Telefilm

Recensione | Almost Human 1×04 “The Bends”

Disclaimer: Questa recensione non è una recensione seria. Si dichiara tuttavia che non sono state assunte sostanze illegali del presente 2013 per scriverla. Vi auguriamo una buona lettura.

Questa puntata di Almost Human è stata piuttosto Rudy-centrica e nonostante sia una sostenitrice di questa serie, devo dire che non mi ha convinto pienamente. E’ stata sicuramente divertente, entertaining, ma aveva un sapore di già visto, almeno per me. Capisco che è uno di quegli episodi di ‘raccordo’ tra una scazzottata e un assedio, io comunque aspetto ancora di capire che fine hanno fatto gli Insindicate del Pilot che hanno armato tutto il casino e hanno fatto saltare una gamba a Kennex. Ed anche per lo stesso Rudy,  per lo stesso Mackenzie Crook mi sarei aspettata un po’ di più per come sono abituata a vederlo.

Veniamo a noi.

Nelle prime immagini, subito dopo aver premuto ‘play’, vediamo un Rudy spaventatissimo, vestito di tutto punto come il miglior 007. Sembra agitato, viene ferito e scappa a gambe levate, non dopo aver azionato una sorta di bombola di azoto liquido che inizia a fumare come le solfatare. WTF È la domanda dello spettatore medio, fortuna che il ‘24 hours earlier‘ sopraggiunge a salvarci in corner. Già, perché il nsotro Rudy, camuffato alla T.S. Eliot (e la somiglianza con lo scrittore è incredibile) sarà l’infiltrato per scoprire il pesce grosso di un altrettanto grosso traffico di droga.

Il grande capo del giro di sostanze illegali, colpevole dell’omicidio di un poliziotto, dovrà essere stanato ed ovviamente portato alla confessione ed in seguito all’arresto. Vi suona di già visto e rivisto anche a voi, vero? O sono solo io ad aver avuto un Dejà-vu? Metteteci pure che il tipo in questione è pure mezzo sudamericano e avete completato il quadro.

L’atmosfera iniziale comunque si fa più tranquilla nel salto temporale all’indietro. C’è un bel piatto di sake sushi davanti a una gentile signorina, c’è del wasabi e anche lo zenzero sminuzzato, e Kennex pare godersi il suo pasto giapponese. O  almeno, se lo gode fino a quando, ad opera di Dorian ‘il bontempone’, non deve mandare giù una lumaca transgenica consigliata vivamente da Bear Grylls, ricchissima di proteine.

Baggianate a parte, se nel futuro si mangerà solo giapponese sarò la persona più felice del mondo…e probabilmente avremmo risolto vari problemi alimentari.
La cucina è ad ogni modo un tema portante in questa puntata e ricorrerà anche più avanti, tra cuochi e ricette…non del tutto legali, come si è capito.

— Interferenza —-
— Connecting to 2048 television —

Salve, sono Benesfranta Paròdia e benvenuti nella mia tecnologicissima cucina!
Oggi prepareremo un piatto che sta prendendo piede soprattutto tra i giovani.
Ha superato di gran lunga le ricette della ormai defunta nouvelle cuisine e anche le pietanze giapponesi tanto decantate, tanto da essere saltata agli onori della cronaca per una vicenda di polizia…da paiuuura!
Stiamo parlando, per chi non lo sapesse, di una simpaticissima mistura di alghe trattate con cura, shakerate e servite in maniera semplice e veloce. Una ricetta per tutte voi casalinghe sempre di corsa insomma: The Bends. Il nome è un po’ enigmatico ma i nostri ospiti vi spiegheranno tutto! Procuratevi solo un laboratorio chimico, qualche elemento a caso dalla tavola periodica e delle alghe fresche dalla faglia di S.Andrea.

Per cucinarle abbiamo qui con noi, come vi dicevo, due persone speciali, un poliziotto valoroso e testosteronico (e signore del pubblico già vi vedo non mi svenite) e con lui abbiamo una mente brillante nonché chef della nostra ricetta all’avanguardia! Signore e Signori, John Kennex (K) e il simpaticissimo Rudy (R)!

Applauso

B: Bene, John, Rudy benvenuti nella mia cucina. Allora so che di voi due il cuoco più esperto è sicuramente Rudy…sbaglio?

R: Beh, Benesfranta, sono onorato di conoscerti e devo dire che se avessi un circuito neurale sintetico sarei già in tilt. Comunque sì, va detto, chi si occupa di cucinare in genere sono io. Sono più uno chef dal sofisticato gusto europeo che un cuoco, ecco! E questa ricetta, devo dire, mi ha dato delle belle soddisfazioni in passato…

J: Non ti vantare troppo Rudy. Diciamo che sai cucinare come io so’ trattare con i bambini

B: John, mi hanno detto che sei di poche parole ma la tua capa dice che, ad esempio, non sai farti neppure una ciotola di Ramen da solo!

J: Io preferisco ordinarlo il Ramen, come ordino le donne per ordine alfabetico, sfruttando la catalogazione del manuale IKEA…tu potresti essere un comodino Svålbalaren per esempio

B: Che tipo interessante ehehee! Dunque, Rudy invece, qui abbiamo tutti gli ingredienti…mi dicevi di questa ricetta. Come è nata? Parlamene un po’…

R: Vedi Benesfranta, tutto è successo quando sono stato scelto per un operazione sotto copertura. Era stato ucciso un poliziotto, una brutta storia, e serviva qualcuno in grado di riprodurre questa ricetta molto particolare. Devo avvertirti di una cosa però…

B:Dimmi tutto…intanto io sminuzzo le alghe

R: Si, brava. Ecco, devi sapere che questa ricetta in realtà può provocare dipendenza, tanto che la sua diffusione è stata così rapida che nemmeno me ne sono accorto!

K: Fortuna che sono arrivato io col mio bel pistolone a fermarti in tempo e a fermare i birbaccioni che volevano diffonderla. Benesfranta, forse non lo sai, ma si parla di droga…di quella che ti manda ai pazzi e ti fa diventare Verde come Green Goblin. Questo pivello doveva incontrare il capo della banda ma ha mandato tutto in malora, ed intanto un mio amico poliziotto ci ha rimesso le penne. Fortuna che col mio intuito siamo riusciti a stanarlo lo stesso…e devo salutare anche Dorian, il mio scalda caffè personale, che ci ha aiutato. Ciao Bello!

B: Ma è una cosa eccitantissima! E quindi, Rudy, torniamo a noi, mi dicevi che in realtà sei venuto a conoscenza di questa ricetta da un Certo Bishop. Ma poi si è capito chi era?

R: Vedi la storia è piuttosto complicata. Ero stato inviato per capire chi fosse e come si diffondesse il traffico. Sai, con le mie conoscenze potevo passare per un ‘cuoco’ eccellente e a loro serviva qualcuno in grado di farne di purissima. Beh, passai i test a pieni voti…95% altissima purissima e levissima!

K: SI ma con l’aiuto di Dorian che ti salvò il culo e ti diede credibilità, lo ribadisco. Senza Dorian saresti fritto.

R: Beh, si è vero. Comunque era un traffico piuttosto elementare, inoltre pensavamo di avere a che fare con il vero capo di tutto il giro ma in realtà scoprimmo che…era il capo del distretto a cui apparteneva il poliziotto ucciso! Infatti quella povera vittima, pace all’anima sua, voleva scoprire il traffico da solo ma non si era reso conto che era il suo stesso capo a gestire il gioco…

B: Ma non mi dire! Guardate intanto signore del pubblico in questa ampollina come diventa verde il liquido…ed è purissimo. Che dici potremmo assaggiarlo?

K: Io preferirei una ciotola di Ramen se possibile. Con olio d’oliva. E comunque, se non fossi intervenuto io, quando stava per farsi beccare non avremmo mai scoperto nulla di tutto quello di cui siamo venuti a conoscenza e non avremmo incastrato il maledetto. La mia espressione da badass mette tutti in fuga, Benesfranta…

R: Effettivamente, hai ragione John. Ma il mio stile…e soprattutto il mio cappello, sono stati per me fondamentali. Tra l’altro pensa, mi è rimasta anche una cicatrice!

B: Oh, che uomo coraggioso che sei Rudy! Ed ora signore ecco per voi The Bends…guardate come si presenta limpido e…ha un odore buonissimo. Dunque come dico sempre io, quel che non si assaggia o ti strozza o ti ingrassa…E per questa puntata care amiche è tutto!

Cotto…e sniffato!

—Ending transmission from 2048—-

Cavoli, devo risintonizzare il digitale terrestre! Questa televisione parassita che ci distrugge e ci interrompe sul più bello con le sue interferenze…

O forse ho sbagliato ad assaggiare sta fialetta verdastra…

Come dite? Non avete capito niente della recensione?
Bah, nemmeno io alla fin fine. ‘Sta roba è potente!

Sperando  in qualcosa di più eccitante per la prossima volta, vi lascio col promo come sempre!


Ringraziamo: Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | Almost Human ItaliaAlmost Human – Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...