Libri

Recensione | Il castello errante di Howl – di Diana Wynne Jones

Nel paese di Ingary, dove realmente esistono cose come stivali delle sette leghe e mantelli che rendono invisibili, essere il primogenito di tre fratelli è considerata una sfortuna piuttosto grossa. Colui che nasce per primo, infatti, è anche quello destinato a sbagliare per primo; e sarà ancora peggio se sarà l’ultimo ad andarsene di casa in cerca di fortuna…

Nome: Il castello errante di Howl

Autore: Diana Wynne Jones

Genere: Fantasy, Middle Grade

Pubblicazione: 1986

Trama:

Sophie è la prima di tre figlie, sa quindi di non essere destinata a grandi avventure, che spettano alle sorelle più giovani. Quando una maledizione la trasforma in una vecchietta, costringendola a fuggire di casa per non essere vista ridotta così, è ovvio che non potrà venirne fuori niente di buono, soprattutto perché andrà a rifugiarsi nel castello del terribile mago Howl, note per divorare i cuori di povere fanciulle.

Recensione:

Ho comprato questo romanzo durante il Lucca Comics del 2011 e, grazie alla mia lista di lettura molto breve, il suo momento è arrivato solo adesso. Ciao, sono Ylenia e ho un problema di acquisto compulsivo di libri.

Ma veniamo a noi. Quanto è carino Calcifer? Lo amavo già nel film ma adesso lo voglio nel camino di casa mia. Quello che farò costruire apposta, intendo. Tutti i personaggi di questo libro sono fantastici, buoni e cattivi, e quando li si riunisce tutti insieme fanno una tale confusione che sbagliare il colore della tiintura per capelli è la cosa meno grave che può succedere.

Spero che la tua pancetta si bruci!

 

Sophie è un amore come adorabile vecchietta che cerca di impicciarsi in tutto e i tentativi di Howl di tenerla occupata per farla stare buona o di accontentarla “per farla smettere di lamentarsi” (non ci crede nessuno, Howl) sono tenerissimi.

La trama del romanzo è in buona parte diversa da quella del film, più lunga e intricata. L’ho apprezzato, perché così ho potuto avere un bel po’ di sorprese e leggere con la tranquillità di non essermi spoilerata tutto il finale.

L’ambientazione è molto bella e la si gode appieno grazie alle descrizioni molto ben fatte, che consentono di farsi un’immagine mentale di ogni cosa.

Howl, drama queen

In generale l’autrice scrive benissimo e si viene totalmente trasportati dentro le pagine, coinvolti nella storia quanto gli stessi protagonisti. Lo stile è scorrevole ma non banale e il romanzo si legge tutto d’un fiato, col desiderio, una volta finito, di tornare indietro per rileggere le parti più belle.

Sophie è una pessima donzella in difficoltà

I momenti più umoristici e divertenti sono riuscitissimi, anzi, devo dire che tutto il libro si legge col sorriso sulle labbra quando non direttamente ridendo, grazie soprattutto all’ironia della Jones che non permette mai ai suoi personaggi di prendersi troppo sul serio.

 

Se avete visto il film: leggete il libro, non vi deluderà!

Se non avete visto il film: leggete il libro. E vedete il film. Farete del bene a voi stessi (e poi, la colonna sonora del film è stupenda. Io l’ho ascoltata mentre leggevo).

Abbiamo dovuto fronteggiare provvedimenti legali, fidanzati armati di spada, mamme armate di ferri da calza e padri e zii armati di randelli. E zie. Le zie sono terribili, ti inseguono con gli spilloni da cappelli.

 

In ogni caso: shippate Howl e Sophie, perché i loro goffi tentativi di non essere attratti l’uno dall’altra sono la cosa più tenera EVER.

Annunci

One thought on “Recensione | Il castello errante di Howl – di Diana Wynne Jones

  1. Pingback: Aria di Libri | #27 “Il Castello Errante di Howl” – Diana Wynne Jones | parolepelate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...