Teen Wolf/Telefilm

Recensione | Teen Wolf 3×21 “The Fox And The Wolf”

Signori, che puntata. Una di quelle puntate che ti fanno essere sia orgoglioso della piega che ha preso quella che è magari la tua serie tv del cuore, sia euforico perchè per tutte le sciarpe di Daniel Sharman se ne succedono di cose spettacolari! Il mio giudizio, lo ammetto, è un tantino deviato a causa della mia passione per le serie tv in costume e per il Novecento storico in generale, ma sfido chiunque a non aver trovato proprio bello il salto nel passato che abbiamo fatto, e la storia di Noshiko in generale.

Siamo nel 1943, e da quella che è una fossa comune si erge tutt’a un tratto un losco figuro: zan zan, è il Nogitsune! Ma com’è arrivato lì, e perchè? E, soprattutto, da quale bolgia infernale è spuntato fuori? Sono queste le domande che Scott e Kira rivolgono ai genitori di quest’ultima, dopo essere giunti in soccorso del padre della ragazza che Nogitsune!Stiles ha cercato di strozzare con una mosca (le pistole dopotutto sono così mainstream!) e che soltanto i funghi allucinogeni magici della madre di Kira riescono a salvare, nella speranza di riuscire a trovare un modo per eliminare il Nogitsune, senza tuttavia far del male anche a Stiles. La geniale intuizione che la famiglia di Kira c’entri qualcosa con tutta questa storia, tuttavia, arriva a Scott ancor prima della discussione con i genitori della ragazza. Malia, infatti, dopo aver lasciato La Casa delle Eco nello scorso episodio – siamo stati dei malpensanti, ammettiamolo: pensavamo che sarebbe andata da Scott per i suoi comodi e invece dobbiamo ringraziare lei se il nostro eroe ha iniziato a mettere insieme i pezzi -, ha consegnato a Scott la spada trovata accanto al corpo del Nogitsune ed una foto, raffigurante una ragazza identica a Kira. La nonna, pensa subito lei. E invece: invece si tratta di sua madre.

Sarà che il mio “show madre” da recensire è The Tomorrow People, in cui il protagonista è, suo malgrado, un po’ tardo, cosa che mi porta a prenderlo bonariamente in giro praticamente una puntata no e tredici sì (su un totale di quattoridici episodi), ma anche Scott, suvvia, avrebbe potuto arrivarci da tempo: i problemi con il Nogitsune sono iniziati più o meno quando la famiglia di Kira è arrivata in città, Kira stessa è una Kitsune, e cioè praticamente la versione meno infima del Nogitsune, e, soprattutto, la famiglia della ragazza è tanto giapponese quanto queste entità demoniache. Ma, com’è che si dice, meglio tardi che mai.

La madre di Kira inizia dunque a raccontare la storia del Nogitsune, che si intreccia inesorabilmente con la propria. Torniamo agli anni ’40, questa volta però un po’ prima che il Nogitsune tornasse dall’oltretomba, in un campo di concentramento ad Oak Creek, lo stesso posto dove, qualche episodio fa, il padre di Kira aveva negato l’esistenza di, guarda caso, un campo di concentramento. Ma il tempo delle bugie è finito – fosse finito anche il tempo delle congetture astronucleofisiche basate sui mille e fuorvianti indizi che Jeff ci lascia nel corso delle puntate, saremmo a cavallo -, e Noshiko, la madre di Kira, rivela che fu proprio lei, a quel tempo, ad invocare il Nogitsune per attuare la sua vendetta.

Tutto ha inizio, come ogni dramma che si rispetti, con una storia d’amore senza lietofine: lei, per l’appunto Noshiko, è una deportata di Oak Creek, e lui, Rhys, è un figo della madonna un capitano dell’esercito americano. Sia Noshiko che Rhys aiutano, per quanto possibile, gli altri deportati, rubando piccoli beni l’una e cercando di coprire i furti l’altro, e cercano di trovare quanti più momenti possibili, anche se brevi, da passare insieme. Durante uno di questi, i due sentono alcuni soldati parlare con il medico del campo, e scoprono che quest’ultimo sta vendendo al mercato nero la medicina destinata ai deportati. Come se non bastasse, un’epidemia di polmonite sta decimando i prigionieri di Oak Greek, causando sempre più malcontento che sfocia, infine, in una vera e propria rivolta, quando Noshiko rivela ai compagni la verità riguardo la mancanza di medicine. E’ a questo punto che facciamo la conoscenza di una lupa, Satomi, che, a causa del tumulto, perde il controllo della sua natura e scaglia una bomba artigianale verso il povero Rhys. Il mio cuore si spezza contemporaneamente a quello di Noshiko – e mi ci vorrà tutta la mia concentrazione per ricordare, da questo momento in poi, che il Nogitsune non è Rhys ma uno spirito a sè, e che non devo dunque provarne pietà -, la quale viene ripetutamente colpita dai proiettili dei soldati, perdendo i sensi. Creduta morta, viene messa sullo stesso carro di Rhys, destinato alla fossa comune in cui Nogitsune!Rhys si è risvegliato all’inizio della puntata, ed è a quel punto che invoca appunto il Nogitsune, affinchè si impossessi di lei e vendichi tutte quelle morti. Peccato solo che il Nogitsune prende invece il controllo del corpo martoriato di Rhys, ed è proprio Noshiko a doverlo fermare, con l’aiuto della stessa Satomi, trafiggendolo con la stessa spada che Malia ha trovato nella Casa delle Eco.

Successivamente, Noshiko seppellisce la mosca del Nogitsune – che a quanto pare è un po’ la sua anima – sotto il Nemeton, e, come in molti già immaginavano, è stato proprio il sacrificio di Scott, Stiles ed Allison a risvegliarlo. Inoltre, al momento dello scontro mortale, la spada di Noshiko si è spezzata ed è Kira a ripararla grazie ai suoi poteri di Kitsune del Tuono. A questo punto però nasce una spontanea perplessità: trafiggere Stiles con la spada significa sì liberarlo dal Nogitsune, ma significa anche ucciderlo. E Kira e Scott stavano cercando un modo per sbarazzarsi del Nogitsune senza fare fuori anche Stiles, quindi adesso mi chiedo tutta questa storia a cosa sia servita, a parte a farci capire che il cast di Teen Wolf accetta solo uomini particolarmente fighi e/o pompati tra le sue schiere?

Comunque, Kira e Scott non sono gli unici ad adoperarsi per cercare di salvare Stiles… o quanto meno fermarne la minaccia. Ritroviamo infatti il Fantasticoduo Derek + papà Argent con la straordinaria partecipazione di papà Stilinski, un concentrato di testosterone di tutte le età e per tutti i gusti, insomma. Papà Stilinski, di ritorno da New York, ha scoperto che le risonanze del cervello di Stiles e di sua madre non solo si somigliano, ma addirittura coincidono. Una cosa impossibile, che, osserva il nostro sceriffo, non può che essere l’ennesima conferma del fatto che il Nogitsune stia letteralmente giocando con tutti i loro, e che, in questo caso, le sue intenzioni siano quelle di far perdere a Stiles la speranza e dunque la possibilità di reagire e sottrarsi al suo controllo. Il che, in parole spicciole, significa solo una cosa: Stiles non è malato.

Adesso però il problema è trovarlo. L’improponibile squadra si divide, Derek va con Mr Argent – un’accoppiata che mi fa impazzire, ma mi chiedo perchè, perchè mettere insieme proprio i due che tra di loro vanno meno d’accordo, perchè – ed Allison con papà Stilinski. E’ a questo punto che arriva la scena che avevamo già visto in uno dei promo, con Allison che scoppia in lacrime e lo sceriffo che la consola. Ma c’è qualcosa che non mi convince in questa scena, e questo mi porta a fare una considerazione che in molti hanno a loro volta fatto:

TEORIA ALLISON
E se Allison stessa fosse una Nogitsune? Valutiamo un paio di cose. E’ l’unica a non essere stata marchiata dagli Oni, e nella puntata in cui Stiles è sparito, è stata a lungo l’unica a non essere reperibile e a non aiutare gli altri. Forse era il suo Nogitsune a tenerla buona, consapevole che anche Stiles fosse alle prese con una simile entità demoniaca? Inoltre, anche Katashi ha fatto un pericoloso riferimento ad Allison, quando ha ricordato a Chris che, se anche fosse sua figlia il Nogitsune, lui sarebbe comunque obbligato ad ucciderla.

Comunque, Nogitsune!Stiles gioca un brutto scherzo a tutti, tornando a casa Stilinski dove lascia una scacchiera i cui pezzi sono tutti segnati con i nomi di tutta l’allegra combriccola. Il pezzo con Isaac, però, è fuori dalla scacchiera. E questo mi sa tanto di tristerrimo presagio di morte.

Con questo Bad!Stiles che vi saluta, vi dò appuntamento alla prossima recensione!

Ringraziamo: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Serie Tv, che passione | Teen Wolf Italia, Poseed ϟ Tyler Posey & Crystal Reed Italian Source | « Allison Argent ~ Crystal Reed » | Dylan O’Brien Fans. ϟ | Dαniel Shαrmαn ϟ | Holland Roden Italia | Daniel Sharman Italia | Holland Roden Fans. | ~The bite is α gift | Teen wolf ϟ sometimes the shape you take reflects the person that you are. | My drug is teen wolf | We are Teen Wolves. | Vampires and Werewolves | Normal people scare me. | • Telefilm Dependence • | Serial Lovers – Telefilm Page | Teen Wolf Italy ϟ | I’m not a Hero » Teen Wolf.∞ | « If you say one word | Crystal Reed Italian Fans . | There Is Always Hope -Teen Wolf | This might hurt ϟ Teen wolf | Teen Wolf Italy ϟ | Charlie & Max Carver Italia | I Want You To Scream∼Lydia Martin | Trust the instinct. ϟ TeenWolf. | Hobrien | ~• « Lydia Martin » – Holland Roden. | Derek/Stiles ~ don’t be such a sour wolf | »Fall in love for Stiles. ϟ | In love with Daniel Sharman ≍ | Telefilm Addicted ϟ | Telefilm. Un amore incondizionato | » Flawless ship. | Serie Tv e film time | Telefilm. ϟ | My fangirl level it’s over nine thousand | Film e telefilm ossessione. | All you need is Telefilm • | Love them,telefilm. | • Holland Roden & Colton Haynes Italia • | Il morso del Licantropo ❤ | Holland Roden Italian Fans. | | « Blue eyed Beta ϟ Daniel Sharman, alias Isaac Lahey. | Teen Wolf Italia | • Arden Cho • | Tyler Hoechlin Is My Love | Teen Wolf ___A Sterek Tale | • Arden Cho Italia • | Shabrieed Italy ∞ | » Shelley Hennig | Kira Yukimura • Hi, I’m Kira. You knew that.

2 thoughts on “Recensione | Teen Wolf 3×21 “The Fox And The Wolf”

  1. Sono d’accordissimo sulla teoria di Allison, c’è qualcosa che non va con il suo comportamento e poi dice tipo che va male in economia che è la materia del Coach che è stato ferito con una FRECCIA e noi sappiamo che i Nogitsune si vendicano di coloro che li prendono in giro…

    Piace a 1 persona

    • Esatto, esatto! Il coach viene ferito con una freccia, arma che usa praticamente solo Allison e che Allison può sicuramente procurarsi più facilmente.
      Ed anche la scena con lo sceriffo in questo episodio, non so, non mi ha convinto. Non penso che sia stata una cattiva recitazione da parte di Crystal Reed perchè in passato (vedi scena della morte della madre di Allison) ha dato prova di essere molto brava, e quindi l’unica cosa che mi viene in mente è che stesse recitando… di fingere. Che Allison stesse fingendo.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...