Ripper Street/Telefilm

Recensione | Ripper Street 2×08 “Our Betrayal” Pt.2

Cara BBC,

chi ti scrive non è un ascoltatore/trice britannico medio. Sai, siamo italiani, di quelli pizza-mandolino che si accontentano di vedere le serie straniere perché la televisione italiana ci fa ribrezzo. Con questo, non voglio dire che la vostra TV sia meglio, però tu, cara BBC, ci hai sempre abituato ad un certo livello di qualità, soprattutto per i tuoi cosiddetti drama o ‘sceneggiati’ per dirla all’italiana. Pensa che a noi ci toccano al massimo Elisa di Rivombrosa o altre cose pietose che, sì, da buona esterofila, evito proprio di guardare a prescindere.

Quando è iniziata Ripper Street, come molti spettatori non britannici, mi sono subito appassionata a questa serie, che ha saputo coinvolgermi di volta in volta. Certo, è vero che qualche puntata forse era leggermente più lenta di altre, ma in quale serie non succede questo? Ripper tra l’altro ha mostrato un pattern, uno schema, per cui se per più di due episodi sembra che non succeda apparentemente nulla, nei successivi c’è da aspettarsi una catastrofe o una dose di sfiga inimmaginabile.

Sai, cara BBC, ci hai fatto appassionare agli investigatori del distretto H, e penso tu non abbia operato una scelta casuale scegliendo gli attori che hai voluto in questa serie, proprio perché sono attori di qualità. Hai investito su questo progetto ed hai puntato su nomi e volti che il pubblico ama e che avrebbe amato ancor di più una volta vestiti proprio quei panni, in quel modo.
Alla seconda stagione, ora, vuoi tirar giù il sipario su una serie che ha ancora molto da dare, e che forse, chissà, nelle speranze e illusioni di tutti i fan, potrà continuare per vie traverse.

Ora, BBC carissima, non credi di aver fatto un errore di valutazione? Per carità eh, succede a tutti, come scommettere su un cavallo che poi si rivela essere una lumaca. Eppure questa lumaca ti ha dato soddisfazioni, premi e riconoscimenti anche quest’anno. Certo, non è roba da ITV o da Downton, ma tu lo sapevi fin dall’inizio, perché potrebbe benissimo strizzare l’occhio alla HBO e chissà se ne finanzierebbero un seguito.

Cara BBC, permettimi, forse questo è uno sfogo più che una lettera, ma in questo preciso istante mi sembra come se tu abbia voluto gettare una bella bomba atomica nel mezzo di quelle viuzze umide e sporche di fine ottocento. Una visione anacronistica, certo, ma che rende bene l’idea perché io, proprio io che non conto un accidente, ce l’ho proprio con te.
Ci hai dato una conclusione che potrebbe essere sì una discreta chiosa, ma lascia comunque degli spiragli aperti, troppo aperti, e domande che meriterebbero una risposta e che rimangono lì, in punta di lingua.

My reaction to Ripper Street series finale

Ci hai riportato Drake, forte e vendicatore. L’hai reso un martire umano, un Cristo deposto che ha vagato per le avversità della vita. Lo hai riportato a noi ma con la voglia di non menare più le mani, perché ha capito il prezzo della vita, quella vita che decide di non togliere più, sebbene si macchi sempre di sangue e le sue nocche siano doloranti, sul volto livido e scavato. Ha quasi paura dell’amore, e Dio solo sa se mai potrà amare di nuovo, il povero Bennet.


Gli hai affiancato in questo calvario un Reid nel suo periodo peggiore, impegnato nella risalita di un muro scivoloso di melma e fango nel quale sembrava aver trovato un appiglio di nome Cobden. Lo hai issato a tutore della legge, poi lo hai distrutto nuovamente ed infine l’hai riportato ad essere un poliziotto che comprende quanto a volte la legge sia limitata.  Di rancore, odio e ancora vendetta ha riempito il cappello ed il cappotto, col quale probabilmente lo vediamo per l’ultima volta volgerci le spalle e tornare al distretto.

Hai fatto soffrire Jackson e Susan, unendoli e poi mettendoli uno contro l’altra nelle incomprensioni di un epoca troppo dura e difficile. Hanno viaggiato su due binari paralleli, per poi incontrarsi al punto di scambio e poi ridividersi. Un convoglio è deragliato, ci sono stati feriti, ma poi tornato in sesto, sono andati ad incontrarsi di nuovo, non senza sofferenza e sacrifici. Uno dei due però, sembra voler viaggiare su una linea più sicura, e dunque cosa ne sarà al raggiungere quella stazione che speravano?

Ci hai mostrato ancora il volto della corruzione, della spietatezza, nascosta dietro gli occhi di ghiaccio dallo sguardo bieco, incastonati sopra a due baffi tirati a lucido. Nella sua cattiveria siamo andati a fondo, ci hai condotto per mano per le vie del vizio, ci hai fatto amare il crimine, con le sue debolezze e nefandezze, con i compromessi e quei ricatti che molti innocenti hanno pagato a caro prezzo. Perché anche il male ha quel fascino algido, il pugno fermo dei muscoli tesi, la strafottenza del potere in tasca che seduce e a volte ti convince, diavolo tentatore.

Ci hai fornito anche un capro espiatorio, colui sul quale sfogare la nostra rabbia, colui da additare quando ce n’era bisogno e che è diventato un’altra vittima. Volontario, poi colpevole, sacrificato e condannato ma forse redento attraverso una sorta di assoluzione implicita, lui e le sue confessioni.

Già, è stata un’ assoluzione implicita, perché non sapremo mai e non vedremo mai cosa ne sarà di lui, o cosa ne sarà di Lei. Lei, che vestita di merletti si era nutrita di speranze e sogni in un mondo dove non c’è posto per alcuna sincerità, e davanti ad un ring, al grido di ‘Kill him’ si sono infranti i sui sogni di bambola borghese innamorata del poliziotto. E come lei, un’ altra ‘rosa’ di giardino, a metà tra i sogni e quello che le viene dal cuore.

Cara BBC, ci hai portato tutto questo, come in un buon libro da leggere davanti al camino, di quelli dei quali rileggi i passi salienti perché non ne hai mai abbastanza, al contrario di saghe scadenti da patine hollywoodiane, e delle quali poi vuoi avere di più. Ce lo hai portato e ce l’hai tolto, così, per un motivo che a molti appare incomprensibile. E posso dirti che non ho gradito nemmeno il ‘silenzio’ a fine puntata, dove non hai lasciato alla voce fuori campo alcun commento, alcuna pubblicità ad un set di DVD o altro. Morto il vecchio, arriva il nuovo, si lascia il posto ad un altro drama che verrà come sempre.

Mi dispiace BBC, non ne seguirò un altro se dovrò subire lo stesso trattamento, perché quel libro che mi hai consegnato per poi gettarlo nelle fiamme, io dovevo ancora finirlo. Non sono per niente sazia della storia, e rimarrò sempre con quel senso d’amaro in bocca, quel retrogusto di torto subito. No, non voglio fare la mogliettina offesa o la fan tradita, ma solo la lettrice delusa,l’avida consumatrice di storie rimasta a secco con immenso disappunto. E sì, ce l’avrò proprio con te, perché non so con chi altro prendermela.

Buon Natale un corno BBC, proprio Buon Natale un corno.
Long Live the H division!

-Notforyourears

Per tutti voi lettori/trici che mi avete seguito durante questa seconda stagione invece mi auguro che trascorriate un natale sereno. Se siete stati in mia compagnia qua davanti ad uno schermo a soffrire, ridere ed anche commuovervi, ve ne sono grata e vi ringrazio di avermi accompagnato virtualmente in tutto questo. Chissà che non torneremo trionfanti a leggere e scrivere proprio di Ripper o di altri progetti affini. Questo è solo un arrivederci, ad una prossima serie da recensire e commentare insieme.

P.S. Se mai qualcuno avesse mai intenzione di farmi un regalo, una strenna natalizia, mi accontento di un Jedediah Shine, grazie 😉

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Beyond the Good and the Evil | Matthew Macfadyen Italian Fan Page | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vitaTelefilm Passion ღ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...