Masters of Sex/Telefilm

Recensione | Masters of Sex 1×03 “Standard Deviation”

E’ sempre un piacere tornare a recensire questo telefilm, soprattutto quando, come prima scena, ci mostra un flashback della vita del protagonista. Possiamo notare immediatamente quanto fosse fissato col sesso già da giovane, quando “per la scienza” (citazione necessaria), faceva accoppiare conigli innocenti in delle gabbie. Il solito guardone.

Insomma, da ragazzo rallegrava i suoi amici, professori e conoscenti (tra cui l’attuale rettore Scully) con queste mirabolanti avventure sessuali di animali vari. E possiamo notare anche come già da ragazzino era fissato con i cravattini! Bowties are cool!

Tornando al presente, il nostro Bill è tornato a schiavizzare Virginia come se non ci fosse un domani, probabilmente per farla esasperare a tal punto da farla andare via. Ma lei è tosta come il granito e continua ad aiutarlo per quel suo studio per niente inquietante. Così, ogni sera, vanno insieme alla casa di appuntamenti e cominciano con lo schedare le ragazze, facendo loro una specie di questionario. Non abbiamo ben capito se Bill è ingenuo o solo stupido quando chiede ad una di loro “E’ sessualmente attiva?”. No, Bill, sta lì mezza nuda perché a casa sua le si è rotto il condizionatore. Oppure “Quante volte fa sesso?”. Bill, tesoro di mamma. Sei in un bordello. Cosa ti aspetti che ti rispondano? “Una volta al mese?”. Dio.

Insomma, dopo una quantità di domande stupide quanto inutili, lo studio vero può cominciare! Piazzano Ulisse (non so se ricordate, il famoso vibratore che faceva il caffè) in mano alle ragazze e, a turno, si masturbano attaccate a delle macchine. Davvero sexy.

Una di loro chiede di essere sculacciata e a farlo sarà Bill, sempre con la sua faccia schifata. Solo a ripensare a quella scena mi viene da rotolarmi a terra dalle risate.

Insomma, i nostri due pervertiti raccolgono i loro dati (un po’ insoddisfacenti alcune volte, in quanto qualcuna finge solamente di avere un orgasmo) e se ne vanno, canticchiando.

Il giorno dopo in ospedale c’è un nuovo arrivo: la dottoressa De Paul! Simpatica come una spina nel culo e altrettanto piacevole da sentir parlare, dà l’impressione di non essere un tipo molto socievole e lei e Virginia inizieranno con il piede sbagliato.

Nel mentre un grosso caso si affaccia per i nostri medici. Grosso in tutti i sensi: una donna aspetta 4 gemelli. Il parto è stato, ovviamente, assegnato al nostro emotivo luminare, con profondo risentimento di Ethan, che vorrebbe tanto essere notato dal rettore. Si sbraccia un po’, fa qualche moina e riesce a farsi assegnare il caso, ma solamente a condizione che Bill sia in sala parto con lui.

Nel mentre, ogni volta che Masters e Virginia vanno a lavorare al loro studio, conosciamo una ragazza nuova, ognuna con la propria storia, e qui dobbiamo fare un elogio alle attrici che, nonostante fossero solamente comparse, sono riuscite a dare qualcosa in più allo show.

In ogni caso, poco dopo assistiamo al consolidamento di una delle più belle amicizie della serie, quella tra Virginia e Libby. Quest’ultima, in attesa di essere dimessa dopo aver sostenuto un’operazione, resta in compagnia di Virginia e le due si dilettano in una divertentissima imitazione dello “sguardo alla Masters”, ossia questo D: E’ proprio così, giuro. La scena si chiude con Libby che ripete che il suo utero è “incompatibile con il concepimento” e con l’inquadratura di una tremendamente turbata Virginia, che chiaramente non sa se rivelarle o no ciò che sa.

La scena si sposta in sala operatoria, dove Bill sta riaprendo le tube della signorina DiMello (la prostituta precedentemente citata), ma prima di poterlo fare scoprirà una cosa che poi riferirà anche alla stessa ragazza: ha una malattia cronica che le impedisce di rimanere incinta. Lei decide di non dirlo al futuro marito e tutto è bene ciò che finisce bene. Sort of.

Un po’ di allegria dopo questa scena deprimente: i nostri depravati hanno finalmente dei soggetti maschili da analizzare! Purtroppo scopriamo quasi immediatamente che sono omosessuali e la cosa non piace a Masters che assume la sua espressione tipica da risentimento verso il mondo intero. La cosa, si lamenta lui, potrebbe falsare i dati, in quanto i rapporti sessuali tra due uomini sono diversi di quelli tra un uomo e una donna. Sarà ovviamente Virginia a doversi sorbire tutto il suo sproloquio senza fine, annuendo e sorridendo come se tutto fosse meraviglioso. Arrabbiato per questo spiacevole ostacolo, così, giusto per il gusto di farlo, ruba la paziente incinta di 4 gemelle a Ethan e la fa partorire lui. Tiè, Ethan!

Ma ecco che arriviamo ad una svolta (anche se così non sembrerà per molte puntate) nel personaggi di Libby. Virginia va a trovarla a casa e la trova in lacrime a letto, disperata per non essere rimasta incinta nemmeno ricorrendo alla chirurgia. Si strugge e si colpevolizza, tanto che alla fine Virginia, coinvolta emotivamente nel suo dolore, si lascia scappare che è Bill a non essere in grado di procreare. La cosa, purtroppo, sembra addolorare ancor di più la povera donna, che adesso si rende conto di essere stata l’unica a non saperlo per tutto quel tempo, sottoponendosi a mille interventi e cure, incosciente del fatto che non era lei il problema. Vedremo più avanti gli sviluppi della cosa.

Ma andiamo da Bill, il quale sta tornando a casa dopo una lunga giornata di lavoro e viene intercettato da uno dei giovani gigolò omosessuali precedentemente incontrati che lo supplica di riprenderlo nel suo studio e, quando Bill gli risponde che nessuna comunità medica prenderebbe in considerazione uno studio portato avanti grazie a prostitute e omosessuali, il ragazzo ribatte “curioso, sei il secondo membro della comunità medica a fottermi”, lasciandoci tutti interdetti.

E diamo a Cesare quel che è di Cesare, complimentandoci con Caitlin Fitzgerald (aka Libby) per la stupenda prova di recitazione regalataci nella scena in cui Bill torna a casa. La freddezza e la calma con le quali fa finta di niente sono così reali da farci venire i brividi e la successiva discussione che cerca di intavolare con Ethan in ospedale ci mostra esattamente come deve sentirsi una donna che affronta una cosa del genere: dall’essere inadatta, inutile all’essere tradita e presa in giro. Superba.

La donna non riesce nemmeno a porre il problema al giovane medico, che lui le rivela che è riuscita a restare incinta.

La puntata si conclude con l’ennesima discussione tra Bill e Scully. Il medico è andato dal rettore in cerca di finanziamenti per supportare il suo studio ma, alla fine, finiranno su argomenti molto più scottanti.

“Ho incontrato un ragazzo al bordello. Un gigolò, omosessuale. Gli uomini che pagano per vederlo non sono detenuti, libertini o degenerati, sono uomini di famiglia. Con una doppia vita. Che soffrono, nell’ombra. Io non credo nelle ombre, credo in una vita di ricerca scientifica. Io credo di avere delle responsabilità nei confronti di quegli uomini. Che siano commercianti o avvocati. O rettori di famose università”.

L’espressione di Scully non ci lascia dubbi sul fatto che consentirà a Bill di riaprire il suo studio.

L’ultima scena ci mostra il medico tornare a casa e trovare una Libby super eccitata che da al marito la grande notizia.

Stavolta è l’espressione di Bill a lasciarci parecchi dubbi e a voler subito vedere la puntata seguente.

E anche per stavolta abbiamo concluso! Ringrazio come sempre:  Diario di una fangirl. | Telefilm. ϟ | TelefilmSeries.Com | Beyond the Good and the Evil | Masters of Sex – Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...