Believe/Telefilm

Recensione | Believe 1×04 “Defection”



Che la recensione abbia inizio! 😛

Partiamo dal presupposto che da quante cose voglio dire non so da dove iniziare oggi. Se da una parte questo telefilm mi manda in brodo di giuggiole da quanto mi piace, dall’altra mi uccide a causa della mia curiosità. Ho tante di quelle domande se solo ci fosse qualcuno in grado di rispondere..beh, bando alle ciance iniziamo! 😀

Adoro il personaggio di Milton! Il suo senso di protezione *-*

Settimana un pò così per chi, come me, adora i FLASHBACK. Ebbene sì, questa settimana ce ne sono stati davvero pochi, mi aspettavo e avrei voluto di più, sopratutto perché ci hanno raccontato poco o niente, maledizione: nel primo “indietro nel tempo” torniamo a 10 anni prima, proprio (poco) dopo la morte di Nina Adams e troviamo Roman (magari fosse il bel Matt di “Star-Crossed” *_*) e Milton indecisi su come comportarsi con la piccola. Beh, diciamo che Milton aveva le idee abbastanza chiare, voleva dare la piccola in adozione vista la fine dei suoi genitori, credeva davvero che lei ne avesse bisogno, ma il sotuttoio Roman vedeva in lei solo la possibilità di continuare gli studi e quindi il programma.. (se solo Winter se ne fosse accorto in tempo, se solo l’avesse portata via prima, povera piccola!)
Se la scorsa puntata Roman mi aveva quasi fatta dubitare della sua cattiva fede, ora lo odio forse di più: perché?

Sono rimasta scioccata e paralizzata in questa scena! O.o

Come può un essere umano anche solo pensare di torturare una bambina di appena 10 anni per vedere a che livello può arrivare la sua mente? Io ancora non me ne capacito, tutto questo interesse per il programma ma poi a quale scopo? Tiene i suoi “topi da laboratorio” rinchiusi in gabbie stanze, per cosa? Loro, addirittura sono collaborativi, basta pensare a Joshua. (mi fa tanta tenerezza e pena..) E’ dal secondo e ultimo flashback che ho realizzato che Roman deve morire di una morte lenta e dolorosa: solo sei mesi prima delle vicende narrate nel presente, Roman, grazie all’aiuto di Luke Hayden, collega Bo ad una macchina per motivarla a levitare ma ciò la rende solo nervosa ed impaurita scatenando una forte reazione. Winter a quel punto, terrorizzato anch’esso da ciò che vuole farle Roman, la porta via.

Spiegatemi ora come ci si può fidare di un essere così, se anche avesse amato Nina perché si è spinto così oltre da causarle la morte? Perché io sono convinta che sia colpa sua, della dimostrazione che ha voluto dare ai componenti presenti nell’edificio. Il troppo sforzo l’ha uccisa e con le poche forze che le rimanevano è riuscita a dare alla luce Bo. Nonostante le scene nella stanzetta, le sue lacrime guardando i filmati e la foto che ritrae madre e figlia insieme io non mi fido di quest’uomo e spero che presto faccia una brutta fine (purtroppo per me non sarà così, sennò addio Believe 😦 )

Anche un cieco si accorgerebbe delle sue condizioni precarie..

Torniamo ora al PRESENTE perché ne sono successe di cose, non ci si può rilassare un momento: mentre Tate, Bo e Winter arrivano in un posto sicuro si fa per dire se è come quelli precedenti, l’agente Ferrel viene messa al corrente dal proprio Direttore sul legame tra Tate e Bo. Inizialmente ne rimane scioccata, anche lei si è chiesta come mai allontanare la bambina dal proprio padre ma il Direttore la liquida dicendo che Bo è di proprietà sotto la tutela del governo degli Stati Uniti..e che razza di risposta è?
Non credendo nelle conoscenze della polizia ed FBI, Roman vuole localizzare Bo a modo suo, come accennato sul finale della scorsa puntata: il suo piano è quello di localizzare i poteri della bambina tramite un altro “essere speciale”, Joshua. Continuamente sottoposto ad ogni tipo di sforzo, l’uomo rischia di ammalarsi e fare la fine di Nina, ma vediamo un Roman impassibile, non può permettere a niente e a nessuno di mettersi in mezzo, quindi non gli interessa cosa succederà a Joshua, l’importante è riportare la ragazza a “casa”.

Naturalmente, si devono mettere a litigare e Roman capta i poteri! -.-

Intanto la connessione tra Tate e Bo si fa più interessante: Bo crede all’innocenza di Tate e questo scuote un pò l’ex carcerato che dopo poco si addormenta -a causa delle notti insonni- e viene accudito da Bo che lo copre prima di scendere al piano di sotto incuriosita dalla solita farfalla blu. (tratteremo più avanti la cosa) Una volta raggiunta Bo, Tate prova con forza a portarla di nuovo al rifugio ma la ragazzina è troppo testona per dargli retta e finisce con l’assecondarla, per l’ennesima volta. Durante un piccolo litigio, Bo si agita troppo e vediamo formarsi una cretta sul pavimento ghiacciato; ciò mette in funzione il localizzatore di Roman attivato grazie all’esperimento fatto con Joshua (doveva usare i suoi poteri per leggere nella mente di un agente dell’organizzazione, ma fa di più, l’uomo gli resetta completamente la mente facendogli venire un mal di testa –ho seriamente pensato che l’avrebbe ucciso!-)

Gli effetti speciali sono da urlo, come la tensione in questi momenti!

Nel frattempo l’FBI, sotto il consiglio di Roman, cambia tattica e prova a localizzare i componenti dei True Believers. Riescono nell’intento catturando il primo dei fuggiaschi, Luke Hayden che, messo sotto pressione, confessa la posizione del centro di comando di Winter, purtroppo per loro però si tratta del vecchio centro già scovato dall’organizzazione di Roman. Nonostante il fiasco, Roman svela la posizione della bambina all’agente Ferrel e le consiglia di non far arrabbiare Bo, per la sua incolumità e quella della sua squadra.

Ovviamente l’agente non da ascolto al simpaticone Roman ed accerchia il taxi con il quale Bo e Tate cercavano di raggiungere Winter al porto. I due escono di macchina e quando si pensa che sia arrivata la fine ecco che la piccola, concentrandosi, riesce a sollevare il taxi e a farlo atterrare a poca distanza dagli agenti, dandogli il tempo di  scappare. Abbiamo capito che i poteri di Bo sono legati sopratutto alle sue emozioni e quindi, spesso, imprevedibili; ma quando si tratta di Tate riesce a concentrarsi meglio. Ha ragione Winter, stare con lui la sta davvero aiutando.

Tutto è bene ciò che finisce bene: Tate e Bo riescono a raggiungere Winter che abbraccia la piccola complimentandosi per la forza che sta accumulando. Anche in questo episodio il finale mi addolcisce ancor di più, episodio dopo episodio il loro rapporto matura. Tate e la sua corazza hanno le puntate ore contate, Bo gli sta entrando nel cuore, lo dimostra il fatto che si sta aprendo con lei ed è arrivato a chiederle scusa per il suo comportamento. Entrambi hanno molto da imparare l’uno dall’altra! 😉



Che spettacolo di famiglia *-* Shippiamoli come se non ci fosse un domani!

Arriviamo ora al consueto appuntamento con la STORIA STRAPPALACRIME della settimana: inizialmente ero stranita dalla tematica, d’amore questa volta, ho pensato che non avrei pianto e invece..sono riusciti a farmi crollare dopo poco, maledetti! 😦
Questa volta la farfalla conduce Bo al muretto del rifugio dove, togliendo un mattone, trova una busta contente una lettera ed un anello di fidanzamento. Mossa dalla curiosità e dalla sua estrema bontà raggiunge la destinataria della lettera, la Signora Katherine Zalben, dolce e gentile fin da subito. All’inizio un pò scioccata, racconta a Bo la storia d’amore tra lei e la sua vecchia fiamma Matt. I due iniziarono a frequentarsi alle superiori, poi lui dovette partire per Afghanistan essendosi arruolato nell’esercito e le spezzò il cuore quando, dopo le tante lettere, gliene giunse una dove lui la lasciava, dicendo che non voleva più vederla.
Inizialmente credeva fossero stati i suoi genitori, ormai morti, ad averle nascosto la lettera visto la loro felicità quando i due smisero di vedersi. Loro volevano che la propria figlia sposasse qualcuno intelligente, magari un dottore.
Bo vuole davvero aiutarla a ritrovare il suo vero amore, così le consiglia di andare a parlare con Matt ma la donna rifiuta dicendole di essere già fidanzata (con un imbecille tra l’altro -.-). La bambina però non demorde (in questo è più simile a Tate di quanto possa immaginare) ed insieme a Tate raggiunge Matt; il ragazzo si scopre essere cieco ed è proprio a causa di questa invalidità che decise di allontanare l’amore della sua vita (e qui io piangevo come una fontana 😥 ). I due lo convincono a parlare con Katherine per spiegarle il motivo della sua lettera così la vanno a trovare dove lavora: Katherine accetta di parlare con Matt ma l’incontro non va a finire come Bo sperava e voleva. La donna confessa a Matt che sarebbe rimasta al suo fianco se solo lui glielo avesse permesso ma che ormai è troppo tardi perché è già promessa ad un altro, turbata e delusa scappa piangendo.

Che i pianti abbiano inizio! *_* TRUE LOVE!

La scena si sposta quindi a casa della donna dove il futuro marito non l’aspettava già di ritorno. Katherine gli confessa di aver trovato la lettera e di aver incontrato Matt ormai cieco ma ciò che la turba è la risposta che il compagno le da. E’ stato lui a nasconderle la lettera perché non poteva permetterle di farsi rovinare la vita, loro si appartengono ed era così che doveva andare.
Katherine finalmente può lasciarsi tutto il dolore e la sua vita presente alle spalle per correre dal vero amore e vivere per sempre felice anche perché i soldi non sono tutto, non fanno la felicità!
Ah l’amore *-* non credevo mi avrebbe toccata così tanto, lui cieco ed ancora innamorato, lei sempre presa ma promessa ad un altro che alla fine si scopre essere l’artefice della loro infelicità. Amo le storie a lieto fine, mi ricordano che spesso il bene trionfa, anche se per poco.

Questa storia ha permesso a Tate di aprirsi con Bo raccontandole cosa pensa dell’amore. Lui sente solo sofferenza, un dolore; per lui l’amore non esiste ed il “e vissero felici e contenti” è un qualcosa tipico delle favole e dei film. Nina gli ha davvero spezzato il cuore, l’ha reso vulnerabile per troppo tempo fino a che questo dolore non l’ha portato a chiudersi ed a mascherare il suo vero io (povero Tante, se solo sapesse cosa è davvero successo..).

Per questa settimana è tutto, questa puntata è stata davvero bella, non ci resta che aspettare la prossima “White Noise” che andrà in onda Domenica 6 Aprile in America! Per chi volesse avere un assaggio ecco il promo! 😉

Ringraziamo: Believe Serie Tv | TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Telefilm. ϟ | Serial Lovers – Telefilm Page | Telefilm Addicted ϟ | Telefilm Italia | • Telefilm Dependence •

2 thoughts on “Recensione | Believe 1×04 “Defection”

  1. Bella recensione. 🙂
    Guarda, ti quoto per quello che hai detto sulla scena di Bo torturata perché mi ha ucciso, ho faticato ad arrivare alla fine di essa e non vedevo l’ora che Bo venisse tratta in salvo. Voglio che Roman paghi, ora non ha più scuse e “redenzione” ho improvvisamente dimenticato che vuol dire. Mettete lui su quella sedia.
    E penso anch’io che Nina sia morta per colpa di quella dannata dimostrazione. E’ un come Joshua che sta facendo sforzare. Non gli frega fino a che punto li consuma e dev’essere stato così anche per Nina, era pure al nono mese, che mostro ripugnante!
    Riguardo a Joshua che fonde il cervello di quello sfigato… ho pensato che la testa sarebbe esplosa.
    Passando a Tate e Bo. Adoro le loro scene insieme. Ho amato quando Tate ha detto che Bo era testarda come lui (da chi mai avrà preso? XD), mi piace anche sentirli litigare. Invece, se penso a Nina e Tate… è così triste. Lei è morta e lui non sa cos’è successo e quando lo saprà (perché prima o poi succederà), sarà una terribile scoperta per lui. Almeno avrà Bo a stargli vicino. T.T

    Piace a 1 persona

    • Ti capisco pienamente! Mi s’è spezzato il cuore quando Tate ha parlato della sua relazione con Nina in quel modo…non doveva finire così mannaggia 😥 Per non parlare della scena di Bo torturata..io ancora non ho parole ma Roman deve pagare a tutti i costi, prima sarà e meglio vivrò!
      Spero di vedere nuovi flashback magari dell’incontro di Nina e Tate, per quanto triste potrà essere ma sono l’amore anche ad immaginarli insieme *-*
      Grazie per i complimenti :*

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...