Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 10×18 “You Be Illin”

Per la recensione di questo episodio ho avuto l’imbarazzo della scelta per la scelta dell’immagine da mettere in evidenza: innanzitutto perchè volevo una foto che mettesse in risalto il tema dell’influenza e poi perchè avevo bisogno di una foto che potesse essere anche divertente.

Scartate le immagini dei batteri viste ad inizio puntata e quelle dei pazienti raffreddati al pronto soccorso, ho optato per una foto tratta da una delle scene più simpatiche dell’episodio che vedeva Derek con la tuta da quarantena in sala operatoria con la Bailey e il suo sguardo super esilarante.

Purtroppo potrei dire che anche tutto l’episodio si può considerare esilarante ma mi duole dirlo, lo è con accezione negativa.

Non sapete quanto vorrei parlarne bene ma sfortunatamente è più forte di me e spero che condividiate il mio punto di vista perchè non credo di essere irragionevole quando dico che è stato “brutto” come episodio.

A differenza del sedicesimo episodio che era senza infamia e senza lode e il diciassettesimo che era pieno di momenti emozionanti, questo non è riuscito ad entusiasmarmi affatto e mi ha particolarmente tediato perchè ho notato come la storia si trascinasse senza un perchè, come a dire “vabbè facciamo un episodio sull’influenza che gira, facciamo ammalare qualche dottore protagonista e poi facciamo un promo che fa allarmare i fan e fa venire loro la voglia di guardare cosa succederà nell’episodio e andarsi pure a vaccinare!”.

Il problema è che se questo fantomatico promo preannunciava morti e feriti, la terribile verità è che l’unico morto ero io ed ero morto di noia.

Sia chiaro che io ripongo ancora speranze nei confronti di questo show perchè sono sicuro che potrà inventarsi ancora qualcosa ma nonostante ciò sono anche piuttosto convinto che sarebbe meglio concludere l’anno prossimo al top (si fa per dire, se continuiamo così rimarranno in tre a vedersi i prossimi episodi), invece di proseguire con delle storie scoccianti che potrebbero solamente ledere al telefilm.

Ma torniamo a quest’episodio e concentriamoci sul fatto che dopo ben dieci stagioni il vaiolo una terribile ondata di raffreddore è giunta al Grey Sloan Memorial (credo che non riuscirò mai ad abituarmi a questo nome) e ha fatto più danni dell’uomo con la bomba nel petto della seconda stagione.

The average person touches their face about 18 times every waking hour. That leaves your susceptible to infection about 100 times a day. Infection has a nasty habit of taking advantage of our every day behaviors. It spreads by touching doors, desks, elevator buttons, pens, sharing cups, even money. All we can do is try our best to prevent it from spreading, because once it’s out there, the infection usually wins.

Partiamo dalla scena iniziale e ci accorgiamo già del potenziale sprecato: se da un lato la narrazione ci regala una giusta considerazione su come sia facile ammalarsi con tutte le cose che tocchiamo, dall’altro la regia indugia troppo sui particolari e concentra tutta l’attenzione sullo spostamento dei microbi, distraendoci in questo modo da cosa stanno dicendo Arizona ed Alex.
Non mi metto a criticare la scena di April e Jackson nell’ascensore solo perchè posso condonargli il fatto che sono sposati e ci può stare che si toccano e si sfiorano, anche se, la butto lì, il tutto era un po’ esagerato poichè era chiaro che stavano sottolineando, scusate l’immagine poco poetica, lo “scambio di germi”.

Non voglio essere pedante ma spesso sono queste le minuziosità che possono rendere meno piacevole la visione di un episodio e far così pendere l’ago verso un giudizio negativo.

Per fortuna l’episodio ci dona anche una scena simpatica come quella finale tra Arizona e Callie che sono sempre più tenere e dolci:

Un’altra cosa che salverei da questo semi-disastro di episodio è l’accoppiata Callie-Jo, che sia sulla carta sia sullo schermo appare mooooolto vincente, visti i loro caratteri molto simili e spero che gli autori sapranno avvicinare le due e creare per loro un bel rapporto mentore-studente, cercando di non fare la copia carbone del duo Derek-Shane.

E come non si può amarle con scambi del genere? xD

Per il resto l’episodio viaggia sulle “rotaie della noia”, un luogo magico dove gli autori tendono a gettare i personaggi quando non sanno che fare di loro.

Gif del “Lancio dei personaggi”, pratica comune degli autori che decidono di scrivere storylines alla cazzo di cane (cit. Renè Ferretti), buttando i personaggi verso un futuro incerto fatto di plot twist improbabili.

Partiamo da Alex, alle prese con l’offerta di lavoro del Dr. Butthole Lebackes (il cui unico pregio è avere una sfilza di soprannomi con cui prenderlo per il culo, ah ah ah, chi l’ha capita?), che sinceramente non mi aspettavo arrivasse in maniera così inaspettata e anticlimatica.
Avrei sperato piuttosto che ci avessero fatto conoscere meglio questo dottore per poi arrivare al momento in cui i due avrebbero potuto parlare di lavorare assieme così da rendere la scelta un po’ più ardua.
E invece sento che è stato tutto fatto con estrema velocità senza darci nemmeno il tempo di rendercene conto.

Almeno però abbiamo scoperto che “Ollie” ha un buon gusto in fatto di scelte musicali (nonostante la scena fosse un po’ assurda e fuori contesto):

Al limite tra la bocciatura e la promozione, la storyline di Derek e Meredith era piuttosto banale ma s’è salvata per la scena finale quando Mer rivela al marito di essersi presa la sua rivincita e di aver fatto il discorso che avrebbe dovuto fare il marito se non fosse svenuto.
Mi piace quando questi due hanno scene tenere ma vorrei vedere qualcosa di nuovo e più interessante, non le solite beghe che hanno per protagonisti i loro caratteri da persone testardi quali loro sono.

Un altro personaggio che avrei incasato con la testa nel muro per il suo atteggiamento è Jackson, che in quest’episodio ha dimostrato di essere un bambino con le fattezze di un adulto e le uniche cose per cui verrà ricordato saranno i rumori provocati dai suoi movimenti intestinali.
All’inizio non volevo nemmeno includere una sua gif e poi ho visto queste e volevo condividere per voi:

Sul caso clinico di Cristina non oso pronunciarmi perchè non ci ho capito nulla ma credo che sarà una storyline che si dipanerà per diversi episodi, come del resto quella del paziente nella bolla.

Pretty accurate.

Proprio questa storyline medica ha il pregio di essere ispirata da una patologia reale, il deficit dell’enzima adenosina deaminasi, e quindi potrebbe anche fare della prevenzione nei riguardi di una malattia sconosciuta e terribile come quella che sta vivendo il giovane paziente.

Infine, il mio buon senso mi dice che dovrei parlare anche delle storylines di Leah, Shane e Stephanie ma sinceramente sono state uno strazio da guardare e sono state battute solo dalla orrida, terribile, idiota, stupida (e chi ne ha più ne metta) scena finale di Webber, che non voglio nemmeno commentare perchè sarebbe un insulto a me e a voi che leggete questa recensione.

Pretty accurate/2.

Come ho ripetuto e stra-ripetuto, l’episodio non m’è piaciuto, soprattutto perchè il potenziale c’era ma non è stato sfruttato a dovere, lasciando l’amaro in bocca per l’occasione persa.

VOTO DELL’EPISODIO: 5 (con la speranza che il prossimo possa riscattare la debacle di questa settimana)

Ecco a voi il promo della prossima puntata!

Vi ringrazio per avermi letto e vi auguro una buona giornata!

Ringraziamo: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | • Telefilm Dependence • | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serial Lovers – Telefilm Page | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Fandoms Community | Telefilm. Un amore incondizionato | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy |Grey’s Anatomy Soundtrack | Serie Tv e film time | Tv shows, my alternative reality. | Film e telefilm ossessione. | **Noi amiamo Grey’s anatomy** | Grey’s Anatomy Una Passione , Una Lezione Di Vita |All you need is Telefilm • | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | Noi, fan di Grey’s Anatomy_ | Sara Ramirez Italia | Grey’s Anatomy – Italia |*Grey’s is Life, Grey’s is Everything* | Grey’s Anatomy__ | Meredith & Cristina: “Il tuo cuore vive nella tua vagina” |Associazione Malati di Grey’s Anatomy

2 thoughts on “Recensione | Grey’s Anatomy 10×18 “You Be Illin”

  1. Ottima recensione complimenti, episodio noioso e scontato, per quanto mi riguarda , come sempre i momenti migliori ce li offrono Christina, Owen, Alex, Callie ed Arizona, anche se trovo inammissibile per una coppia con un’intesa ed un potenzale elevatissimo come Callie ed Arizona la mancanza di storyline decenti anche perchè, le poche scene veramente belle che gli sono state date, sono risultate le migliori al pari di quelle di Christina. Non parliamo poi della mancanza di vita di “coppia” che colpisce solo loro o quasi. Meredith e Derek sono la parodia di loro stessi e anche per me, shonda dovrebbe concentrarsi per far si che l’undicesima stagione sia migliore e congedare questa splendida serie tv che tante emozioni ci ha regalato nella maniera che merita.

    "Mi piace"

    • Innanzitutto ti volevo ringraziare per il commento positivo 🙂

      Poi, sì, condivido la tua opinione a riguardo perchè anche io la penso così e come hai detto tu, spero che l’undicesima stagione sarà una sorta di redenzione da parte del team di autori, dopo questa decima stagione, la più brutta finora.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...