Salem/Telefilm

Recensione | Salem 1×01 Pilot “The Vow”

21 Settembre 1685, Salem.

Si apre così il pilot di una serie che sembra promettere bene. Sono solitamente un po’ restia a guardare show di questo tipo. Non perchè non mi piaccia la storia, ma perchè sono facilmente impressionabile e tutto ciò che ha a che fare con streghe inquietanti che non sono della portata di Bonnie Bennet, se possiamo definirla strega, mi mettono suggestione. Ma quando ho visto il promo, mandato mesi fa, me ne sono innamorata, per svariati motivi: finalmente si parlava di streghe in tutti i sensi, quindi non streghe alla Supernatural, alla OUAT, alla The Vampire Diaries, o alla Streghe. Si parlava di storia vera e propria e non di cavolate campate all’aria. Si parlava di Seth Gabel e Shane West. Inutile dirvi che questi due bei fanciulli hanno aiutato la mia voglia di iniziare questo show.

Faccio una piccola premessa, onde evitare di imbattermi in qualcuno che ne sa più di me, e che mi vuole bacchettare. Per quanto mi piaccia la storia, non sono una fanatica che wikipedia ogni cosa; non ancora. Magari più avanti nelle puntate lo diventerò, ma per il momento mi attengo a quelle poche cose che so di mio e a quello che vedo. Altra premessa. Chi di voi già legge le mie recensioni su altri show sa che sono parecchio ironica e parecchio logorroica, in quanto non troverete mai mie recensioni di quattro righe scarse. Per la prima questione, per quanto lo show sia piuttosto serio, è più forte di me, almeno due battute le devo fare; facciamocela una risata. Per la seconda questione invece, non posso proprio farci nulla: ho bisogno di parlare, di esprimermi, di raccontare e lo show non aiuta con i suoi 53 minuti di durata. Ed infine abbiate pietà di me. L’ansia da pilot c’è sempre, questa volta ancora di più perchè lo show era piuttosto atteso (?) e SONO IN ANSIA! Premesso tutto questo, possiamo partire.

Le scene si aprono nella piazza della cittadina, dove vengono istituite gogne come fossero caramelle.
Il riccone della città, George Sibley, manda chiunque alla gogna, per qualunque cosa, anche frastullarsi pensando ad una donna, sorte che è capitata al povero Isaac, marchiato a fuoco come Fornicatore, così che tutti lo possano sempre riconoscere. Ad assistere c’è tutta la cittadina,
compresi John Alden, baldo Shane West capelluto, e Mary, giovane donna che ha rapito il cuore di Alden. Quest’ultimo è prossimo a partire per la guerra inconsapevole che la sua amata porta in grembo loro figlio, il quale sta per fare una brutta fine. La stessa notte in cui John è partito per la guerra, Mary insieme alla sua amica Tituba, vanno per la foresta iniziando un rituale che, teoricamente sarebbe un aborto, praticamente era una sequenza di macabre scene che hanno cambiato decisamente il corso delle cose.

Passano sette anni, e troviamo la situazione decisamente cambiata. Salem è pervasa dal terrore delle Streghe e il reverendo della città, Cotton Mather, ergo un Seth Gabel barbuto e fantasticherrimo, predica la caccia alla streghe, tenendo comizi in chiesa, facendo costruire gogne per tutti coloro che si pensano stregoni o praticanti di stregoneria, ed impiccando povere donne credute il male, alle porte della città. Gli scenari raccapriccianti non sono finiti per John, che è tornato vivo e vegeto, occhiaie a parte, dalla guerra. Pochi lo ricordano, ma tra i tali c’è un vecchio amico del padre, il signor Corey ed Isaac il Fornicatore, ora conosciuto come Nathaniel e come facchino della signora Sibley, donna più ricca e potente della cittadina. Forse è il caso di dire la seconda signora Sibley in quanto quella originale è morta qualche anno prima. A prendere il suo posto è stata Mary, l’amata di John, che nasconde non pochi segreti.

Primo tra tutti, anche se più che un segreto è una mezza verità agli occhi di tutti, è il marito, il George Sibley di sette anni prima, in uno stato animale vegetale costretto su una carrozzina. La donna più che da moglie gli fa da badante, e non di certo per amore. Qualche scena più in la, oltre a scoprire che Mary è sostanzialmente la strega più potente che ci sia in tutta Salem, scopriamo che il marito, se così possiamo definirlo se lo tiene principalmente per due scopi: vendicarsi e dare rifugio al suo rospo. Vendicarsi nei suoi confronti in quanto lui l’ha privata di tutto ciò che lei amava. Come? In che modo? Sapeva del figlio di Alden al tempo e l’ha ricattata? Spiegateci, perchè la storia a mio parere è molto interessante, e sono curiosa di sapere cos’è successo nei sette anni d’assenza di John. Dare rifugio al suo rospo perchè, due colpetti sullo stomaco e fanno fuoriuscire dalla bocca dell’uomo un rospo che Mary coccola e nutre, da una coscia, come fosse un figlio, per poi ributtarlo giù per l’esofago del marito.

Dopo aver rivisto, quasi incredula, il suo amore perduto, Mary decide di invitarlo ad una cena per pochi eletti a casa sua, dove Sibley cerca di farfugliare qualcosa riuscendo solamente a sbavare per via dell’animale giù per l’esofago. Alden non è di certo uno che perde le speranze facilmente e vomita tutti i suoi sentimenti per Mary, inconsapevole anche questa volta, di chi sia in realtà la sua amata. Inconsapevole questa volta, ma un po’ per scelta. E’ infatti piuttosto scettico nel credere alle Streghe o quanto meno a Mather e alla sua caccia, visto che si basa solamente su ciò che ha letto nei libri. Anche quando il reverendo lo recluta insieme ad altri due baldi giovani, per esorcizzare una ragazza, lui pensa che sia solamente una mentecatta. Mio caro John, le apparenze ingannano. Non appena tutti escono dalla stanza, la ragazza inizia a ringhiare e dall’angolo in penombra – poi ditemi che non devo essere suggestionata dagli angoli in penombra – salta fuori quella che dovrebbe essere la strega che la controlla e che la tortura. Il suo corpo è infatti ricoperto di ferite, alcune impossibili da auto infliggersi.

Dopo il beverone del reverendo, dalle dubbie proprietà e dopo alcune inutili preghiere, la situazione è sempre la stessa e si cerca un punto in cui la ragazza potrebbe nutrire un demone, che solitamente assume forme animali, come appunto il rospo di Mary. La ricerca del punto x si perde quando il reverendo viene colto da un improvviso desiderio e ciao, ce lo perdiamo nel bordello dietro l’angolo, insieme a Gloriana, sgamato in pieno da Alden, al quale cerca di campare la scusa dell’aiutare le povere anime perse. Dettagli a parte, sfogato il desiderio il reverendo torna a far visita alla ragazza, la quale, pur volendo dire il nome della strega, non ci riesce.

Posseduta del tutto – credetemi la bambina dell’esorcista avrebbe esclamato ‘Sti cazzi’ per il salto felino che ha fatto fino al soffitto – Cotton decide di portarla per la città come un cane al guinzaglio, con tanto di museruola, per mostrare a tutti cosa sono in grado di fare queste Streghe, oltre che per farsi indicare chi è che la controlla. Quando la ragazza si ritrova davanti a Mary, con un quasi impercettibile cenno della testa questa la indirizza verso il Signor Corey, il quale la sera prima era giusto appunto andato da Mary a farle sapere che quando lei aveva sepolto il figlio di John Alden, lui era presente. E’ giusto che John lo sappia e se non era intenzionata a dirglielo lei, l’avrebbe fatto lui. Il signor Corey viene portato alla gogna e torturato e Cotton, su suggerimento di Mary, cerca di farlo parlare, ma lui ne smentisce ne conferma e viene così ucciso, lasciando tutti nel dubbio. Non proprio. Diciamo che se erano convinti di una cosa quella era, e non cambiavano idea finchè non ci sbattevano contro. Ma questo non solo in quei tempi; succede ancora adesso.

L’unico ancora non convinto delle Streghe è sempre John che viene portato da Isaac!Nathaniel per i boschi. Quest’ultimo è intenzionato a fargli capire che non sono tutte stronzate quelle che dicono; il terrore delle Streghe è vero. Ed assistono infatti ad un rituale un po’ inquietante del quale non ci ho capito gran che, se non che era controllato da Mary e Tituba, in casa. Nella boscaglia erano presenti dei mezzi animali e dei corpi sorti da melma nera. Okay, lo ammetto, sto vaneggiando come in un’interrogazione. Non ho capito un tubo. Ma il succo della questione al quale volevo arrivare è che per colpa di Nathaniel!Isaac che si è messo ad urlare, il rituale viene interrotto. Mary e Tituba non sanno chi sia stato ad interromperlo, ne tanto meno chi era presente nei boschi, vale a dire il Giudice Hale. Sostanzialmente sto povero cristo di Cotton che predica a tutti la caccia alle Streghe si è ritrovato a cenare insieme a tutti loro. Per quanto riguarda invece John, quanto ci metterà a capire che la sua Mary è la principale esponente delle Streghe? E quanto ci metterà lei a capire che è stato lui, insieme al suo facchino, ad interrompere il rituale?  Penso poco, molto poco, visto gli sguardi finali che ci sono stati tra i due.

A grandi linee questo è stato ciò che ci hanno mostrato nell’episodio pilota. Come ho già detto, sembra promettere bene. Le basi ci sono tutte per una serie di successo, cast compreso. A fine pilot ho già una valanga di domande, ma sono consapevole che non si possa spiegare tutto in un sol episodio, altrimenti non sarebbe una serie. Spero venga ampliata la storia delle Streghe; come sono in realtà e cosa fanno. E spero venga spiegata meglio la storia di Mary, che al momento, mi piace tantissimo. Certo, è presto ancora per giudicare i personaggi, e solitamente, chi adoro sin da subito, si rivela poi starmi sulle cosiddette.

Fiduciosa che ci vengano spiegati meglio gli avvenimenti di questi sette anni che sono passati da una scena all’altra, vi lascio con il promo della prossima settimana.

RINGRAZIO:  TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | • Telefilm Dependence • | Serie Tv e film time | Serie Tv, che passione  | Film e telefilm ossessione. | Serial Lovers – Telefilm Page | Tv shows, my alternative reality. | My fangirl level it’s over nine thousand | SALEM Italy | Salem Serie Tv Ita | Diretta Telefilm |  Salem Italian Fans

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...