Grimm/Telefilm

Recensione | Grimm 3×05 “El Cucuy”

Grimmsters, eccoci riuniti per il quinto episodio del nostro Grimmo. Il titolo potrebbe portarvi sulla strada sbagliata, e farvi pensare, come alla sottoscritta che non ha visto promo o roba varia, a qualcosa legato al cucu’ degli orologi. Che poi non sarebbe stata una teoria da pazzi, vista la passione di Monroe. Insomma, ci poteva stare. E invece no, non si tratta di orologi, ne di uccellini. Ma, ancor prima di scoprire con quale wesen (?) avessimo a che fare, ci sono altre cose da scoprire. In sostanza, una puntata molto bella, forse perche’ e’ stata un po’ diversa dalle altre. Non il solito caso scontato della settimana e via. So, andiamo a vedere cose’ successo.
Go Grimmsters, go.

Apriamo la puntata, dopo una settimana di pausa, che mi e’ parsa un po’ interminabile, ma noi Grimmsters siamo abituati a pause ben peggiori, con una rapina ad un povero ragazzo in una stazione di servizio nel nulla, con un salto temporale di DUE SETTIMANE indietro. Due tizi, con le maschere e poliglotti [hanno all’incirca parlato tre lingue diverse] picchiano a sangue questo povero ragazzo diciottenne, spedendolo direttamente all’ospedale [ritieniti fortunato tesoro, pensavo ti spedissero direttamente all’obitorio] dove la madre prega che i due ragazzi paghino per cio’ che hanno fatto. Tutto per, rubare l’incasso della giornata, all’incirca 50 dollari. La notizia fa il giro del quartiere (?) e tutti i notiziari la trasmettono. In una camera di un Motel qualcuno non sembra felice della notizia. O forse e’ meglio dire qualcosa. Insomma, una specie di zampa enorme con degli artigli ancora piu’ grossi distrugge la tappezzeria della poltrona dal nervoso (?). Sarà il wesen della situazione?

But, who is M? Il Manico di Scopa e’ in ansia dopo aver letto la mail di Nick. Non quella del medico, in cui diceva che il Grimmo aveva un metabolismo eccezionale, ma anche quella dove qualcuno ha firmato la mail -che parlava dell’assassinio del Reale- con “I Love You, M.” – Le mie supposizioni di due settimane fa, erano che la mail fosse della madre di Nick, anche perche’, a meno che Adalind avesse un doppio nome, era l’unica spiegazioni plausibile. Ma chiedendomi come mai al Manico di Scopa non fosse venuto in mente. Chiedo venia del fatto che NON mi ricordavo che lei non era al corrente di tutta la storia. – In sostanza, Nick legge la mail, capisce che e’ della madre [I’m a Genie], il Manico di Scopa rimane sconvolta e si arrabbia con il Grimmo perche’ non gli ha spiegato niente prima. – Ora vorrei far notare, e giustamente lo fa notare anche Nick a lei, che PRIMA lei non sapeva nulla; poi e’ andata in coma proprio mentre Nick cercava di spiegarle il tutto; dopodiche’ lei ce l’ha menata una stagione intera con il Capitano [chiamala scema], con l’amnesia, con tutto insomma, trattando a pesci in faccia Nick. E ora si permette di arrabbiarsi perche’ Nick in tutto il casino ha omesso il fatto che la madre fosse viva? L’ho mai detto che lei non mi piace? – Ripresa dal fatto che la madre di Nick e’ ancora viva, e spiegato brevemente il trin tran che ce’ dietro e che anche lei e’ una Grimma, il Manico si mette a fare ricerche che nemmeno l’FBI e’ in grado di fare, per scoprire da dove ha spedito la mail la mamma Grimma, in modo che possano aiutarla (?). – Rimango perplessa comunque. La madre era andata via, se non ricordo male, nel periodo, coma del Manico di Scopa a parte, delle monete che tutti volevano e che ti facevano diventare un sociopatico con la smania del potere. Non avevano fatto un addio sdolcinato, magari non e’ da Grimmi, ma comunque, si sono lasciati un po’ così (?) e poi, dal nulla, se ne esce spedendo questa mail poco chiara. Perche’ anche lei e’ immischiata nell’assassinio del Reale? Cosa centra? – Cerca e ricerca, la mail e’ stata mandata dalla Slovenia, ed e’ diretta verso la Grecia.

Adalind. Finalmente liberata della Rauca, e della Vecchia ormai in putrefazione e a pezzi, la mia Hexenbiest preferita va a fare un’ecografia [quindi sto bambino e’ ancora vivo, no perche’ mi sono persa dopo tutti gli avvenimenti] dove il bambino sembra avere un doppio battito (?) e dove fuori il complice del Capitano sta controllando tutto, con l’aiuto di un altro complice, che deduco sia quello che uccide tutti e che fa il lavoro sporco. Il Capitano viene subito messaggiato dal suo complice con il video di Adalind e con l’ecografia del bimbo. E notiamo una nota di sconvolgimento sul volto del nostro Capitano. – Ribadisco: Captain, l’hai pucciato il biscotto? E mo t’arrangi. Che poi non ho ben capito se lui sa di essere o no il padre [e’ lui vero?] e se sto bambino lo vuole vivo, morto o X. Continua solamente a tirar fuori telefoni dai cassetti della scrivania, e parlare francese. – 

Rosalee, Monroe e il Ringraziamento (?). Era un “pranzo” del Ringraziamento, vero? Li vediamo in un primo momento, in una versione molto shippy (?), dove mentre Monroe si allena suona il telefono: e’ la Mamma  [e’ tempo di Mamme?] di Monroe che rimane molto contenta di aver  scoperto che il figlio ha una fidanzata, da un bel po’. Il problema ci sarà  quando scoprirà chi e’ in realtà la fidanzata del figlio. Insomma, stando  alle leggi della natura, Monroe dovrebbe cacciare Rosalee e anche se non  conosciamo ancora la famiglia di Monroe, non penso siano molto  contenti [ammetto, ho letto qualche spoiler su un loro possibile arrivo  (?)] . In un secondo momento invece, sono insieme a tutti gli altri  Grimmsters, riuniti in quello che dovrebbe essere un pranzo/cena del Ringraziamento, senza tacchino [probabilmente per la dieta ferrea di Monroe], dove Hank e Nick cercano aiuto (?) per il caso della settimana, mostrando le foto delle vittime. Ma dico, sembrano foto da mostrare mentre uno mangia? Non ottengono molto aiuto, se non scoprire che il wesen in questione, e’ una testa calda, uno stronzo e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.

E torniamo, dopo aver riassunto un po’ le altre scene della puntata, che sono state abbastanza brevi rispetto alle settimane scorse, a quello che e’ il caso della settimana, che sembra piu’ contorto del solito. Sì, non abbiamo a che fare con il solito wesen della situazione, che scopriamo subito ma abbiamo a che fare con qualcosa di piu’ grosso e potente (?). I due tizi con le maschere, rapinano ancora. Questa volta tocca ad un minimarket. Non appena escono con i soldi e arrivano alla macchina, vengono attaccati da qualcosa di feroce, che li riduce a brandelli, partendo dalla gola. I nostri due detective arrivano sul posto, chiamati per le due vittime. Mentre sono lì scoprono che a pochi metri il minimarket e’ stato derubato, e sulla scena troviamo Wu, che gli mostra i video della sorveglianza. Chiamano in centrale i clienti usciti poco prima del furto, ma nessuno sembra aver visto niente o meglio, nessuno sembra voler parlare. Anche l’unico testimone, che ha chiamato il 911 e’ preso dal panico e dice non aver visto ne sentito niente. Sono tutti terrorizzati da Ray Bolton, testa calda del quartiere, che fa combattere i suoi cani e che diciamo, si fa giustizia da solo. Arrivati a casa di Bolton per prendere un campione di saliva e pelo dai suoi cani e confrontarlo con quelli ritrovati sulle vittime, scopriamo che il wesen della situazione e’ lui: un Hollentier. Un incrocio tra un Hundjeager ed un Daemonfeuer. Quello che come detto prima, Rosalee definisce uno stronzo. Mentre questo wesen poco simpatico e’ in cella, avviene un’altra aggressione. Quindi, facendo due piu’ due, non puo’ essere di certo Bolton.

Sulla scena dell’ultimo crimine, viene interrogata la ragazza che stava per essere violentata. E’ visibilmente e chiaramente scossa e alla domanda “conoscevi chi ha aggredito il tuo aggressore” -scusate il gioco di parole- lei risponde di sì. Tutti lo conoscono, e’ .. El Cucuy. E mo chi e’ sto El Cucuy? Il Cuculo? No, abbiamo già detto prima che non si tratta di orologi a pendolo ne uccellini, quindi, ci rivolgiamo all’unica persona che conosce lo Spagnolo, il Manico di Scopa. Julietta [che potrebbe essere il nome di una nuova scopa della Vileda, dovrei mandargli una mail di suggerimento] ci dice che El Cucuy e’ chiamato in tanti modi diversi, ma in sostanza e’ l’Uomo Nero, quello che si racconta per spaventare i bambini quando non vogliono far qualcosa da piccoli. Siamo praticamente al punto di partenza: come puo’ una leggenda, un racconto inventato per spaventare i bambini essere realtà e uccidere delle persone? Solo una persona puo’ aiutarli: Pilar, la donna che in passato aveva aiutato Julietta la Scopetta con l’amnesia. Racconta che da piccola viveva in un quartiere dove dei tizi seminavano il terrore. Le madri chiamavano questo El Cucuy, pregavano che venisse a salvarli da questi tizi che portavano solo terrore. Sera dopo sera, sparsi per le strade del quartiere venivano ritrovati questi tizi, morti, finche’ tutto il quartiere fu liberato dalla “malvagità”.

Ritornati in centrale, Nick ed Hank controllano i video di sorveglianza insieme al Capitano dove scorgono nuovamente la vecchietta che era già presente sulla scena del crimine del minimarket. Vanno a ripescarla a casa, per portarla in centrale, mentre continua a far avance (?) a Nick ed Hank, per quanto siano dei baldi giovani. Mentre sono diretti in centrale, vengono chiamati per una rissa (?) che sta succedendo a casa Bolton. Il ragazzo che continuava ad apparire sulle scene del crimine per insultare la Polizia, Florez [ex Marine con disturbi post traumatici dovuti alla Guerra], e’ andato a farsi giustizia da solo, cercando di uccidere Bolton. Arrivano in tempo (?) per salvare il povero ragazzo da Bolton, e lo stesso Bolton dall’ennesima denuncia. Quando tornano alla macchina pero’, la vecchietta e’ sparita. Mentre si chiedono dove possa essere finita, delle urla arrivano da dentro la casa: EL CUCUY, ergo, la vecchietta. Nick si trova di fronte a questa specie di wesen [mica ho capito se era un wesen o no] anti criminalità, che dilaniava Bolton. Portata in centrale, nega l’evidenza, facendogli presente che lei e’ una settantenne dall’aspetto simpatico [seriously? No perche’ faceva abbastanza impressione anche come vecchia] e che nessuno avrebbe creduto alla loro storia. E come spiega il sangue di Bolton sui vestiti? Ovviamente dicendo che e’ entrata per cercare di salvare Bolton dall’aggressione. Nick, Hank e il Capitano sono sconvolti. Are you kidding me? Sembra proprio di si, mio Capitano, perche’ l’unica cosa che possono fare e’ lasciarla andare, facendo rimanere il caso come irrisolto.

La vecchietta sente, mentre e’ ancora nella stanza degli interrogatori, delle altre grida di aiuto provenienti da qualche parte nel mondo. E, una volta rilasciata, mentre passeggia per ritornare a casa, viene scippata. Mio caro borseggiatore, hai sbagliato vecchietta. Trasformandosi in quello che e’ El Cucuy, riparte la storia.

VI LASCIO, COME SEMPRE, CON IL PROMO DELLA PROSSIMA PUNTATA.

E CON QUESTE PAGINE CHE RINGRAZIO COME SEMPRE, E CHE VI INVITO A VISITARE. Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | Serial Lovers – Telefilm Page | La vita è come te la fai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...