Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 10×12 “Get Up, Stand Up”

I’m fine.

La mia migliore amica ama il reggae. Io non lo sopporto.
La mia migliore amica non sopporta Grey’s Anatomy. Io lo amo.

Con un titolo del genere (Get Up, Stand Up), non posso che non pensare a Bob Marley, al reggae e poi a lei.

Spesso c’è capitato di litigare di brutto, spesso abbiamo detto cose che non pensavamo e spesso abbiamo disapprovato quello che faceva l’altro ma alla fine ci siamo resi conto che l’amicizia è (soprattutto) riappacificazione.

L’amicizia è riuscire a star bene con qualcuno anche se gli interessi sembrano essere opposti, l’amicizia è volersi bene anche nelle difficoltà, anche quando sembra di essere in “two different places”, per citare Meredith in quest’episodio.

E ora che ho riempito lo spazio spoiler-free condendolo di dettagli personali (che sembrano inutili ma che fidatevi, sono coerenti con il discorso che farò sulle twisted sisters), posso finalmente iniziare:

“GET UP, STAND UP”
written by William Harper, directed by Tony Phelan.

Partendo con la premessa che questo episodio è stato PIENO di eventi e che c’è stato tutto e il contrario di tutto, incominciamo a parlare delle varie storylines che si sono seguite:

DADDY ISSUES

Complice una rabbia crescente ed un caso clinico che vede un padre che per salvare un figlio ne ha compromesso l’abilità di camminare, Alex riesce finalmente a sfogare al padre tutte le sue frustazioni e riversa su di lui il rancore che tanto provava dentro di sè:

Questo suo sfogo ha due conseguenze però:

-la prima, positiva, è che mostra un Alex ormai libero dal suo passato che guarda al suo futuro con Jo:

-la seconda, negativa, è che causa a Jimmy un infarto e viene operato da Ross e Leah ma in condizioni critiche.

WHOSE FAULT IS IT, ANYWAY?/1

Se le cose sembravano essersi messe a posto in questi ultimi episodi, in questo midseason finale troviamo un Arizona attorniata dai dubbi riguardo alla sua relazione con Callie.

Un discorso che mi sembra appropriato con gli ultimi trascorsi di Arizona e che chiarisce l’affair con la troia Boswell e il suo comportamento negli episodi seguenti.

Sono curioso di vedere come gli autori decideranno di proseguire la sua storyline perchè più che mai voglio vedere una maturazione in lei che possa portare le Calzona ad uno stato di felicità più equilibrato dopo tutto quello che è accaduto.

Vorrei anche far notare come sia carina la bizzarra amicizia tra Arizona ed April, specialmente la maniera in cui quest’ultima tende a sottolineare ”oggi”.

WHOSE FAULT IS IT, ANYWAY/2

Un’altra coppia che è in crisi è quella formata da Ben e la Bailey.

All’inizio dell’episodio, quando tutto sembrava andare rosa e fiori, credevo che le loro divergenze fossero state appianate e che adesso che Miranda prendeva le pillole, tutto si fosse risolto. SBAGLIATO!

I due hanno ancora dei problemi in sospeso, in pole position la Bailey che è ancora in collera col marito per aver lasciato il suo lavoro.

Purtroppo nell’episodio queste divergenze non trovano una soluzione e dovremo vedere a febbraio per capire come si svilupperà questa situazione.

MAP OF THE OBAMATIQUE

Tralasciando l’orrido gioco di parole con una famosa canzone dei Muse, questo segmento è dedicato a Derek e alla sua mappatura del cervello che riceve così tanto successo da fargli ricevere una chiamata dal Presidente.

Avete capito bene. Ditelo con me: B-a-r-a-c-k O-b-a-m-a.

Certo, la sua voce non si sente ma ci accontentiamo (si fa per dire) dello sguardo imbambolato che fa il nostro McDreamy verso la moglie, ignara che il marito sta per sconvolgere la sua vita (ancora una volta).

IT’S A MAD MAD MAD ROSS

Dopo aver messo a dura prova il nostro sistema nervoso, in questa puntata finalmente vediamo il tracollo di Shane Ross.

Complice qualche mio rito voodoo, gli autori decidono di mettere il piede sull’acceleratore, travolgendo il personaggio più fastidioso di tutte queste dieci stagioni e lasciandolo inerme tra le pagine del copione.

In parole povere, la mia era una metafora per farvi capire come gli autori hanno deciso di portare all’esasperazione i suoi atteggiamenti fino a farli esplodere nell’ultima scena quando Ross si ritrova ad operare il padre di Alex, incapace di rendersi conto di quanto questo potrebbe aver portato Jimmy alla morte.

Loved this shot of him.

M’è piaciuto il riferimento (sempre che lo sia) ad una scena tratta da uno dei miei episodi preferiti, “From a Whisper to a Scream”, esattamente il nono della terza stagione.

Come ho già detto, avevo pregato affinchè succedesse questo perchè sinceramente quel cretino non poteva passarla liscia dopo tutto quello che aveva fatto.

Bless Sarah Drew's face.

La mia faccia quando Ross ha ammesso di aver contribuito alla morte di Heather.
”Haw-haw” -cit. Nelson Muntz

TWISTED SISTERS ACT

Ci sono voluti ben sette episodi e maggior parte di questo per vedere Meredith e Cristina ricongiungersi.

Prima di arrivare al lieto fine però ci hanno fatto sudare freddo:

I have not had enough alcohol for this.

La mia faccia da ”Accidenti che palle, stanno litigando da metà stagione. Adesso manca solo che si mettono le mani addosso!”

Ma per fortuna le cose riescono a sistemarsi quando decidono di avere FINALMENTE una conversazione seria e matura:

Ed io ero mezzo commosso mezzo spiazzato. Ce l’avevano fatta? Era tornato tutto come prima? Si sarebbero abbracc..

LOOSE LIPS SINK RELATIONSHIPS

Spenderò poche parole per questo segmento perchè è collegato al prossimo ma volevo lo stesso spezzare una lancia in favore del caso clinico di Jackson e Steph.

La coppia, la possibilità di non parlare più, la frase sussurrata all’orecchio e l’ictus sono stati un’ulteriore stangata al mio povero umore nei confronti di quest’episodio.

E dal caso medico che poi si è evoluta tutta la situazione che si è scatenata nel finale e di cui adesso vi parlerò.

SPEAK NOW
(OR FOREVER HOLD (Y)OUR PEACE)

”I hear the preacher say
“Speak now or forever hold your peace”
There’s the silence, there’s my last chance
I stand up with shaking hands
All eyes on me”

I fan di Taylor Swift sicuramente riconosceranno in questi versi una sua celebre canzone che perfettamente si intreccia con ciò che è accaduto nel finale di questa puntata.

Scontato è l’aggettivo che meglio descrive la scelta degli autori di terminare l’episodio con Jackson che interrompe il matrimonio.

Da. Fuq. Part Deux.

Non so se era più la mia faccia da ”Per un attimo credevo dicesse I love you alla Edwards” o ”Che imbarazzo, l’ha fatto davanti alla sua ragazza e a tutti i suoi colleghi”.
Opto per la seconda.

Ma sia la scelta musicale (”Total Eclipse of the Heart” in una cover di Jill Andrews) sia la scelta di legarla ad una discussione avvenuta tempo prima (il discorso di Mark a Jackson nella 9×02, puntata scritta dallo stesso screenwriter di questa puntata), rendono il tutto meno banale.

This is the best thing I've seen this week and I watch Scandal.

La mia faccia da ”Cavolo, l’ha fatto. Forse se guardo di là, non rido a crepapelle”.

Sinceramente non so che pensare. Credo che a febbraio la narrazione si sposterà mesi avanti e vedremo April non sposata, Jackson che la evita, Stephanie dedita al lavoro e Matthew scomparso perchè ”non ce la fa a lavorare dove opera la donna che l’ha abbandonato all’altare”.

CONSIDERAZIONI SPARSE SULL’EPISODIO:

Come ho già detto, l’episodio è un’interminabile girandola di eventi.

All’inizio sembra che tutto andrà per il meglio, poi arrivati a dieci minuti dalla fine sembra il pandemonio: pazzi, riconciliazioni, litigi, Leah che prende una decisione intelligente, etc.

Insomma questo midseason finale è buono ma mi rattrista vedere che tutto sia accaduto in questo episodio e non sia stato qualcosa che già stava ”nascendo da prima”.

Il mio ”I’m fine” iniziale infatti non è solo un riferimento ad una battuta detta da Ross ma anche al mio minimizzare sulla portata emozionale di questa puntata che ho più volte pensato essere la cosa più vicina a una montagna russa.

VOTO DELL’EPISODIO: 7
(Avrei messo 6 1/2 ma la scena finale tra Meredith e Cristina è stata troppo bella, hanno fatto riferimenti alle farfalle e alle mentine ”mint to be”, gli sguardi delle tre sorelle Kepner erano troppo assurdi, Ross è knockout e per altri aspetti della continuity).

Vi ricordo che Grey’s Anatomy tornerà il 27 febbraio e andrà in onda per dodici settimane ininterrottamente.

Prima dei ringraziamenti ufficiali volevo ringraziare anche Alice, quella santa ragazza che mi fa spesso da confessore e che a causa mia è diventata dipendente da questo show.

Quindi grazie e non vedo l’ora di sapere che ne pensi riguardo quest’episodio esplosivo!

Ringraziamo: Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | • Telefilm Dependence • | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serial Lovers – Telefilm Page | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Tv, Cinema, Musica & Libri | La vita è come te la fai. | Fandoms Community | Telefilm. Un amore incondizionato | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy

BE SOCIABLE, SHARE!

2 thoughts on “Recensione | Grey’s Anatomy 10×12 “Get Up, Stand Up”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...