Resurrection/Telefilm

Recensione | Resurrection 1×04 “Us Against the World”

Con questo bell’episodio, siamo a metà stagione (lo so… di già! E ancora non sappiamo se avremo o meno una seconda stagione.). È stata una bella puntata, Resurrection ha dato delle risposte, cose che mi aspettavo e cose no, ma ha aggiunto ulteriori domande.
Molte mie teorie sono state smentite, vista la quantità di informazioni che ci proponinano in questo episodio.

Cominciamo da Jacob. Creepy!Caleb non è l’unico ad avere problemi d’insonnia o una fame da lupi, anche Jacob soffre dello stesso disturbo e trova sensato nasconderlo fino a che la gente non se ne accorge da sola.
Durante una quieta notte, mentre osserva le stelle disegnate sul suo soffitto, una luce irrompe nella sua stanza: un branco di idioti che voleva vedere Jacob, il Redivivo, Clone, Fantasma solido, Alieno, ce ne sono di possibilità… 
Effettivamente, mi pareva strano che ad Arcadia non fossero ancora arrivati i Curiosi – un particolare sottospecie di umani, che non può fare a meno di andare a spaventare lo strano del villaggio e rompere le scatole alla gente. Hanno dei cugini: i Bulli, che sono un po’ come le zanzare, cioè più moleste delle mosche, ma per entrambe provi il desiderio di schiacciarle.
Mi sono intenerita quando Henry è corso dietro ai quattro idioti, facendoli scappare.
Una cosa che non mi aspettavo è che le convulsioni Jacob le avesse per una malattia, l’epilessia, che aveva avuto anche trenta e rotti anni fa, ero convinta fossero una cosa nuova, una novità portata dall’essere tornato. La crisi dura solo per un attimo e sembra essere finito tutto bene, ma il giorno dopo vengono a galla un paio di altre cose.
Dopo che Maggie è andata a visitarlo, Lucille ci fa sapere di un paio di cose di cui si è accorta: una spaventosa quantità di cibo spazzatura trafugato dalla dispensa – meglio, decine di confezioni vuote in meno di ventiquattro ore – nascosta sotto il materasso – per favore! Otto anni e non hai ancora trovato un nascondiglio migliore visto che è tua madre a farti il letto? – e che Jacob non dorme. Esattamente come Caleb. Nessuno si aspetta che prima o poi Jacob passi dalle patatine ai cervelli?

 

Lucille sostiene che quello è il suo vero figlio, che lo sente dentro. Vero o no, ora ho in mente le parole dette da Caleb alla fine e i brividi lungo la spina dorsale.
A Jacob vengono fatti un paio di test da Maggie e si scopre che il suo metabolismo è velocissimo. Non l’ha detto, ma sicuramente quello che intendeva era: innaturale o soprannaturale.  

Prima di dedicarmi a Caleb – perché c’è taaanto da dire su di lui -, mi libero subito di Racheal, che ho già deciso starmi antipatica.
Dopo essersi presentata in chiesa per cercare Tom, i due finalmente parlano.
Sorpresa! Racheal non è morta per cause naturali, come mi aspettavo, ma perché si è lasciata cadere in un dirupo con la sua auto, in altre parole, si è suicidata. Quindi, finora, si può dire che abbiamo tre persone Redivive che non hanno un accidenti in comune. Forse il fiume, visto che è ad un passo dal “posto speciale” di Racheal e Tom. 
Poco dopo, scopriamo anche che Tom, poco prima che lei morisse, l’aveva chiesta in moglie, ma anche che Racheal è tornata un po’ troppo tardi: lui è già convogliato a nozze con un’altra. 
Ti pare che un buon partito disponibile a quarant’anni suonati fosse scapolo? Eh, certo che no, le donne non sono sceme ad Arcadia. 
Racheal chiede a Tom di non dire a nessuno che è tornata – perché? Cos’hai da nascondere? Sono sospettosa, va bene? -, ma lui ribatte che lo dirà solo a sua moglie. 
Quando la mattina dopo fa sapere alla dolce consorte che ha un ex fidanzata che si era suicidata – pensava davvero che a quasi trent’anni non si fosse mai innamorato? – e che la tipa è ora tornata, non la prende proprio benissimo. È buffo che finché era morta andava bene che non le avesse detto nulla, ma visto che non lo è più… ops, problemi in paradiso.
Da shipper, in quei cinque minuti che si sono visti mi sono sembrati una coppia pessima, ma, per ora, penso lo stesso anche di Tom e Racheal. Lei non mi piace, appena tornata già accampa pretese: “non fare questo, non fare quello, lascia tua moglie! Scusami? Ti suicidi, torni e decidi che dobbiamo tornare insieme? Troppo facile, cara.” E poi è lamentosa, come quando si è messa a blaterale che la stavano punendo perché si era suicidata. Che poi, alla fine dei giochi, non ho capito perché l’abbia fatto, ma forse mi sono persa un pezzo mentre imploravo Tom di imbavagliarla pur di farla tacere.
Il matrimonio di Tom è tanto solido che è bastato il ritorno di Racheal per mettere in discussione la sua vita – imbarazzante quando lui abbia detto: “amo la mia vita con te”, anziché “amo te”. C’è una grande differenza! -, infatti non vuole più lasciarla andare, ma non vuole lasciare nemmeno la sua moglie, quindi è tanto confuso e io preferivo di gran lunga il Tom che giocava ai videogiochi con Jacob.

Intanto, iniziano le indagini per il caso Dale. Non è nemmeno divertente, se si sa già chi sia il pazzo omicida su cui concentrarsi. 
Indovinate di chi è il parere come medico legale? Su, è facile, quanti medici volete che ci siano ad Arcadia: uno, Maggie.
Deve avere uno stipendio da favola, ad Arcadia fa tutto lei. Le analisi di Jacob, il pediatra, il medico generale, il medico legale, manca solo che faccia pure il chirurgo e abbiamo il quadro completo.
Dicevo… il caso Dale. Non mi spiego perché Marty stia al reparto iimmigrazione – a proposito, hanno smesso di telefonargli. L’avranno già rimpiazzato con uno che si presenta al lavoro e segue gli ordini? -, visto che in cinque minuti ha indovinato colpevole e arma del delitto. In un attimo, collega Caleb che lavava il martello – l’avevo detto io che era strano che lo lavasse! – all’omicidio. Che carini quando Maggie e Marty concludevano le frasi a vicenda, se non fosse che quesra ship mi sta un po’ sulle scatole a prescindere… no, niente, non gli shipperei comunque.

Per una volta, Fred non fa il somaro e in questo episodio mi è quasi piaciuto (quasi, ho detto quasi).
Finalmente si scopre (in realtà non sono contenta al 100% che gli autori, in soli quattro episodi, ci stiano svelando così tanti segreti. Spero abbiano tanti intrighi in mente, altrimenti come le occupano le puntante, poi?) cosa stava sotterrando Caleb poco prima di morire e perché Dale abbia tenuto la bocca cucita quando ha trovato il suo cadavere.
Tredici anni prima c’era stata una rapina in banca (a diciannove anni Elaine aveva già un buon impiego in banca, complimenti. Ad Arcadia la crisi non c’è), con un piano mediamente ingegnoso. Sinceramente, più che il piano, penso che siano i due agenti che si sono fatti fregare da un uomo solo il problema. La cosa peggiore non è il fatto che il piano abbia funzionato la prima volta, ma la seconda! Ed erano in tre gli agenti! 
In pratica, la prima volta, Caleb ha rapinato il furgone blindato, ha tentato di nascondere il denaro – probabilmente voleva aspettare che si calmassero le acque -, gli è venuto un infarto, Dale l’ha trovato e si è intascato il denaro.
Quando Caleb si è risvegliato tredici anni dopo, l’ha fatta pagare a Dale e… perchè non ri-rapinare di nuovo il furgone blindato? Carina la seguenza del racconto, non mi ero accorta che non era un flashback fino a che non ho visto l’agente più incapace di sempre a bordo del furgone – era carino, ma farsi fregare così è troppo -. 

Parliamo di Elaine. Capisco che sia contenta di riavere suo padre con sè, ma non si può permettere di essere così cieca e ignorare la realtà. Suo padre è un delinquente, caso chiuso, e non importa che ti voglia bene – solo a lei, però, all’adorabile Ray proprio no, povero – rimane comunque una pessima persona. 
A parte il metabolismo accellerato e un’altra cosa a cui arrivo più avanti, però per ora i Redivivi non mi sembrano cambiati, come carattere, intendo. Certo, Caleb è tornato e ha ucciso una persona, ma è morto per aver rapinato una banca e mi chiedo se durante la prima rapina qualcuno c’abbia lasciato le penne, a parte lui. Voglio dire: secondo me Caleb era un pessimo elemento anche prima, quindi magari Jacob e Racheal non finiranno per diventare cattivi da abbattere. Forse. Sapete, sto anche pensando all’Oscurità, se magari il ritornare non è che cambi una persona, ma lasci un’oscurità nel cuore (l’ho presa da Teen Wolf, potete giurarci! Che il fiume di Arcadia sia come il Nemeton?).  

Iniziano le ricerche per trovare Caleb, il quale però è fuggito. Ray non sa dove sia – temevo davvero che Caleb gli sparasse, sul serio – ed Elaine fa orecchie da mercante.
È Jacob a dare un grande aiuto, a questo proposito, perché mentre Maggie lo accompagna a prendere un gelato, lui dice che Caleb è alla fabbrica, perché l’ha sentito. I Redivivi sono connessi!
Grazie alle informazioni fornite da Jacob, Fred, Marty e altri agenti si dirigono alla vecchie fabbrica di Henry Langston per arrestare Caleb.
Mi aspettavo morte, sparatorie, incendi, scoppi, qualsiasi cosa, tranne che Caleb uscisse con le mani in alto e si facesse arrestare come se niente fosse. Stavo per rimanerci malissimo, quando Caleb ha aperto bocca e le sue parole mi sembrano un brutto presagio: “non è finita, è appena cominciata”. COSA?   

Tutto quello che so, è che non vedo l’ora di scoprilo. E voi?

Varie ed eventuali

– Sorpresa, sorpresa! Gary non è solo un possibile interesse amoroso di Maggie, ma è anche il fratello di Dale. Che si presenta come una furia dallo sceriffo, perché suo fratello è morto – quello ucciso a martellate, ricordate? -. Mi chiedo… l’omicidio è avvenuto due giorni fa? Forse tre, beh, perché si è accorto solo ora che era defunto? In ogni caso, Gary continua ad essere inutile.

– Che fine ha fatto l’amante di Barbara? La figura con cui lui parlava era Barbara? Non fate sparire questa trama, grazie.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Resurrection Italia | Resurrection Italia

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Resurrection 1×04 “Us Against the World”

  1. L’amante di Barbara?? era al bar in fondo al bancone ..nascosto…mentre lo sceriffo Henry beveva e straparlava di quanto volesse ammazzare l’amante della moglie morta.. quindi prepariamoci c’è…

    Mi piace

    • Sì, mi ricordo che era al bar, infatti l’avevo scritto nella recensione della 1×03, ma intendevo in questa puntata, in cui non si è proprio visto. Le puntate sono poche, quindi non hanno molto tempo per sviluppare tutto, per questo mi chiedevo come mai non si fosse proprio visto. Non mi aspettavo subito una svolta, una scena di due minuti mi sarebbe bastata, giusto per sapere qualcosa di più. Magari nella 1×05…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...