Teen Wolf/Telefilm

Recensione | Teen Wolf 3×13 “Anchor”

Non ne potevo più dell’attesa pre Teen Wolf. Tra spoiler, promo e foto promozionali, mi stava salendo l’ansia a mille perché più cose rilasciavano, meno capivo. Ero arrivata addirittura a pensare che Stiles diventasse sordo e/o perdesse l’umanità – beh, su quest’ultima ho ancora i miei dubbi -, più un altro milione di catastrofi nate dalle varie teorie che molti internauti sono stati capace di elaborare guardando solamente un millisecondo di promo.

Beacon Hills non la raccomanderei a nessuno, tanto meno adesso che ci sono tre ragazzetti tornati dall’oltremondo con qualche problema con il controllo della realtà.
C’è Allison che, essendo stata istruita dalla migliore nel campo (Lydia), si ritrova in posti senza sapere come ci è arrivata, in seguito ad allucinazioni in tutte le salse con un comune denominatore: Kate Argent. Vede la zia ovunque, anche mentre essa si cimenta in una perfetta imitazione di Samara – manca solo che le dice “morirai tra sette giorni”…. forse perché morirà veramente tra sette giorni o giù di lì, ormai il passare di colpo dal caldo al freddo è stato superato da ben altre preoccupazioni -. Ma il massimo del WTF viene raggiunto nel momento in cui Allison sta per fare esse-e-esse-esse-o con Isaac quando, all’improvviso, come se niente fosse, spunta la zietta psicopatica con tanto di occhi spiritati e con filo di ferro che esclama con foga: “Let’s do him togheter, Allison!”
Eheheheheh, a zì. Ma non sarai un po’ troppo cresciutella per fare la porcella con due adolescenti?
Ah, no. Non voleva intendere questo… voleva dire UCCIDIAMOLO. E infatti lo soffoca con una bellissima collana di Tiffany in fil di ferro.
Ma è tutto un sogno! E Allison si risveglia non senza qualche souvenir affilato dietro la schiena.

Io ci credo nei sogni e per questo mi spaventano molto (così come mi spaventano i lupi mannari… non quelli fregni… quelli brutti e pelosi. Ma perché vi sto raccontando le mie paure?!) ma allo stesso tempo mi intrigano e perciò nel mio tempo libero mi metto a fare le ricerche che non mi fanno dormire la notte. Questo per dirvi che le cose che ha detto Stiles sono vere, così come è vero che quando nei sogni muori, ti svegli. E proprio i sogni, e il subconscio in generale, sono la chiave di questa stagione 3B.

Stiles è quello che più di tutti sta soffrendo gli effetti dell’essere andati dall’altra parte. A differenza di Scott, del quale penso che i suoi problemi siano dovuti più a questioni di cuore che a questioni dell’anima, e Allison, Stiles è messo peggio. Anche lui ha gli incubi/sogni/allucinazioni/tuttietreinsieme ma cosa c’è di peggio del perdere contatto con la realtà? È questo che sta succedendo al povero ragazzo, i sogni diventano sempre più reali e la realtà sempre meno razionale. Ha sogni nei sogni tipo Inception, ma se Leonardo DiCaprio aveva escogitato un metodo per capire quando stesse sognando o meno (perbacco! Io non ancora mi riprendo dal finale di Inception e spero, spero, la nuova stagione di Teen Wolf, visti gli argomenti trattati, faccia la stessa fine), Stiles non sa niente di niente.
Se in un primo momento riesce a correlare i sogni al sonno, con l’andare del tempo questo legame scompare e Stiles si ritrova a sognare ad occhi aperti, in classe. Penso non ci sia niente di più spaventoso. Soprattutto se inizi a vedere l’intera classe che ti parla usando il linguaggio dei segni, e se al tuo risveglio scopri di non esserti addormentato affatto e di aver riempito un intero foglio con la scritta WAKE UP in diversi tipi di font, interlinee e allineamenti.

Al contrario dei suoi due amici, Scott ha problemi a controllare l’Alfa che è in lui, però, come ho detto, e come Mamma McCall ci ha fatto capire, il problema non è l’aver acceso Il faro delle sciagure soprannaturali (da oggi in poi chiamerò così il Nemeton), ma l’aver perso l’ammmore di Allison.
E gli effetti collaterali comportati da ciò sono: la distorsione della sua ombra, gli fa talmente paura che inizia a correre in cerchio come una gallina; occhi che si illuminano da soli; comparsa di zanne e unghie nei momenti meno opportuni. Get over it, son.
O qualcuno ci finirà morto ammazzato. Scott ha perso la sua ancora e probabilmente anche tutte le sue password quindi non è più capace di controllarsi, per fortuna che c’è Melissa, mamma cool, che gli dice la tipica frase morto un papa se ne fa un altro – beh, ovviamente non gli ha detto così – e lo sprona a credere in se stesso; in momenti così si vede proprio che Melissa è la madre di Scott “eroe-della-situazione” McCall.

L’unica che gode come una cagna e Lydia perché dopo 3 stagioni e mezzo la pazza non è più lei. Se fosse reale le direi solo una cosa: Calma. Ci sono ancora 11 puntate e tu sei Lydia Martin.
A quanto pare tutti si sono dimenticati che la ragazza è una Banshee e nessuno accenna ad un bel niente; vi prego, non mi fate morire in questo modo la storia di Lydia. Vi  s u p p l i c o.

Quando c’è un problema che coinvolge il sovrannaturale, tutti sanno a chi rivolgersi: a Deaton, che nel tempo libero fa il veterinario – ma secondo voi fa bene ad avere ancora la clinica aperta e pagare le bollette, visto che la usa solo per ricevere gente? -; come sempre ha una risposta ad ogni domanda, e quando Stiles e Scott gli raccontano dei problemi che stanno riscontrando loro e Allison, lui esordisce con una bella rassicurazione: o chiudono la porta nella loro mente che hanno aperto morendo o….

…. O la risposta ce la da la carissima nuova arrivata che già sappiamo essere un Kitsune, la figlia del professore di storia. La cosa imbarazzante è che il padre è il suo professore di storia. Dicevamo, Kira ci toglie tutti i dubbi che Deaton ci lascia, o chiudono la porta o muoiono! Che novità.
Accendendo Il faro delle sciagure sovrannaturali i tre ragazzi sono scivolati nella terra di nessuno, tra la vita e la morte. Ora, si inizia con gli incubi, si passa alle allucinazioni e alle paralisi, e si finisce con il morire. Farò qualche ricerca sull’argomento, ma per adesso mi fido di quello che ha raccontato la ragazza.

A me è venuto da ridere quando come se niente fosse Kira si è presentata al tavolo dove c’erano tutti i nostri eroi (che belli che erano awwwww) e ha esordito con: “io lo so che succede! Morirete!”. Insomma, è entrata a pieno nello spirito di Beacon Hills e forse si salverà per questo.

La cosa carina è stata il parallelo con la prima puntata della prima stagione in cui Stiles va a trovare Scott per andare in cerca di un corpo.

                       

                       

Stavolta accade il contrario: è Scott ad andare da Stiles. I due cercano di risolvere un caso per il padre di Stiles, perché esso sta per perdere il posto di sceriffo.
Devono trovare il corpo di un bambina scomparsa otto anni prima; Papà Stilisnki sospetta fosse opera di lupi mannari – dei quali era all’oscuro a quell’epoca – e chiede aiuto a Scott. Nel bosco (i boschi non sono sicuri, non ci andate) trovano l’auto nel posto dell’incidente, ma nessun corpo… solo un piccolo lupo mannaro, un solitario, dagli occhi, che risulta essere Malia, la bambina scomparsa.
Ammetto che questo era un po’ scontato, però bello ugualmente.

                      

                      

L’ultima cosa su cui devo riversare un po’ del mio veleno è l’Allisac. No. Basta. È campata in aria e so che Issac ha problemi a controllare le mutande ma NO. Questo matrimonio non s’ha da fare! Nei sogni sì, nella realtà no. Non piace neanche a Scott (ma va!).

A Scott non piace.

E come finisce la puntata?! Con loro: gli Hale. Zio e nipote sono a friggere su un reticolo elettrificato a causa, a quanto pare, di Peter! Che novità!!
To be continued…

Che dire, a me è piaciuto come (ri)inizio di stagione, dalla sigla figa e rossa come il sangue, a tutta l’atmosfera surreale creata da Davis; tanto è vero che non sono sicura di aver visto Teen Wolf. Mi piace la ragazza nuova, spero solo non muoia presto. La sola pecca è la minigonna a giropassera di Allison. Ahahahha, a me fanno ridere tutte le studentesse che nei telefilm americani vanno in minigonna a scuola. Non per qualcosa, ma per una questione d’abitudine, perché se ci vai da noi vestita in quel modo non ti fanno neanche entrare.

N.B.: Isaac nei panni di Mary Crawley aka regina della felicità.

                       

E a voi è piaciuta? Fateci sapere cosa ne pesate mentre io vi linko il promo (avevo scritto porno e ci ho riso per 3 ore) e uno sneak peek della 3×14 intitolata “More Bad Than Good” (quando si dice il buongiorno si vede dal mattino .-. ) e anche con il promo della 3B, tutto con i sottotitoli a cura di Teen Wolf Italia su cui v’invito a passare!

Ringraziamo: Teen Wolf Italia | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione | Beyond the Good and the Evil | Poseed ϟ Tyler Posey & Crystal Reed Italian Source | « Allison Argent ~ Crystal Reed » | Dylan O’Brien Fans. ϟ | Dαniel Shαrmαn ϟ | Holland Roden Italia | Daniel Sharman Italia | Holland Roden Fans. | ~The bite is α gift | Teen wolf ϟ sometimes the shape you take reflects the person that you are. | My drug is teen wolf | We are Teen Wolves. | Vampires and Werewolves | Normal people scare me. | • Telefilm Dependence • | Serial Lovers – Telefilm Page | I’m not a Hero » Teen Wolf.∞ | « If you say one word | Crystal Reed Italian Fans . | There Is Always Hope -Teen Wolf | This might hurt ϟ Teen wolf | Teen Wolf Italy ϟ | Charlie & Max Carver Italia | I Want You To Scream∼Lydia Martin | Trust the instinct. ϟ TeenWolf. | Hobrien | ~• « Lydia Martin » – Holland Roden. | Derek/Stiles ~ don’t be such a sour wolf | »Fall in love for Stiles. ϟ | In love with Daniel Sharman ≈ | Stiles and Isaac | « You still got me » Teen Wolf | The simple,yet undeniable power of human love. ∞ | PETER HALE Italy | Serie Tv, che passione ღ

2 thoughts on “Recensione | Teen Wolf 3×13 “Anchor”

  1. Ciao!
    Per prima cosa… adoro le tue (vostre, devo ancora capire in quanti scrivete e come funziona quest’affare, sorry ><) recensioni! Sono sempre accurate, con tanto di immagini, e poi c’è IRONIA, vera ironia che mi fa sorridere ogni volta.
    Che dire… io sono nuovissima del fandom, entrata la scorsa estate facendomi una mangiata assurda di tre serie in tre mesi e poi… vuoto totale fino a ieri in cui ho scaricato la puntata e me la sono goduta. Finalmente.
    Questi mesi sono volati e anche io, come te, non ne potevo più di tutti i promo e i trailer e le interviste o giù di lì che mi facevano solo salire l’ansia e la voglia che questo 6 gennaio arrivasse al più presto.
    A me questa 3×13 è piaciuta tantissimo. Come te, anche io mi sono chiesta “Ma è davvero lo stesso Teen Wolf?”, perché è veramente TROPPO. Ho visto un crescendo, sia nella narrazione che nei personaggi (con attori al seguito che sono sempre più bravi!), e la cosa mi piace moltissimo!
    Diciamo che ci sono stati solo alcuni punti ma mi hanno lasciata così, un po’ perplessa. Primo: la minigonna di Allison (eh già xD); secondo: perché dopo otto anni l’auto è ancora nel bosco e non è stata rimossa?; terzo: nessuno si stupisce del fatto che Kira arriva bella-bella e fa la sua lezioncina?; quarto (ma questo è un optional): perché Tom T. Choi e Arden Cho, dalle origini coreane (con tanto di tratti somatici tipici), devono interpretare personaggi giapponesi??
    Per il resto, ho goduto alla vista di Tyler Hoechlin e Ian Bohen senza maglietta *__* (Per Derek, va be’, ci siamo abituati, ma lo zio… *___* Magnifica sorpresa, sì sì u.u).
    Non mi resta che salutarti… e aspettare la prossima puntata con tanto di recensione!
    Rory

    ps: solo una piccola cosuccia che non riesco a trattenermi dal dirti… hai scritto “perché ESSO sta per perdere il posto di sceriffo”, è meglio dire “egli” o “lui”… Scusami ^^”

    "Mi piace"

  2. Ok, sono diventata dipendente da questo vostro sito. Sorry not sorry. Prima di tutto questa recensione mi ha fatto morire dalle risate, secondo poi la gif con Kira è epica e la devo andare a rebloggare su tumblr tipo O R A. LOL Finalmente è ricominciato Teen Wolf, è il mio cuoricino non ha ancora capito chi cacchio shippare in questo telefilm perché sono tutti gnocchi e pieni di ormoni ma vabbe’! Concordo con tutto ciò che hai detto ma non dimentichiamoci di papà (??????) McCall che è da prendere a schiaffi assieme al suo lavoro schifoso! A me piace moltissimo questa storia di Malia (prevedibilissima, questo è vero lol.) ma non vedo l’ora di scoprire cosa succederà con questa nuova ragazza! :O

    p.s. la sigla stile ‘bloody mary’ mi ha messo una paura che neanche quelle di AHS, chissà cosa avrà in mente Jeff ç____ç

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...