Once Upon a Time/Telefilm

Recensione | Once Upon A Time 3×17 “The Jolly Roger”

The Jolly Roger. Con un titolo del genere non poteva che non essere una puntata meravigliosa; una puntata in cui i miei ormoni hanno fatto il trenino di capodanno; una puntata in cui non sono mancate le risate, le emozioni, i sentimenti; una puntata non si sono fatti notevoli passi avanti, ma che ha saputo impegnare i quaranta minuti alla perfezione. Quindi poche ciance e all’arembaggio ciurma.

Parto con un off topic: gli Azzurri reali, ergo Ginnifer e Josh, si sono sposati. Congratulazioni a loro e che si possano strozzare coloro che non distinguono personaggi dello show dagli attori. Ho letto di tutto in giro e pensare che certa gente nel 2014 abbia ancora un’ignoranza tale, mi fa veramente schifo. 

Detto questo possiamo passare alla puntata e ancor prima di andarla a commentare devo vomitarvi addosso il mio odio nei confronti di Verdina. E’ seriamente insopportabile tanto quanto la sua faccia con la paresi schifata. E’ un’orticaria vivente. Una medusa è più piacevole, per rendere l’idea. Detto questo, a pochi episodi ormai dal finale di stagione ancora non abbiamo capito cosa sia successo in quell’anno dimenticato da tutti tranne che da Hook. Ci propinano ogni volta ricordi random che facciamo fatica ad assemblare uno con l’altro, ma mai niente di concreto. E a proposito del Pirata, credo che lui sia uno dei pezzi mancanti più importanti. Avete presente i puzzle? Quando non trovate un pezzetto che vi serve per completare quanto meno la cornice? Ecco, proprio quello.

Dai suoi ricordi ci viene mostrato un Pirata senza nave, ma con la ciurma, che gioca a Robin Hood nella Foresta, per poi andarsi a bere ciò che hanno guadagnato. Che fine ha fatto la Jolly Roger dopo la Maledizione lanciata da Pan? Ad aiutare Hook a scoprirlo arriva Ariel, con annesse gambe per viaggiare sulla terraferma, che è alla ricerca del suo Principe Eric. Qualcuno l’ha rapito, ed un uomo le ha raccontato che a rapirlo è stato il Capitano della Jolly Roger. A tal proposito Hook diventa molto interessato alla conversazione, non perchè lei sia bella – abbiamo visto come nonostante sia nella Foresta Incantata lui pensi a Swan; my feelings – ma perchè vuole sapere chi è costui che le ha rubato il suo primo grande amore, la sua nave. BARBANERA.

Nove mesi più in la, tornando nei giorni nostri, Charming ed Emma cercano di montare un lettino assemblato peggio di quelli dell’Ikea, Regina lancia incantesimi di protezione sulla casa di coloro che fino a non molto tempo fa avrebbe stritolato con le stesse mani con cui ora li difende e Snow, oltre a lievitare a vista d’occhio come l’impasto della pizza, è anche l’unica a far presente che forse dovrebbero pensare alla prossima mossa, e non star lì a contarsela. Emma propone un attacco diretto, ma Regina le ricorda di come tutti sono finiti con il lato B per terra dopo lo scontro della settimana scorsa e tutto ciò scaturisce in Emma la voglia irrefrenabile di imparare a controllare la sua magia, che una volta unita a quella di Regina potrebbe avere effetti devastanti anche su Verdina.

Finalmente si è decisa ad usarla e ad accettare la sua provenienza e NO! Lei è la Salvatrice quindi salverà tutti, ma poi ognuno per la sua strada. La faccia di Hook ha detto tutto. Mi chiedo come abbia potuto trattenersi dal tirarle una testata. Quando capirà che quella è la sua vita e non a New York, controllata da una scimmia volante, con finti ricordi? Anche Henry senza ricordi capirebbe che è quella la strada che devono prendere. No, forse sto esagerando. Ma a proposito di moccioso, lui pensa che Snow e Charming, tali nonni, non siano molto divertenti. Passano la loro giornata a parlare di bambini, pannolini e gravidanza e diciamo che per un moccioso come Henry non è il massimo, così Emma lo rifila un’altra volta a Hook, che non perde occasione per provarci spudoratamente. Go Captain, go.

Mentre i Charming passeggiano sulla spiaggia, deprimendosi in quanto il nipote li abbia definiti noiosi e cercando di capire come possano essere divertenti ai suoi occhi, Ariel si spiaggia a pochi metri da loro. Tanto per cambiare non ricorda niente dell’ultimo anno e tanto per cambiare è alla ricerca del Principe Eric. Non ha idea di che fine abbia fatto ed è talmente persa nei suoi pensieri che non si rende nemmeno conto che la sua carissima amica è lievitata di almeno cinque taglie. E’ un caso? Gli Azzurri, che devo ammetterlo, mi stanno piacendo, hanno l’irrefrenabile voglia di aiutare il mondo, e si offrono volontari per portarla da Hook, l’unico ad avere i ricordi intatti, per saperne di più sul Principe scomparso.

Quando Hook la vede, gli prende un coccolone. Nove mesi prima lui le aveva fatto una promessa: l’avrebbe aiutata a ritrovare il suo amore e lei lo avrebbe aiutato a ritrovare la Jolly Roger. Dopo una piccola escursione tra la Foresta, la Jolly Roger appare ai loro occhi e una volta saliti, ha il via un duello con Barbanera, per la serie sfida tra manzi. Ha la meglio Hook, che se ne sbatte alla grande della promessa fatta ad Ariel e lascia in pasto agli squali Barbanera – seriously? Un uomo del genere me lo fate comparire cinque minuti scarsi? – dando così per spacciato anche il povero Eric, visto che l’unico a sapere dove fosse era proprio Barbanera.

Tornando a Storybrooke, Hook ed Ariel vanno al negozio di Gold per cercare qualcosa che appartenga al Principe, per poterlo localizzare. Hook trova il suo mantello, e Belle sparge localizzazione manco fosse Bonnie Bennett. Subito il mantello prende vita, e li porta dritti fino al mare, dove ci finisce dentro e scompare negli abissi. Ariel è disperata, ma almeno smette di cercare qualcuno che a questo punto è introvabile. Hook, preso dai rimorsi le corre dietro per rivelare la vera storia, ma a rivelarsi è quella che tutti noi pensavamo fosse la Sirenetta. In realtà è Verdina, trasformatasi per l’occasione. Ciò che le serviva era far vomitare tutti i sentimenti che Hook prova nei confronti di Emma, così da lanciargli una particolare Maledizione: la prossima volta che i due si baciano, il bacio priverà la Salvatrice dai suoi poteri, e così Verdina sarà in grado di ucciderla. E la vera Ariel? Ha avuto il suo lieto fine, per la gioia di Snow, trovando finalmente Eric, sull’Isola dell’Impiccato, che non è stata presa dalla Maledizione, ed ora vivono felici e contenti.

Detto sinceramente è forse la maledizione più inutile che abbia mai visto. Basta che Hook freni i suoi ormoni e il gioco è fatto. E di fatti Verdina deve passare a minacciare coloro che la circondano per far capire ad Hook che fa sul serio. Ma ho pensato, figuriamoci se Hook non corre dagli altri a raccontar tutto, e trovano sicuramente una soluzione. Nope. Il Pirata porta i saluti della fantomatica Ariel a Snow e destando non pochi sospetti in Emma, se ne va, lasciando la famigliola allargata a cena da Granny.

COMMENTI RANDOM
– Non mi sono soffermata sulla magia di Emma, ma vorrei comunque spenderci due parole: GRANDI COSE, per citare sempre il mio amato Harry Potter. Abbiamo visto già tempo indietro che è capace di fare cose eccezionali; penso che con un po’ di pratica ed un’insegnante come Regina, possa diventare una tra le persone più potenti. Se solo accettasse la sua natura e non frignasse ogni volta.

– Ribadisco il fatto che Hook, per me, è un elemento chiave nel capire cosa sia successo in quell’anno dimenticato da tutti. Perchè non vuole condividere con nessuno ciò che sa? Ha forse collaborato con Verdina, come al tempo con Cora? “Io sono un Pirata e lo sarò sempre.” per citare una sua frase, che può significare molto.
– Non ho considerato il momento esilarante della puntata: Charming che pur di essere divertente per il nipote, lo fa guidare per le strade di Storybrooke, tirando giù fortunatamente solo una cassetta delle lettere.

Vi lascio con il promo della prossima puntata! Fatemi sapere la vostra, come sempre.

RINGRAZIO: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione  | • Telefilm Dependence • | Serial Lovers – Telefilm Page | Team Hookers | Once Upon A Time ϟ | • Snow Falls in Storybrooke • | Lana Parrilla Italia | Regina Mills / The Evil Queen Italia | You still have it,my chipped cup ~ Rumbelle. | » Oh my Storybrooke. | ~вєllє & яυмρєlѕтιlтѕкιи ~ α ¢нιρρє∂ ¢υρ | Jennifer Morrison Italia | A future without you,is a future without sense ღ | Fandoms Community | Telefilm Addicted ϟ | Telefilm Revelations | ∞ Telefilm addicted |Telefilm. Un amore incondizionato | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | • Ginnifer Goodwin Italia • | Serie Tv e film time | My fangirl level it’s over nine thousand | SwanQueen is unintentionally fucking on. | Tv shows, my alternative reality. | Film e telefilm ossessione. | Captain Swan Italian Fans Page. | Le donne di Once Upon A Time. | Fαlling in love with telefilm. | Serie Tv Mania | Colin O’Donoghue Italia. | Emilie de Ravin Italia | Once Upon A Time | Diretta Telefilm

3 thoughts on “Recensione | Once Upon A Time 3×17 “The Jolly Roger”

    • No cioè, se mi “uccidono” così il personaggio di Hook potrei seriamente finire in riabilitazione! ç_ç

      Comunque Verdina l’ho presa da Regina proprio! AHAHA, il mio soprannome sarebbe stato paresi facciale!Giuro, non la reggo proprio quella faccia! xD

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...