Once Upon A Time in Wonderland/Telefilm

Recensione | OUAT in Wonderland 1×06 “Who’s Alice?”

Come capiamo dal titolo anche se magari non abbiamo visto il promo, la puntata e’ incentrata su Alice, tra presente e passato. Certo, e’ lei la protagonista in ogni caso, ma questa settimana anche i flashback la riguardano e a parte qualche scena, gli altri non vengono presi molto in considerazione. Forse non e’ stata la mia puntata preferita, ma e’ stata una bella puntata. Ma, andiamo di posto in posto, di anno in anno e vediamo cose’ successo. 

LONDRA. Siamo a Londra, dove da un buco nel terreno, che sembrava piu’ lo scoppio di una mina antiuomo, saltano fuori il Bianconiglio e Jafar, che ora “lavorano” insieme. Il coniglio la scorsa settimana e’ passato dalla parte del badass, poco bad, voltando le spalle alla Botulina e spifferando tutto cio’ che sapeva su Alice, vita a Londra compresa. Così Jafar decide che ce’ solo una cosa da fare, per avere in pugno Alice, i desideri e il Genio, andare a Londra e prendere una delle poche persone a cui tiene, il padre. Dopo aver rubato un vestito ad un povero cristo che stava dipingendo in solitudine -e deduco quindi sia morto- si dirige verso il manicomio nel quale era rinchiusa Alice prima di ritornare a Wonderland, con il Bianconiglio nella valigia, per carpire informazioni dal solito ‘dottore’, che ribadisco, per me era piu’ adatto a fare uno dei PincoPanco PancoPinco o come cavolo si chiamano quei due con la flashata rossa in faccia, piuttosto che il dottore. Sto pover uomo si sta avvelenando (?) per cercare di dimenticare quello che aveva visto durante la fuga di Alice, e adesso Jafar gli butta in faccia nuovamente il Coniglio, facendolo impazzire del tutto. Ma, tralasciando la pazzia del PancoPinco mancato, Jafar probabilmente carpisce le informazioni che gli servono -farcelo vedere era troppa fatica? Insomma, togli una scena della Botulina, che non piangiamo, e metti quella- perche’ non ci viene piu’ mostrato per quasi tutta la puntata. 

LONDRA VITTORIANA. Facciamo un passo indietro di un anno, per ritornare nella Londra Vittoriana nella quale non e’ cresciuta Alice. Sempre dal solito buco in formato mina antiuomo, salta fuori Alice, tornata a casa, dopo aver perso il suo amato Cyrus per mano della Botulina. A trovarla e’ una bambina con le bionde trecce gli occhi azzurri e poi, che vuole aiutarla a trovare la strada di casa. Accorrono subito allarmati i genitori della piccola, che non vedendola pensano al peggio e, colpetto di scena, il padre della piccola Millie, e’ in realtà il padre di Alice. Sì, si e’ fatto una nuova vita, superando la perdita della moglie e della figlia; mettendosi con un’altra donna, conosciuta a noi come LA MEGERA e sfornando un’altra bambina, che ho trovato molto simile ad Alice qualche anno prima, anche nei modi di fare e parlare. Il padre incredulo di vedere ancora Alice viva, le chiede dove’ stata tutto questo tempo, e lei spiega per l’ennesima volta del Paese delle Meraviglie, del suo amato Cyrus e della Regina Rossa, ergo Botulina, che l’ha ucciso. Il padre, insieme alla Megera che incarca la mano, non gli crede, e gli offre un tetto sotto cui stare, a patto che dimentichi Wonderland, Cyrus e tutta la compagnia. Alice ci prova, ma ovviamente il suo amore e’ piu’ forte e dopo aver spaccato un bicchiere dal nervoso|terrore|ansia o quel che era, e dopo aver svegliato tutta la famiglia a forza di urlare Cyrus nel sonno, la Megera obbliga il padre -non ditemi che erano pensieri del padre, perche’ non ci credo- a spedirla in un manicomio, perche’ in quella casa non ci puo’ piu’ stare. Ne segue un litigio tra il padre ed Alice, che gli nega di andarla a trovare all’ospedale psichiatrico, e l’arrivo in carrozza del PancoPinco mancato, che la raccatta come fanno gli omini della raccolta differenziata quando ce’ il giorno della raccolta della plastica.

Piccole riflessioni sul flashback. A parte il padre che, qualsiasi sia il flashback, NON cambia di una virgola. Era così nel pilot, quando Alice era una bambina. Era così un anno fa. Ed e’ così nel presente. Probabilmente anche con gli stessi vestiti. A parte. Ma credo di essermi persa negli anni e negli avvenimenti. Nel pilot, quando ritorna a casa, il padre parla di farla internare. E poi vediamo appunto Alice internata, poco prima della fuga. Quindi, ci fanno intendere che e’ nel manicomio da quando era una bambina. Adesso invece ci fanno intendere che dopo essere tornata mentre era ancora piccina, ritorna nel Paese delle Meraviglie per poi tornare a casa solamente dopo la non morte di Cyrus. E poi, solo dopo, essere internata. I casi sono due: il mio cervello e’ andato, oppure sono stati un po’ confusionari loro. Ma, detto questo, non dileguiamoci.

WONDERLAND, now. Tutto e’ come lo abbiamo lasciato la settimana scorsa: il Genio e’ riuscito a scappare dalla gabbia in cui Jafar lo teneva prigioniero e dal castello, anche con le guardie alle calcagna. Ha visto sbrilluccicare la collana di Alice, ed e’ pronto alle insidie di Wonderland per trovarla. Dall’altra parte Alice, con l’aiuto della polvere magica ha visto dove si trova prigioniero Cyrus, e in una scena dove la mia ship tra lei e Will viene messa a dura prova, pronunciano all’unisono di trovarsi. E ripartiamo da qui. Alice e’ determinata piu’ che mai, e seguendo il sole ad ovest (?) inizia la sua ricerca, da sola. Vorrei far notare che non gli e’ nemmeno passato
 per l’anticamera del cervello di tornare un attimo da Will. Insomma, gli  ha lasciato la copertina sulla testa, sa mai che piove, e poi via, se ne  andata, lasciandolo li. Cioe’, non si fa Alice. Non si fa. Capisco che  Cyrus sia piu’ importante per te, ma non puoi mollarlo lì, come un  cane. 
Si imbatte in due uomini dubbiosi, probabilmente ladri, visto che  conoscono molto bene il Fante, ma non ci mette ne due ne tre a metterli  al tappeto, e proseguire
per la Foresta Nera -chiamala foresta; era un portale. Avete presente quelli che cerano in Super Mario?- e poi nel Boschetto di Boro. Posto meraviglioso, a detta del Carpentiere e di Alice. A me e’ parso piu’ che altro il giardino del Brucaliffo, dove coltiva la sua roba migliore, o peggiore, dipende dai punti di vista, con sti fiori che sparavano sostanze strane. Insomma, dopo la visione del Carpentiere, per il quale ero piegata in due a guardare la sua faccia, Alice e’ strafatta dal profumo (?) dei fiori e non capisce piu’ niente, tanto che si toglie il ciondolo del Genio, decidendo di rimanere lì, perche’ felice.

Nel frattempo, dopo esser stato spietrificato, Will si aggira con il mal di testa per Wonderland, cercando Alice. Trova i due ladri messi ko dalla bionda, che dopo avergliela rigirata su come siano stati attaccati, gli indicano la via che ha seguito Alice. La foresta nera. Will, un po’ titubante, decide di incamminarsi lo stesso e con la metà del tempo che ci ha messo Alice, arriva nel boschetto di Boro (?), dove la trova ormai in preda al delirio da “profumo di fiori”. Rimane traumatizzato dal Carpentiere, tanto quanto noi diciamo, e poi capisce che quel boschetto non e’ altro che un posto dove morire. La gente viene trasformata in albero, perche’ non e’ piu’ in grado di andarsene. Will, cercando di farla ragionare, riesce solo a prenderle. Le prova tutte, decidendo anche di dirle un piccolo segreto riguardo al suo cuore, che dopo essergli stato riportato da Alice, non ha piu’ rimesso al suo posto. Ma neanche il momento confessione ha successo. Cerca di farle ricordare Cyrus, mostrandole la collana, ma solo dopo averla in mano riesce a ricordare, a rinsavire ed uscire da quello che e’ il boschetto di Boro, prima di diventare un albero per intero.

Usciti dal giardino del Brucaliffo boschetto, Alice, ringraziando Will, chiede spiegazioni sul suo cuore. Non l’ha piu’ rimesso al suo posto perche’ aveva paura di riprovare tutto il dolore che gli aveva provocato Anastasia,ergo Botulina, e non voleva piu’ soffrire. Ergo, non prova niente da allora. O da quando gli hanno strappato il cuore. Se magari si decidessero a farci vedere qualcosa in piu’ riguardo la sua storia, non ci schiferemmo.

Dall’altra parte di Wonderland, Cyrus fugge dalle guardie di Jafar, che e’ ancora ignaro del fatto che il suo genio sia scappato dalla gabbia. Come ogni storia vuole, le guardie del cattivo sono sempre stupide, e le fregherebbe anche un bambino. Arrivato ad un bivio quasi ceco, lascia delle impronte, facendo credere di esser scappato per il fiume, mentre e’ nascosto nel cespuglio a fianco. Sulle sue tracce ce’ anche la Botulina, che dopo aver “interrogato” l’altro prigioniero di Jafar -che stavo per insultare pesantemente non appena ha pronunciato TRUE LOVE”- decide di rimboccarsi le maniche e fare il lavoro sporco. Ma dico, era anche ora che facesse qualcosa, e non solo farsi massaggiare i piedi da PincoPanco e PancoPinco. La Botulina e’ leggermente piu’ furba delle guardie di Jafar, e trucciando, perche’ quello a casa mia e’ trucciare, scopre da quale parte e’ andato il Genio. Lo stesso Genio e’ arrivato pero’ ad un punto davvero cieco: la strada finisce. Sotto ce’ solo il nulla. La Botulina lo raggiunge, e con una faccia da cento punti del Genio, tipo ‘du palle, questa e’ sempre in mezzo alle balle’, notiamo con un alzata scettica di sopracciglio alla Jennifer Mills che sta realmente guardando il nulla sotto di se, perche’ il castello e’ su una nuvola, sospesa al di sopra di Wonderland. Ma lasciandoci di stucco, o forse no, perche’ in fondo ce lo aspettavamo tutti, tranne la Botulina, si lancia sotto.

Finiamo la puntata con Jafar, sempre a Londra e sempre con il Bianconiglio nella borsa, che fa a far visita a quella che era la casa di Alice. Sembrerebbe abbandonata. A me ha dato l’idea che non ci abitasse piu’ nessuno. E invece no. Il padre di Alice, per l’appunto uguale a tutti gli altri flashback, va ad aprire. Si trova di fronte quello che sembra il cugino di Abramo Lincoln per via della tuba, che gli dice di sapere dove’ andata Alice dopo la fuga dal manicomio e che se vuole, puo’ portarlo da lei. Domanda: ma la Megera? E la figlia piccola, Millie? Non so perche’ ma ho il dubbio che la Megera se ne sia andata, portando con se la figlia. Altrimenti sarebbe scesa all’istante per ficcanasare chi era alla porta. E, mentre mi preparavo per vedere cosa rispondeva il padre, sbam, titoli di cosa. MA VI SEMBRA IL MODO DI FAR FINIRE UNA PUNTATA? Ci sono seriamente rimasta male. 

Ultimi commenti random. Rimango convinta che l’altro prigioniero di Jafar sia il Sultano, ergo il padre. Anche se mi ha un attimo confuso con quel True Love. Se parli di True Love, perche’ hai abbandonato tuo figlio? Magari poi ce’ tutta una spiegazione, come ce’ stata per Emma e Snow. Flashback come già detto un po’ confusionari, o forse sono solo io che ho dei gran castelli nel cervello, e non ragiono bene. La mia ship per Will cresce sempre di piu’. La mia ship per lui ed Alice e’ sempre piu’ messa alla dura prova da Cyrus. Insomma, e’ shippabile con Alice; queste due ultime puntate mi hanno fatto pensare “EDDAI, TROVATEVI”. Ma ho il terrore che una volta che si saranno trovati, finiranno come gli Azzurri, e mi distruggeranno nuovamente un’altra coppia che potrebbe anche essere bella. 

E PER IL BEST QUOTE AWARDS, ANCHE QUESTA SETTIMANA DIREI CHE VA A WILL.

VI LASCIO IL PROMO DELLA PROSSIMA PUNTATA, CHE VI RICORDO, CON AMAREZZA, ANDRA’ IN ONDA IL 5 DICEMBRE. 

E VI LASCIO CON QUESTE PAGINE, CHE RINGRAZIO E CHE VI INVITO A VISITARE.  Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | • Telefilm Dependence • | Serial Lovers – Telefilm Page | Once Upon A Time ϟ | • Snow Fαlls in Storybrooke • | Tv, Cinema, Musica & Libri | Michael Socha Italia | ~вєllє & яυмρєlѕтιlтѕкιи ~ α ¢нιρρє∂ ¢υρ | La vita è come te la fai.

2 thoughts on “Recensione | OUAT in Wonderland 1×06 “Who’s Alice?”

  1. “du palle, questa e’ sempre in mezzo alle balle”
    AHAHAHAHAH MUORO MALE!!
    Ok, puntata non tantissimo strepitosa, ma recensione STREPITOSISSIMA (?) e sono contenta che recensisci sia questa che OAUT original xD
    Dunque, dunque, dunque! Hai detto sempre tutto tu, come al solito, ma voglio dire una cosa anche io: quant’è figa la Botulina che si da da fare? AHAH non tanto, ma un po’ sì!
    Eeeee la megera non penso sia sparita, magari era fuori e quando torna manco ritrova al marito :O O il marito è andato in depressione e lei se n’è andata -.-”
    ‘sti padri di OUAT&co, sono tutti fan dell’abbandono, com’è? Alla faccia delle storie per bambini, eh!!

    "Mi piace"

    • Ahahaha! Thanks, troppi complimenti. Storie per bambini na cippa. Se le vede un bambino, direi che ci rimane. Ahahaha Ma tipo che dobbiamo aspettare il 5 dicembre per vedere il padre in wonderland? Quello muore.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...