio ottimamente costruito -e lo è- ma perché nonostante tutto mi sono affezionata a questo personaggio e questo affetto mi fa sperare ancora in una sua redenzione.
Per questo sto aspettando con ansia il prossimo episodio, ormai vicinissimo, per capire un po’ più la storia di Grant. Sì, infatti il prossimo episodio verterà molto sul passato di Ward e magari capiremo anche cosa e quanto deve a Garrett e magari anche perché è pronto a qualunque cosa per lui. Come dice anche Leo “le persone non nascono cattive”, questo significa anche che si può tornare indietro forse.
Sarò un’inguaribile romantica, ma spero che sia proprio Skye quella che riuscirà a convincere Grant a tornare indietro, a tornare quel ragazzo col passato un po’ burrascoso ma comunque dal cuore tenero. Insomma: io rivoglio il Ward che ho conosciuto per metà stagione, o almeno una parvenza di quel ragazzo buono di cui tutti potevano fidarsi.
Nel frattempo il Team è riuscito a rintracciare il gruppo, di nuovo in moto sul pulmino e sempre più vicini ai dati contenuti nella chiavetta, ed è Phil l’unico ad entrare in azione e a trarre in salvo Skye per il rotto della cuffia.

 
 
 

Fitzsimmons sono l’unica gioia di quest’episodio. Perché ci sono sempre l’uno per l’altra, perché Leo è la tenerezza fatta a persona e perché la mano di Jemma sulla sua gamba, che tenta di tirarlo su, è l’amore.
WHEDON, ALMENO UNA SHIP FAMMELA AVVERA PERO’ TI PREGO.
Insomma, tutto si sta mettendo in moto per quello che sono sicura sarà un gran bel finale di stagione, ragion per cui pretenderò una seconda stagione altroché.
Mi chiedo se scopriremo in questi ultimi episodi cos’è Skye e perché è un 0-8-4. Intanto Whedon ci da qualche risposta lungo il percorso e decide di svelarci chi c’è dietro il progetto T.A.H.I.T.I. tramite l’intervento provvidenziale della May che è finalmente tornata all’ovile.
Non so voi, ma io questa proprio non me l’aspettavo! Coulson. CIOÈ. Lui.
Ma, sono io, o gli occhi di Coulson in quel video dicevano più delle sue parole? Io in quegli occhi c’ho visto lo stesso orrore che abbiamo visto quando ha scoperto come era ancora vivo, quando ha scoperto da dove proveniva il medicinale. C’ho visto l’angoscia di quello che stava facendo, pur sapendo che fosse sbagliato.
Forse in questo Phil e Ward potrebbero capirsi. Grant sa sicuramente che quello che fa è sbagliato, a Skye dice di non essere un buon uomo e non lo direbbe se credesse fermamente nella causa di Garrett, ma lo fa per lealtà. Ed è la stessa situazione di Phil, che fa quello che fa per lealtà nei confronti di Fury.
Di sicuro, questa scoperta ha shockato molto Phil, soprattutto quando ha sentito la parte sul “modificare la memoria”, che sembrerebbe essere stata addirittura una sua idea.
Ci pensate? La persona che stava rincorrendo per tutto questo tempo era se stesso. Io, fossi in lui, perderei la testa, in tutta onestà.
Ma la cosa che più mi affligge è quella lista infinita di contro rispetto al progetto T.A.H.I.T.I. che ci è stata ripetuta in più di un’occasione. Ho il terrore che qualcuno di questi effetti lo vedremo prima o poi su Phil o su Skye e non penso che potrei sopportarlo, in tutta onestà.
Ma queste sono solo speculazioni, nel frattempo non ci resta che attendere e mangiarci le unghie con il promo del prossimo episodio!

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=izWizClDv3I%5D

Ringraziamo:  Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Marvel’s Agents of Shield Italia | Telefilm. Un amore incondizionato | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Serie Tv e film time | Brett Dalton Italia | Film e telefilm ossessione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...