Glee/Telefilm

Recensione | Glee 5×09 “Frenemies”

Saaaaaaaalve e tutti e ben ritrovati anche con il nostro Glee, dopo un’attesa di ben due mesi o poco più.
Ci siamo lasciati con la “solita” puntata sul Natale, laddove a tal proposito, colgo l’occasione di ringraziare TheFailedGirl per averla recensita al posto mio. Io proprio non c’è l’ho fatta, mi dispiace, ma mi sembrava tanto l’ennesima presa per i fondelli e così, onde evitare di affossarlo del tutto senza una vana speranza positiva, l’ho ceduto e buona notte suonatori.
Ma, devo dire che sono tornati con una verve inaspettata quasi, o forse ero io che mi aspettavo qualcosa di peggio così da valutare questo episodio abbastanza positivo. Voi che dite? Non è stato carino?

Partiamo già dal titolo “Frenemies”, e già questo lascia pensare a vari scannamenti (?) che ci saranno all’interno della puntata e infatti il menù del giorno offre:
1) Tina VS Artie;
2) Rachel VS Santana;

Siamo al McKinley e ci ritroviamo una Tina ed un Artie, ormai prossimi al diploma, che ricordano la loro “amicizia” accompagnata da un rito personale: il pranzo del martedì.
Sulle dolci note di “Whenever I Call You Friend” (dove fanno gli amiconi alla ♪ ♫ ♬  eeeeh non ci lasceeeeeeremo maaaaaai!! ♪ ♫ ♬) ricordano i bei momenti. Scena smielata, diabete a mille, fino a che, non arriva Lei, la suprema, l’acidità ed il cinismo fatto in persona.. signore e signori parlo di (maestro, rullo di tambuuuuuuuuri *TUTUTUTUTUTUTUTUTUTU*) SUEEEEE SYLVESTER!!!! (alèèèèèèèèèèèèèè oooohohohohoh alèèèèèèèèèèèè ohohohohhhh) che fa chiamare i due “grandissimi amiconi” nel suo ufficio.
La questione è “il discorso alla cerimonia dei diplomi”. Tina ed Artie sono a pari merito per questo compito e così la nostra amatissima preside organizza una specie di gara: entrambi scriveranno un discorso “prova” e saranno giudicati da –

Una giuria di idioti scelti da me!

– ovviamente il più bravo vince.
E qui scopriamo le vere facce della gente.
C’è talmente tanta competizione che in aula glee, sulle note di “My Lovin’ (You’re Never Gotta Get In), con l’aiuto delle Nuove Direzioni al completo, ci ritroviamo davanti ad un bello scontro fra i due ” a pari merito”, fra i “due amiconi forever and evaaaaaaaaa”, uno scontro talmente cattivo che Tina spinge Artie giù dalla sedia a rotelle. Ma dico, scherziamo???

Allora, affrontiamo un attimo il discorso: perchè Murphy? Cioè, che senso ha rendere questi ragazzi così superficiali? Insomma, stiamo parlando del glee club! Santo cielo, dovrebbe essere un gruppo ben compatto, che non si pugnalerebbe mai alle spalle e che soprattutto non dovrebbe essere così materialista, egocentrico ed egoista! Non dico che gli amici non litigano mai, al contrario, ma non nel mondo dei ragazzi del glee! Cioè, fino a 5 minuti prima ” te vojo bbbbbene assai”, “tu per me sei come un bro/sistaaaa”, “chiunque osi farti del male ci sarò io a difenderti a spada tratta”, e poi? Si scannano per delle stronzate?
Idem per Santana e Rachel nel quel di New York.

Come tutti ben sappiamo Santana, dopo la pubblicità riguardante una pumata per le parti basse, non riesce a trovare la sua strada del successo, fino a che non le viene in mente un’idea: provare a fare il provino per il ruolo da sostituta di Fanny in “Funny Girl”.
I rapporti tra le due sopracitate non è sempre stato rose e fiori, ma diciamo che nell’ultimo periodo sono riuscite a diventare persone abbastanza civili, tanto da riuscire a vivere insieme, e, sempre come ben sappiamo, Rachel muore per il mito quale è la Streisand, soprattutto per quanto riguarda Funny Girl.

A mio parere, ovviamente opinabile eh, Santana non si è poi comportata così male. Voglio dire, era così necessario far pavoneggiare Rachel in quel modo? Si è brava, si ha una voce incredibile, si ha un talento che difficilmente se ne trova oggi giorno e si apprezzo la sua “generosità” di far comunque apparire Santana come modella nel photoshoot inerente al musical,

però che diamine, era un comportamento adeguato secondo voi prendere a sberle Santana?

Non le ha mica tolto la parte!! Se fosse stata una vera amica, quale si è sempre considerata, non avrebbe avuto un coportamento così bimbominkioso, al contrario, sarebbe stata contenta che una sua amica così vicina, sarà anche la sua sostituta. Insomma, sarei felice che chi potrebbe sostituirmi, fosse una persona che conosco abbastanza bene e, che per come si è evoluto il rapporto nell’ultimo periodo, non mi farebbe “il malocchio” o “un rito voodoo” per farmi schiattare e prendere il mio posto da protagonista, no? Sbaglio secondo voi?
Ad ognimodo è fatta, il produttore (Carlisleeeeeeeeeeeeeeeeeee!!) vuole le due ragazze nel musical, una sostituta è d’obbligo, così dopo un regolare provino sulle note di “Don’t Rain On My Parade” Santana viene scritturata a tutti gli effetti.


Rachel in preda ad una crisi isterica e dopo averla schiaffeggiata, e, vedendo che Kurt (santo ragazzo) non prende le difese di nessuna perchè, come secondo il mio parere, non è neccessario prendersela in quel modo, decide di andare via da casa.
Assurdo, no?

Sempre ne quel di New York, Kurt pensa che Elliott voglia prendere il posto di leader nella sua band, i Pamela Lansbury, così organizza delle uscite con lui per conoscerlo meglio e capire se potrebbe mai fare una cosa simile. Vanno assieme in un negozio di strumenti musicali e sulle note dei miei amoriiiiiiiiiiii The Darkness “I Believe Thing Called Love” fanno pace! O meglio, ritornati a casa di Kurt, Elliott capisce cosa sta succedendo e garantisce al padrone di casa che non   farebe mai una cosa simile.

Al McKinley è il giorno del “discorso di prova”, ma sorpresa sorpresa, entrambi i candidati tornano ad alogiare il proprio rivale, scrivendo un discorso sull’importanza di prendere l’altro piuttosto che se stessi, perchè si son resi conto di aver esagerato un tantino con la cattiveria e così tentano di rimediare ai propri sbagli.
*Ma va? Veramente? Ma che strano!*
Sue non la prende bene, così decide di affidare il discorso di commiato al terzo in carica, il nostro Blaineeeeeeeeeeeee Andersoooooooon!!

Tra i due litiganti il terzo gode!

Ma quest’ultimo, sapendo quanto ci tenevano i suoi due amiconi, decide di fare una cosa a tre.

No aspetta, detta così lascia alludere a cose ben più diverse xD
Insomma, decide che il discorso va fatto con una canzone che ben rappresenti la situazione e sarebbe bello se gli venisse data una mano proprio da Tina ed Artie.
In conclusione, lasciamo la scena di New York con Santana e Rachel che durante le prove del musical “duellano” con un meraviglioso brano dei Police “Every Breath You Take” senza pace fatta ovviamente; invece lasciamo il McKinley sulle note di “Breackaway” cantata da Tina, Blaine, Artie e New Direction seguendo la classica scia de “a fine episodio, torniamo ad amarci e volemose bbbbbene come se non ci fosse un domani”.

Nota positiva: finalmente stiamo tornando a dei gusti musicali più sensati e forse riusciamo a trovare anche una storyline abbastanza efficace. Ripeto, l’episodio non è stato male. Speriamo che continui sulla linea del “sensato”.
Ditemi i vostri pareri a riguardo.

Vi lascio come sempre con il promo del prossimo episodio =)
Enjoy, Anna.

Ringraziamo come sempre le nostre meravigliose pagine: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | *Losers like Glee* | • Telefilm Dependence • | Naya Rivera? La Perfezione | Serial Lovers – Telefilm Page | •You’re kιllιng me now. Anιmαl ιnsιde of you• | A future without you,is a future without sense ღ | Fandoms Community | I’m not only perfect, I’m a Gleek too. | Telefilm. Un amore incondizionato | Serie Tv e film time | My fangirl level it’s over nine thousand | Film e telefilm ossessione. | Love them,telefilm. | – Leα Michele, you’re α firework;

Annunci

4 thoughts on “Recensione | Glee 5×09 “Frenemies”

  1. Sono d’accordo e non lo sono. Anzi, l’unica cosa in cui mi trovo in disaccordo con te è la questione della sostituta. Rachel non è mai stata il mio personaggio preferito, amo la sua voce ma in tutte le stagioni mi ha dato spesso fastidio il suo atteggiamento. Ma in questa puntata, diciamo che mi trovo quasi pienamente d’accordo con la reazione di Rachel. Che Santana voglia entrare a far parte del mondo dei musical mi va bene, ma sei a New York, avresti potuto essere la sostituta se non la protagonista di moltissimi altri show, non capisco perchè andare a scegliere proprio Fanny che è il grande sogno di Rachel. Secondo me questa reazione è dovuta al fatto che Rachel sia consapevole della bravura di Santana e che esista anche una piccola possibilità che il ruolo passi a lei. Santana non ha mai avuto il desiderio di essere Funny, ecco cosa fa infuriare Rachel. Lei ha sudato per avere Funny, mentre Santana, a cui non è mai importato nulla del musical, potrebbe anche avere la sua parte. Quindi no, non mi è piaciuto affatto quello che ha fatto. Mi è sembrato di rivedere la Santana della prima stagione, e poi seriamente? Cantare Don’t Rain On My Parade con quasi la stessa coreografia di Rachel? Sinceramente amo ancora di più la versione di Rachel anzichè quella pop di Santata.
    Per il resto sono d’accordo con te, ottima recensione.

    Piace a 1 persona

    • Grazie del complimento =) e hai ragione anche te sotto questo punto di vista, posso essere d’accordo anch’io sul fatto che poteva scegliere benissimo qualsiasi altro musical, però ciò non sta a giustificare la reazione sfrenata di Rachel ecco. Voglio dire, si Santana avrà anche “sbagliato”, però dai, parlane in modo diverso e cercate di venirvi incontro a vicenda, dopo tutto sono diventate “amiche” e come tale non dovrebbero volere il male/sfiga dell’altra. Credo.
      =)

      Mi piace

  2. Premessa; ho recuperato la speranza di vedere uno show fatto bene, questa puntata ha aperto trame interessanti e (grazie al cielo) non é stato un The Marley Show.

    Io per un attimo ci ho creduto a questa falsa amicizia tra Rachel e Santana, anche perché sono due personaggi che mi piacciono: Rachel fin dall’inizio, Santana dopo il suo coming out. Purtroppo però Santana se l’é cercata, Rachel non é una donna da tirar schiaffi da diva e andarsene di casa (o almeno non lo é ancora, anche se i segnali ci sono). Santana ha fatto una vaccata. Rachel vive per Barbra Streisand, per Funny Girl e per Broadway; é stata la prima ad iscriversi al Glee Club e la prima ad imbarcarsi per New York, mollando pure il moroso, per raggiungere il suo sogno. é la protagonista indiscussa. E poi Don’t Rain on My Parade cantata da Santana (SOTTOLINEO di una tonalitá piú bassa) non ci stava proprio.
    Comunque sono curiosa di vedere come si svilupperá la storia, anche perché le due regine del pollaio sono anche nella stessa band…!

    Le vicende di New York sono molto piu interessanti di quelle del McKinley, gli autori ogni tanto si ricordano che hanno una bomba chiamata SUE SYLVESTER da utilizzare per tenere alto lo show. Insomma ha fatto tre uscite e tre volte mi sono ribaltata dalla sedia!
    (I pranzi del martedi sono stati rispolverati ad-hoc per questa puntata, non mi ricordavo che tra Tina ed Artie scorresse tutto sto buon sangue….!)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...