Scandal/Telefilm

Recensione | Scandal 3×11 “Ride, Sally, Ride”

GLADIATORI, finalmente ci ritroviamo! Sono passati tanti, troppi mesi ed io ero in astinenza da Scandal – no seriamente non riesco a capire come sia sopravvissuto per tutto questo tempo. Ho passato l’intero hiatus televisivo a pensare a come sarebbe stato questo episodio, cosa avrebbero fatto i personaggi, come si sarebbero sviluppate le storyline e dopo aver fatto ipotesi veramente indicibili e più che surreali finivo con l’essere solamente più impaziente di avere accesso allo streaming della 3×11.
Fosse stato per me, avrei visto la diretta statunitense ma ovviamente vado a scuola e non tengo particolarmente al fatto di sembrare uno zombie sui banchi di scuola. Successivamente altri impegni personali mi hanno impedito di vedere questa benedetta puntata. Oggi ci sono finalmente riuscito. *urrà per moi*
Bene, ore che penso abbiate capito quanto io sia stato in ansia e quanto abbia atteso questa puntata devo dirvi una cosa: mi ha deluso profondamente. La qualità di questa puntata è nettamente inferiore a quella degli altri episodi, sembrava quasi di vedere due telefilm differenti. C’è però comunque da dire che anche quando Scandal sforna una cosa così lo reputo ugualmente il migliore episodio che io abbia visto questa settimana. La cosa è preoccupante. #nonmiscannatevivo
So bene che possa suonare strano detto da me, blogger che ha sempre elogiato – puntata dopo puntata – ogni singola cosa che i personaggi abbiano fatto, ma è proprio per questo perché sono stato (beh, sarò) così critico su questa puntata. Da Scandal mi aspetto solo il meglio, la creme de la creme della televisione via cavo. Ciancio alle bande (?) ed iniziamo ad analizzare, passo per passo, questa puntata che – lo ripeto ulteriormente – non mi ha convinto affatto.

SBAM. Mi erano mancate queste aperture di puntata così teatrali e drammatiche. Mellie di corsa si fionda da Cyrus urlando Si candida!
Ma chi? Ma come? Ma cosa? No dai, seriamente. Penso sia ovvio che si parli della stronza di Sally.
Nonostante quella cosetta di poco conto che ha fatto -uccidere il consorte- decide di candidarsi ugualmente e che guerra sia allora!
Mentre aspettano il discorso di dimissioni di Sally, Cyrus ha bisogno dei sondaggi… sondaggi che stanno venendo discussi da Fitz stesso e Olivia, ovviamente la nuova responsabile della campagna. Tanto per dirla nuova, vengono beccati da Mellie mentre stanno limonando.
E’ il momento del discorso, ma Sally lascia letteralmente tutti a bocca aperta dimettendosi… non dimettendosi.
Usando come scusa il dovere verso il popolo di impedire all’infantile Presidente Fitz di governare sullo Stato resterà all’interno della Casa Bianca, contrastando Fitz.
Che poi, diciamocelo, Sally c’ha pure un pò ragione, Fitz è un bimbetto quando si parla di governare e di fare il Presidente am I right?
I AM right e la cosa si può facilmente constatare osservando la scena seguente, nella quale Fitz si comporta come tale… un bambino. Inizia a mancare di rispetto a Melly ed arriva persino al tirare un bicchiere addosso a Cyrus. Qui c’è un problema di fondo, ma personale.
Non mi capacito di come mai all’inizio amassi così tanto Fitz, mentre diciamo -approssimando- che nelle ultime 5 puntate non riesca a sopportarlo nemmeno un poco. E’ davvero una cosa strana.
Nemmeno Olivia riesce ad ottenere molto, solamente un nome da contattare… da far diventare il prossimo vice-Presidente.
Come ben argomento da Liv, avrebbe dovuto scegliere una donna, magari di colore e non una copia spiccicata di Fitz, un suo amico dei marines. Ma don’t mess with the President e non c’è altro da fare se non far continuare il bambino a giocare.

James non ci sta più. N’altro bimbetto Nemmeno dopo che Rosen gli mostra una nuova prova audio, attraverso la quale si può facilmente capire che Sally ha ucciso il marito e che Cyrus ha insabbiato il tutto. I problemi sono due: il primo è che l’audio non è valido, devono quindi trovare un espediente per farlo diventare valido e quindi per punire sia Sally che Cyrus. Il secondo è che James non vuole più collaborare! Sta così bene nella sua posizione che è disposto a non vedere un omicidio passionale? Non è questo il James che conosciamo.

B6-13. Nuovo boss. Il com(m)ando ha avuto decisamente un cambio di stile ed è migliorato, direi. Jack, il nuovo commando (so che è una ripetizione, ma devo ancora abituarmi!) sta disquisendo con Charlie riguardo a lui, detto in una manciata di parole: non deve fare casini e non deve nemmeno far fare casini a Quinn visto  non è membro dell’organizzazione… per fortuna.

Avviene l’incontro Pope-Nichols (aka the new Vice-President) del quale il team stila un dossier nel quale, per la prima volta in Scandal, non compare nessuna cattiva azione ne nessuno scheletro e/o scandalo. Strano. Troppo strano, ma per il momento accontentiamoci.
Possiamo subito notare anche l’elevatissima lealtà nei confronti di Fitz visto che senza di lui non sarebbe nessuno.
Decidono di mettere Nichols ai sondaggi, che risultano molto buoni anche se Liv rimane sempre perplessa sulla scelta compiuta da Fitz.
Mentre discute con Cyrus, a quest ultimo scappa detto che Jake è ora il nuovo commando. Lasciando senza parole Liv.
Ok.
No.
FERMI TUTTI. ORA. STOP. STOP. STOP. Non potete farmelo con Scandal, non potete.
Ecco a voi la prima incoerenza, a livello di storyline, di Scandal. Sbaglio o Jake nella scorsa puntata aveva detto che avrebbe lasciato gli USA? E allora come mai lì ora? Senza motivo? Gli giravano così? Nonononononononono. Questa non la accetto. Non per Scandal.

che si incontra più tardi con suo padre alla solita piazzetta. Piazzetta di cui ci è ora concesso sapere qualcosa di più. Al suo centro c’è una citazione:

Uncommon valor was a common virtue.

Un valore insolito fu una comune virtù.

Sulla quale si basa praticamente tutta la discussione.
Olivia cerca di parlare col padre, dicendogli che le dispiace che gli abbiano tolto la sua creatura, la b6-13.
Ma PapaPope subito ferma la figlia, spiegandole che cosa ha fatto Fitz: preso in ostaggio e legato, minacciato ed ha permesso ad una terrorista (aka Maya) di evadere tranquillamente da suolo statunitense. Quelli che devono avere paura sono proprio loro. Rowan is coming 4 u guyz.
E qui ragazzi ci vuole la standing ovation per quel fantastico ed epico personaggio che è Rowan perché penso che con questo discorso sia schizzato improvvisamente in cima ai villain che amo odiare. Cioè è troppo stupendo, basta. Devo forse ricordarvi questo? Lo faccio lo stesso lol.

Il talento recitativo di Joe Morton è impressionante, stupendo ed ultraterreno. Le sue scene sono sempre mozzafiato, strabilianti, magistrali ed epiche. In sostanza: va solo amato, apprezzato ed adorato. Nient’altro.

Nel frattempo alla Casa Bianca un numero anonimo chiede le giuste domande ad una giornalista lì presente.
Nessuna autopsia del corpo di Daniel Douglas.
Chiediti il perché.
Questa “entità” si firma con Publius. Talpa is that U?

Avviene il primo scontro in diretta tra la campagna Fitz e la campagna Langston, nel quale l’antipaticissimo -sinceramente, c’è qualcuno a cui piace/riesce a sopportarlo?- manager di Sally riesce a vincere il primo round, lasciando senza parole Abbie e ri-tirando fuori la questione di Olivia-amante-di-Fitz di cui ci siamo veramente rotti le scatole.
STOP EVERYONE. Voglio sottolineare la pazzia di Sally per giusto un attimino. In un discorso tra lei e Leo, Sally se ne esce con una perla che devo e voglio assolutamente condividere con voi.

Non ho ucciso mio marito.
Il diavolo ha ucciso mio marito, impossessandosi di me.

Dopo questa le ho sentite veramente tutte. Sally, curati.

Charlie è con Quinn a fare… spese sì. Spese particolare. Spese che portano guai. Spese b6-13 style. Spese per ferire, mutilare e staccare. Charlie riceve improvvisamente una chiamata da Cyrus e gli da il compito di sistemare il suo ultimo lavoro. Coinvolge anche Quinn. No. Non accetto nemmeno questo. Quinn è una fottuta gladiatrice ma a quanto pare, sembra avere un’amnesia a riguardo.
Il piano ha inizio, Quinn adesca nel vero e proprio senso della parola (lol) un bambino e lo fa entrare in macchina con Charlie.

James è disperato perché non sa cosa dire ai giornalisti della Casa Bianca. Implorando Cyrus riesce ad ottenere qualcosa, o meglio, dovrà dire che tutte le domande sull’autopsia dovranno essere rivolte all’ufficio di Sally.

Abby ed Huck (che compare così dal nulla, improvvisamente) si fingono del Post e parlando con questa signora che ha fatto gli esami a Douglas, le chiedono appunto quelli esami. La donna dice di averli distrutti.
A mali estremi, estremi rimedi. I due gladiators ricattano la dottoressa con una vecchia storia di droga. La dottoressa mente spudoratamente sulla causa della morte, minacciata da Charlie e Quinn che, nostalgica, da uno sguardo ai suoi ex-fellows.

Mellie, spronata da Cyrus, si dà da fare per mettere a tacere le voci su Olivia e Fitz.
Organizza quindi un pranzo veramente imperdibile, dove entrambe si lanciano frecciatine a più non posso ed alla fine del quale Mellie consegna una lista di scapoli da cui sceglierne uno per mettere la parola FINE sul gossip maledetto.
Se dovessi descrivere Mellie con una parola, questa parola sarebbe leggendaria. Applause 4 Mellie.

Il tempo stringe e Olivia incontra e discute nuovamente Nichols, andando a fondo riguardo al suo essere playboy. Conosciamo quindi una nuova sfaccettatura del neonato personaggio: è infatti un playboy per un cuore spezzato tanto tempo fa. Ma chi sarà mai questa donna? … … … ….
Vorrei farvi notare i puntini.
Olivia si reca quindi da Fitz, al quale vorrebbe consegnare le sue dimissioni. Ma Fitz non le accetta, non vuole accettarle e non le accetterà mai, il tutto senza nemmeno ascoltare le ragioni di Livvi. E ridaje un bacio. Uff, mai ‘na gioia.

Harrison è stato tormentato per tutta la puntata dal ritorno di questo Adnan, una specie di boss del nostro Harrison pre-gladiator. Non potrete mai capire quanto sono rimasto shockato nello scoprire che 1 . Adnan non è un uomo, ma una cavolaccio di donna.
2 . Harrison, preso da un improvviso desiderio sessuale, se la sbatte sul tavolo.
Io boh. Devo dire che però sono abbastanza curioso riguardo a questa storyline, al passato di Adnan ed Harrison… Vedremo (e giudicheremo, ovviamente).

Sono rimasto sconvolto da questa parte.
Dark!James è ritornato, bitchez! Fa infatti nuovamente visita a Rosen ed accetta il suo precedente accordo.
Sono rimasto un pò spiazzato… e dispiaciuto… e confuso.
Capisco che James sia stanco del modo in cui Cyrus tratta non solo lui, ma tantissima altra gente come oggetti, e di quante volte abbia infranto la legge come se nulla fosse ma… è Cy! C’mon! ):

Olivia is drunk and she likes it.
Olivia is drunk and she likes it.
Olivia is drunk and she likes it.
Olivietta cara, quando sei brilla ti adoro anche di più del normale.
Bussano alla porta. Proprio in quel momento personale. Proprio quando è brilla. #oltraggioallacorte
Ah, è Jake. Lui può.
Entrato inizia a discutere con Olivia del suo nuovo ruolo alla b6-13 e che lui è un brav’uomo e che pensa di far bene e bla bla bla.
Olivia ha ragione stop. Sono convinto che anche Rowan fosse partito con l’intenzione di fare solo del bene, di mantenere la giustizia ma tutti noi sappiamo come è andata a finire.
Il succo del discorso si può riassumere in poche parole, dette appunto dalla nostra Olivia brilla.

Servire la repubblica.
Ho sempre pensato fosse una buona cosa, una gran cosa. Un servizio reale, una vocazione.
Ora penso che ti corroda, finché non sei più la persona che eri.
Finché non sei smarrito, finché non riesci a ricordare chi eri.
Finché non ti dimentichi di te stesso e tutto quello che riesci a vedere è il bene superiore.
Vedi solo Dio e la nazione. Sei così impegnato a fare il patriota che ti dimentichi di essere una persona.

Wow. wow. w o w. Che battute, che geni, adoro adoro adoro. Ascoltate tutti Brillivia, lei ha sempre ragione.
Dopo questo fantastico discorso, Olivia arriva alla conclusione che è necessario assecondare Mellie. Lo scapolo che sceglie è proprio Jake! Buone notizie per gli Olake, quindi. Vedremo come si evolverà la cosa e, in caso, dove posizionare la stanghetta della mia predilezione verso gli Olake o Olitz.

E’ il momento della presentazione del vice-presidente. Ricordate i puntini? Beh sono dovuti al fatto che la donna di cui Nichols si era innamorato non era altri che… LegendMellie. Wow #shocker

Ragazzi, mi aspetto molto di più dalle prossime puntate! Vi lascio con il promo ed i ringraziamentiiii ad i nostri fantastici affiliati! Alla prossima settimana ❤

Ringraziamo: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Serie Tv, che passione | Scandal Italia | Kerry Washington Italia | Serial Lovers – Telefilm Page | Fandoms Community | Telefilm. Un amore incondizionato | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serie Tv e film time | Film e telefilm ossessione. | All you need is

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...