Misfits/Telefilm

Recensione | Misfits 5×08 “Episode Eight”

Buonasera, lettori.
Misfits è finito. Per sempre.
Non siete tristi anche voi? Non pensavo, come vi dicevo, fino all’anno scorso che mi sarebbe mancato. E invece dopo questa serie so già che mi mancherà tanto.
Mi sento un po’ svuotata, come mi succede sempre quando una serie che ho amato termina.
(La serie per cui io mi sia più disperata è stata Fringe. Ho anche pianto come una fontana, jsyk).
Devo dire che, se tralasciamo il primo episodio, tra i restanti sette questo è quello che mi è piaciuto meno.Gli ho dato un otto, ecco. Ma non perché non mi sia piaciuto, anzi, solo che è stato tutto un WTAF continuo, cose senza senso -alcune- e soprattutto è terminato lasciandoci ancora qualche domanda (in classico stile E4 – vi dice niente SKINS?!) come ad esempio: ma Mark? Tornato tartaruga? Rimasto tale? Mah.  Errata corrige everyone! Come mi hanno fatto giustamente notare Mark era morto lo scorso episodio e non so perché lo avevo completamente rimosso ._. Perdono XD
Cose molto apprezzate sono state invece le “citazioni” della prima edizione quali “Me lo sente nelle BIP” di Nathan e la versione leggermente alterata di Rudy. O l’incredulità di Finn alla questione “super-eroi” che ricalca, grossomodo, la stessa di Nathan, sempre lui.
Non credo proprio che sia stato casuale, voi?!
Ma andando per gradi: l’episodio si apre con il nostro gruppetto all’esterno del Centro sociale e con l’annuncio, poco dopo, da parte dell’assistente sociale che il loro periodo di servizio sociale.
Già qua partiamo male per me perché è proverbiale che brutte cose succederanno non appena finiscono il servizio sociale e puntualmente tornano da capo, esattamente dove avevano lasciato (tutte le “generazioni” hanno fatto questa fine xD).

 

 

 

E così il nostro gruppetto lascia il Centro sociale sperando di non dover mai più indossare quelle divise arancioni nella loro vita (tra l’altro, cosa random: perché finiscono sempre tutti il loro servizio sociale nello stesso giorno?! XD)
Intanto Rudy Two ha allestito l’ex “ufficio” in cui si riunivano i “mutanti anonimi” (boh, nomi a caso, LOL) -ma perché il gruppo di supporto non c’è più?!- nel quartier generale della gang di super-eroi. La loro copertura? Ma ovviamente quella che era raffigurata sul maglione -altrimenti che Jumper Party sarebbero?- ossia ragazzi sottoposti a servizio sociale. La copertura perfetta: passerebbero inosservati, come dei piccoli criminali e soprattutto nessuno li scambierebbe mai per degli eroi.
E così la gang si ritrova ad affrontare il loro primo criminale: un ladro di macchine.
Per il tizio finisce male, ma potrebbe finire peggio, perché Helen gli da la scossa e lo stordisce atterrandolo in pochissimo tempo.

Nel frattempo al bar si riflette sul futuro: come saremo fra un anno? Questa la domanda.
(E già qua avrei dovuto farmi un’idea, in effetti).
Alex pensa di lavorare ancora al bar -aspirazione portami via xD-, Abbey non sa se diventare un medico o un pastore -la stessa cosa proprio- e Rudy spera di diventare un multimiliardario grattando un Gratta e Vinci che si dimostra poco dopo perdente, per la serie “come volevasi dimostrare”.
Jess è ancora arrabbiata con lui, ovviamente. E lui è ancora arrabbiato con Rudy Two per averlo lasciato e soprattutto con Helen per aver creato questa situazione.
Quando Rudy tenta di rappacificare con Jess la situazione precipita facilmente e Jess non ha tutti i torti in questo. Anche se usa delle espressioni un po’ dure.
E così per far dispetto a Rudy finisce con l’accettare un drink da questo tizio a caso, Luke.
Il mattino dopo si risveglia nel suo letto e fa subito per andarsene, credendo che fosse chiara la questione “una botta e via”, ma Luke è di tutt’altro parere e per un attimo ho temuto che volesse farle del male (è uno psicopatico!) ed invece la trascina semplicemente nel futuro dove loro hanno un bambino assieme.
Jess non la prende bene, ovviamente ma Luke la lascia in casa andando al lavoro, dicendole di prendersi cura del loro bambino e di pensarci sopra, anche perché non la lascerà mai andare.
Quando esce per prendere un po’ di aria Jess prova subito a chiamare Rudy, ma il suo numero non è raggiungibile e quindi si dirige subito al Centro Sociale.
Appena arriva troviamo ragazzi diversi, oltre alla banda di Rudy Two, ed è subito chiaro che Luke non stava sparando cavolate: l’ha trascinata davvero nel futuro.
Ma Jess ovviamente non è pronta a credere a questa cosa tanto facilmente ed entra nel Centro Sociale per parlare con Finn che si trova in ufficio. E quello che si trova davanti è un Finn che sta facendo il tirocinio per diventare assistente sociale.
Stai scherzando vero? Sì Jess, l’ho pensato anche io. Però in effetti i requisiti li avrebbe anche tutti, considerati gli ultimi assistenti sociali che abbiamo visto, LOL.

E ci ritroviamo di nuovo al bar dove ritroviamo Alex che è l’unico ad aver azzeccato la sua previsione sul futuro, ahah.
Abbey invece ha lavorato fin’ora per una cosa inesistente e ha realizzato un po’ in ritardo di essere stata vittima di uno scherzo.
Poco dopo arriva anche Rudy ed è in uno stato terribile. Mi si è stretto il cuore a vederlo in quello stato!
Jess infatti è stata assente per un anno intero, Luke l’ha davvero trascinata in avanti nel futuro ed i ragazzi pensavano che fosse morta.
Quando Rudy scopre che “la sua Jessica” è tornata collassa a terra quasi preda di un crollo nervoso per la gioia. E Jess quando lo vede in quello stato realizza quanto lui la amasse veramente (lo si vede nei suoi occhi). Ed è tutto tristerrimo, ecco.

 

 

[ la dolcezza delle foto di Jess *________* ]

Intanto la gang del bosco torna a colpire, ma questa volta li ritroviamo un anno dopo e cosa succede questa volta? Che uccidono un povero malcapitato un po’ stronzetto. Sam infatti lo trascina in alto per poi lasciarlo precipitare fino a che non si sfracella in terra. Le altre non reagiscono bene, ma non perché ha ucciso una persona, ma perché le ha sporcate. Ma perché le persone con poteri sono quasi tutte psicopatiche, eh?!
Comunque, capiamo subito che non è di certo la prima volta che capita, anzi, direi che è una cosa abituale.
Nel frattempo al covo Rudy Two sta leggendo articoli di giornale ed inizia a insospettirsi sul suo gruppetto di super-eroi. Diciamo che i suoi timori si stanno rinforzando, ecco.
Rudy One invece si è rimesso a nuovo (con i capelli a quel modo è troppo un cucciolo *^*) e fa subito “amicizia” con il piccolo Leo.
Subito ho intravisto quanto potrebbe essere un buon padre. E’ bravissimo con i bambini! E anche Jess se n’è resa conto.
Rudy sembra affezionarsi subito al bambino, mentre lei non riesce a provare nulla nei suoi confronti perché non lo sente suo. Non ha vissuto la gravidanza, non lo ha desiderato per nove mesi, non lo ha messo al mondo e soprattutto è arrivato nel giro di qualche minuto. Come potrebbe amarlo così, immediatamente, quando non riesce neanche ad accettare la situazione in cui si ritrova?
(Comunque è un bambino bellissimo *^*)
Rudy Two invece ha seguito la sua piccola gang per controllare le loro azioni ed accertarsi che non siano passati “al male”, divenendo quello che dovrebbero invece combattere.
Intanto Finn ha fatto dei controlli sulla famosa gang ed ha scoperto che non sono stati assegnati veramente ai servizi sociali e che quindi si sono infiltrati per chissà quale ragioni.
Così chiede “consiglio” a Greg sul da farsi che, ovviamente, il suo consiglio lo da in maniera molto particolare. Inquietante, direi.
(Però l’attore è bravissimo xD)
E così Finn va ad affrontare Helen, chiedendole senza troppi giri di parole, facendo però un po’ il provolone, come mai sta facendo i servizi sociali quando non è stata veramente assegnata al Centro Sociale.
E così viene elettrificato sul posto e Sam ci regale un’altra perla di Misfits.
“Hai ucciso l’assistente sociale tirocinante!” Poveri assistenti sociali, che finaccia che fanno in Inghilterra. LOL.
Così Finn viene trascinato in un auto per essere sepolto sotto al ponte -dove ormai c’è praticamente un cimitero tra quelli che hanno sepolto la gang e quelli che hanno sotterrato gli altri ragazzi XD- ma Rudy Two ha assistito alla scena in cui lo caricavano in auto, ha ormai capito tutto e con un tranello molto semplice, mentre Helen e Sam vanno a recuperare le pale, ruba l’auto sotto il naso di Karen e ha un mini confronto con Sam in cui tira fuori il suo lato da “Rudy One”.

 

Intanto al bar Rudy One ha decisamente stretto amicizia con il piccolo Leo, tanto da allattarlo visto che Jess non c’è ed il piccolo ne ha bisogno.
Le facce di Alex in queste scene sono meravigliose. Mi hanno fatta troppo ridere!
Tra l’altro quando Rudy mette a nanna il piccolo Leo, Abbey si accorge che del latte gli sta colando da un capezzolo (???) e che quindi lo stava allattando veramente.
Anche qui, la faccia di Alex -per la precisione, quarta gif qui sotto X°D-

 

 

 

Rudy Two ormai si è reso conto di aver sbagliato tutto e che non avrebbe dovuto seguire quello che diceva il maglione (piccola parentesi: la povera Maggia ha solo tessuto il futuro per come le si presentava, ma il futuro non è certo una cosa lineare e statica. Spesso non è affatto quello che sembra nelle previsione, e questo caso non fa affatto eccezione, anzi!).
Così chiede aiuto a Rudy e al resto dei ragazzi per porre fine alle malefatte della gang che ha anche cercato di uccidere Finn.
E così ci ritroviamo davanti ad una scena molto badass con i nostri ragazzi armati fino al collo di mazze di vario tipo e natura (baseball, cric, piede di porco ecc.).
(Posso sottolineare la figaggine di Joe Gilgun in questa scena? Esempio pratico: la seconda gif *çççççç*)

Qui l’unico a ragionare veramente sembra essere Alex: come pensano di battere qualcuno di invisibile, un tizio che vola ed una che può elettrificarli fino a farli morire?!
Ed infatti appena si trovano davanti a Sam il piano si riduce ad una cosa: scappare.
Finn lancia così l’idea che Alex è l’unico che potrebbe fare in effetti qualcosa: aggrapparsi a Sam, spogliarlo e farselo a mezz’aria togliendogli così i poteri. E’ un piano di merda, ammettiamolo.
Ma Finn è più intelligente di quanto si pensi e così inizia a provocare Alex ed alla fine quest’ultimo parte con uno scatto per fargli vedere che può farcela eccome.
(Sei un idiota, dai XD)
Chissà come riesce a spogliarlo in aria e a togliergli il potere (con le mutande Sam e lui con tutti i pantaloni… credibilissimo!) ma c’è stato un errore di calcolo: se sono in volo poi come atterrano?
Ed è così che Finn si ingegna per spostare il cassonetto in modo che ci atterrino dentro. Ed invece Sam si spiaccica per terra. Per fortuna invece Alex si salva.
Però, ancora una volta: la leggerezza con cui trattano la morte in Misfits mi spiazza sempre ._.

 

 

 

 

Intanto al Centro Sociale RudyTwo affronta Helen che alle parole di quest’ultimo: “mi hai tradito“, non risponde con un “mi dispiace” o un “non volevo” o ancora “la situazione ci è sfuggita di mano”. No, lei risponde con un “non volevo che lo scoprissi“.
Pentitissima, vero? Si dispiace solo che lui l’abbia scoperto, mica di esser diventata un’assassina. Ma se che… *censura*
Comunque è stata una scena tristissima, stavo quasi per piangere assieme a Rudy Two che ormai è diventato tenero che più tenero non si può.
“Ti ho amata… con tutto il mio cuore”. 
E tu brutta *censura di nuovo* cosa fai?! Gli chiedi scusa perché Karen lo sta per attaccare alle spalle!
Bastarda. Eh.
Hai l’uomo che ami, in teoria, che sta piangendo davanti a te e che ti dice che ti ha amata con tutto sé stesso, ti sta facendo capire che sei tutto il suo mondo e tu invece di provare a recuperare qualcosa lo stordisci e lo leghi in uno stanzino! WHAT IS WRONG WITH YOU?!
Intanto fuori dal Centro Sociale c’è un altro Rudy in versione tenerezza. Jess vuole aiutare i ragazzi a liberarsi della gang, ma Rudy non le permette di farlo perché ha un bambino a cui badare adesso e deve pensare ad un’altra vita ora, oltre alla sua.
E, sorpresa delle sorprese, le lancia la proposta di crescere Leo assieme, come se fosse figlio loro.
Alla faccia del fatto che non sarebbe mai stato un buon padre. Il problema di Rudy è che si lascia definire dal concetto che ha di sé stesso quando in realtà è molto di più.
Dice sempre che la parte migliore di lui è Rudy Two ma non credo che sia così.
Rudy Two è il Rudy che non ha paura di ammettere i suoi sentimenti e che si lascia trascinare da quest’ultimi naturalmente. Rudy One è il Rudy che ha paura dei suoi sentimenti, che ha paura di impegnarsi e di ferire la gente e che si nasconde dietro l’auto-ironia.

 

 

 

«Rudy…sta attento
«Certo che starò attento! “Attento” è il mio secondo nome… Rudy “AttentoGeoffrey Wade»

E così il gruppetto entra nel Centro Sociale, sempre armato di cric, mazze ecc, nel tentativo di scovare e cogliere di sorpresa le due ragazze.
Mentre perlustrano il Centro però Karen si è già mimetizzata con la macchinetta delle bibite e così si accorge immediatamente del loro arrivo ed ha tutto il tempo materiale per organizzarsi e liberarsi di loro.
In tutto questo sono rimasta shockata dal fatto che questa ammazzasse con tanta leggerezza e continuasse ancora a non riuscire a parlare a voce alta. Che sei, timida a seconda delle occasioni?!
Intanto Jess prende finalmente in braccio Leo e poco dopo si rende subito conto che lo sta già amando e che forse, sotto sotto, un po’ desidera davvero di averlo questo bambino.
D’altronde ad averla sconvolta non è stato il bambino stesso, ma il fatto che non abbia potuto viverselo come vorrebbe viverlo una madre.
(E’ la scena esatta del maglione, comunque!)
I nostri quattro baldi giovani intanto continuano a perlustrare la struttura fino a che Alex non sente dei rumori e, dopo aver aspettato qualche secondo, irrompe insieme agli altri in uno stanzino e cosa trova?
Greg e Stuart seminudi. Oddio, dico seminudi ma è molto più probabile che fossero completamente nudi. Soprattutto date le facce degli altri.
(Dato che questa è l’ultima recensione di Misfits ripeto per l’ennesima, e ultima T.T, volta che adoro le espressioni facciali di Alex. Tutte! Sono troppo perfette per ogni situazione! E’ un attore molto bravo -oltre che obiettivamente bello XD- e spero di rivederlo presto da qualche altra parte. Ecco, chiusa parentesi.)

 

 

Intanto Rudy Two ha ripreso conoscenza nella sua ex-stanza e riesce a liberarsi dalle corde che lo tenevano legato, grazie ai cocci di una bottiglia di birra che era rimasta lì su un tavolo. (Helen e Karen, siete due geni del male comunque eh xD)
Karen invece ha deciso di passare all’attacco e mentre i ragazzi continuano a cercarla lei inizia a sferrare colpi a destra e a manca con un coltello (la scena di Rudy che spacca la macchinetta è stata troppo LOL) e per un attimo ho temuto che finisse come con Alisha per qualcuno dei personaggi #if you know what I mean.
Per una volta invece i poteri di Finn funzionano alla stragrande e Karen viene tolta dalla circolazione da un pianoforte (?) che la sfracella dentro uno degli uffici.
(Quanta violenza e sangue in un episodio solo, comunque!)
Proprio su Rudy che si esalta un po’ troppo per la morte di Karen, arriva Helen, pronta a elettrificarli tutti quanti sul posto.
Fortunatamente arriva anche Rudy Two che la ferma in tempo. E qui c’è un’altra scena bellissima e tristissima. C’è Rudy che parla ancora del suo amore. E c’è la rappacificazione tra i due Rudy, cosa che mi ha scaldato il cuore.

 

 

 

 

Credo di poter affermare con tutta onestà che questa è stata la più bella scena di questa stagione di Misfits. Davvero toccante ed emozionante ♥
Helen però ormai è una psicopatica, se non si fosse capito, e dato che Rudy Two ha rinunciato a lei e si è riunito con Rudy One ora non ha più nessuna ragione per fermarsi e quel che minaccia di fare è ucciderli tutti.
A questo punto Rudy inizia un discorso lunghissimo fatto per distrarla e allo stesso tempo provocarla mentre si fa la pipì sotto (LOL). E ne fa talmente tanta che raggiunge anche i piedi di Helen che così, quando prova a dargli la scossa, viene elettrificata a sua volta.
Essere sconfitti per colpa di una pisciata. E’ quasi poetico XD
Intanto Jess non è riuscita a rimanere troppo lontana dal Centro Sociale e si ritrova nella stanza proprio mentre Rudy sta morendo tra le braccia di Alex e gli altri.
E anche qui scena tristissima. Con Misfits d’altronde abbiamo un precedente di morti davanti agli occhi dell’amato/a (Simon e Alisha çWWWWWç) e quindi quando Rudy muore davanti agli occhi di Jess mi sono subito data per vinta ed ero pronta ad ingiuriare pesantemente gli autori.
Il punto è che Misfits ha trovato il modo di uccidere o eliminare in altro modo tutti i miei personaggi preferiti.

Volete un elenco? Eccovelo:

  • Nathan – okay, questo è successo perché Robert non ha firmato, ma è la stessa cosa;
  • Simon
  • Alisha
  • Seth

Quindi ero pronta ad aggiungere il nome di Rudy alla lista e così anche quello di Jess e mi sembrava di rivere ancora una volta la situazione Alisha x Simon che mi aveva fatto frignare tantissimo.
Invece poi ho realizzato, mentre Luke faceva tornare indietro il tempo, che era tutto un piano di Jess e che la frase che aveva detto a Leo (“lo faccio per te”) si riferiva proprio a questo.
Così scopriamo che la Jess del futuro ha lasciato un lungo messaggio a sé stessa del passato spiegandole tutto quello che è successo e quello che deve fare per avere il piccolo Leo senza però far ripetere il resto della storia.

 

 

 

 

Qui devo scrivere un commento da fangirl su Rudy e Jess, se non vi piace la coppia saltatelo tranquillamente.
Quanto è stato bello quel bacio?! Forse anche più del primo che si sono dati! Non se sono io ad essere troppo sensibile ma mi hanno fatto attorcigliare lo stomaco quei due! E in Misfits mi era successo solo con Simon e Alisha. Non sono bellissimi, eh? EH?!
E qui c’è un taglio gigante che ci trascina di nuovo al “covo”, con Rudy Two che manda all’aria tutta la profezia dei super-eroi, spiegando ad Helen il perché.
Fortunatamente la Helen di oggi non è ancora psicopatica come quella di un anno dopo e quindi la prende molto bene, anzi gli propone di andare a farsi un viaggio assieme e quindi di vivere felici da lì in avanti.
E così anche questa coppia si è salvata, per la gioia di tutti e due i Rudy ♥
Ma non sarebbe Misfits se non ci fosse un finale un po’ di merda.
Ed ecco il nostro: Jess propone agli altri di diventare dei super-eroi, di quelli veri, volti al bene e non che vanno in giro ad ammazzare le persone.
Certo, dei loro poteri non è che ci siano molte cose utili, ma comunque è il pensiero che conta, no?
E mentre una tempesta si avvicina (pensavo che sarebbe stata una seconda tempesta che però gli avrebbe tolto tutti i poteri!) ecco che ritroviamo tutti e cinque vestiti con le tutine arancioni -sono tornati tutti al servizio sociale o è il loro “costume”?- sul tetto del Centro Sociale, immagine dei perfetti super-eroi.
E titoli di coda! Ed io dentro che urlavo: NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.

E così quest’avventura insieme è finita. Vi consiglio di andarvi a vedere su youtube gli extra che la E4 ha messo per ogni episodio, sono carinissimi, soprattutto l’ultimo.
Tra l’altro in uno degli extra vari c’è anche Joe che parla del fatto che nessuno se lo pija e che non è vero che basta andare in tv per avere le ragazze che ti corrono dietro.
(Mah, Joe, io sono disponibile quando vuoi xD)
Sono dei ragazzi adorabili, comunque e vi lascio con una foto presa proprio dal video dell’ultimo extra riferito a quest’episodio: il cast che guarda i fuochi d’artificio festeggiando la fine della serie tv.
Devo ammetterlo, se ci penso mi vengono ancora un po’ di lacrimucce. Spero di rivederli tutti altrove perché sono bravissimi tutti quanti.
E niente, ho difficoltà a chiudere la recensione sapendo che è l’ultima volta e che forse ho dimenticato qualcosa per strada.
Ma hey, questa recensione è davvero lunga ed è davvero ora di chiudere.
Vi lascio quindi, con la speranza che il famoso film di cui si parla da un po’ lo facciano davvero. Anche se conoscendoli non lo faranno (sempre come è successo con Skins).
E’ stato bello ♥ E questo è un bel modo di chiudere l’avventura che era cominciata con le mie critiche all’episodio numero uno.

Ringraziamo: Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | La vita è come te la fai. | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Misfits – Disadattati

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Misfits 5×08 “Episode Eight”

  1. LA COSA DI NATHAN L’HO NOTATA ANCHE IO!
    L’HO NOTATATA ANCHE IO, SI SI SI SI SI SI!!

    Poi.. tu dici “vi ricordate skins?” e io ti rispondo “sìì che me lo ricordo, e anche se hanno fatto schifo gli episodi della settima stagione, spero facciano qualcosa di decente con Misfits, un FILM magari!”

    Detto questo, sì, forse una puntata non tanto da finale di serie, ma più di stagione, unica pecca.
    Però mi è piaciuta e ho il magone ed è brutto perché ho scoperto la serie solo quest’estate e boh, sarò in lutto per un po’! 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...