Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 2×07 “State v. Queen”

Avendo studiato diritto processuale penale, ogni volta che nei telefilm che seguo si ha a che fare con tale materia (comprensiva non solo del processo ma anche della parte investigativa) mi piace notare similitudini e differenze tra l’ordinamento americano e quello italiano, in quanto l’uno modellato sui precedenti giudiziari (common law), e l’altro sui codici (civil law). E trattando del processo di Moira Queen of Evil, questo episodio si è prestato bene al mio giochetto. Per esempio, quando in aula le hanno tolto le manette mi è venuto in mente che anche da noi “l’imputato assiste all’udienza libero nella persona, anche se detenuto” in quanto il principio che l’articolo 474 c.p.p. vuole tutelare è quello della dignità umana, che sarebbe compromesso dalla comparizione innanzi al giudice dell’imputato “in vinculis” (ossia “in catene”). Il problema è che gli intrighi in cui Moira è coinvolta mi hanno ben presto distratta da ogni tentativo di capire se la mia conoscenza della procedura penale abbia ceduto le armi al tempo che passa. Che poi l’esame l’ho dato solo quattro mesi fa, sarebbe oltremodo grave. È pure vero che ho la memoria di una zucchina, e quindi… ma sto divagando. Siamo qui per parlare di Moira Queen of Evil, non certo della mia testa bacata, quindi let’s roll.

Cominciamo proprio dal processo.

La macchina della giustizia si è attivata (miodddio parlo come Studio Aperto e tra l’altro temperature in calo, si preannuncia l’inverno più freddo dal 3000 avanti Cristo): per Moira è arrivata la resa dei conti. E fin da subito le cose non sembrano mettersi tanto bene. Di sicuro, l’aver confessato in diretta tv di essere complice di un pazzo che vuole distruggere mezza città non è molto d’aiuto ai fini dell’auspicata dichiarazione di non colpevolezza. E non è nemmeno tanto d’aiuto il fatto che Thea sia stata in grado di perdonare sua madre solo cinque mesi dopo. A tal riguardo, la posizione dell’accusa è chiara: se a lei è occorso tanto tempo per venire a patti con le azioni di Moira, significa che la incolpava dell’accaduto. Perché, dunque, non dovrebbe farlo la giuria?

Ben nota è, dall’altra parte, la linea difensiva: Moira ha agito sotto minaccia, temendo per l’incolumità della sua famiglia. “Malcolm Merlyn ha ucciso il suo primo marito, rapito il secondo”. E questo significa, oltre al fatto che Moira porta sfiga tanto quanto Jessica Fletcher, che la chiave di volta di tutto il caso sono proprio le circostanze attenuanti.

Nel corso del processo, poi, il procuratore cadde come corpo morto cade (e lo so che la consecutio temporum rispetto ai paragrafi sopra è sbagliata, ma dovevo fare la citazione colta), e questo ci porta alla trama collegata all’alter ego di Oliver, Er Freccia. Lasciamo quindi momentaneamente in stand-by la vicende giudiziarie e facciamo un passo indietro.

Indietro perché l’episodio si apre, in realtà, non con il processo ma con il terremoto che ha distrutto le Glades. Inoltre, danneggiando la prigione, il sisma ha anche facilitato l’evasione di alcuni detenuti. Già sapevamo del Fabbricante di Bambole, ma oggi scopriamo che ad essere tornato libero per questo motivo è anche il Conte, il tipo che spacciava la Vertigo. E quindi incontriamo nuovamente ‘sto pazzo. Non poteva essere altrimenti, visto che… i conti tornano sempre (e con questa ho esaurito la mia quota settimanale consentita di battute idiote). Che c’entra, il Conte, con lo svenimento del procuratore? C’entra perché ha fatto in modo che la città fosse inconsapevolmente sottoposta al suo trattamento “vertiginoso”: con un furgoncino dell’azienda sanitaria, ha distribuito droga superpotenziata agli ignari fruitori del vaccino anti-influenzale, rendendoli dei tossicodipendenti. Tra questi anche il procuratore, e Diggle.

Torniamo al processo: poiché il procuratore, oltreché drogato, è anche stato rapito dal Conte, al suo posto subentra Laurel, la quale prega Moira di non andare a testimoniare, o lei sarà costretta a tirare fuori segreti suscettibili di minare le fondamenta della famiglia Queen, segreti che Moira stessa sperava di riuscire a far restare sepolti. Ora, ho capito che tutti quanti odiate Laurel e lasciate a me il compito di fare l’avvocato del diavolo, però suvvia, vi accanite contro di lei – al punto di tifare per i cattivi – pure quando è nel giusto! Analizziamo la situazione:

Moira è complice di strage e autrice di un triliardo di altre nefandezze, quindi anima tanto candida non è (ma è per questo che ci piace).

Dall’altra parte, invece, c’è Laurel, che:

1) non solo ha svelato a Moira la strategia dell’accusa – mettendo così a rischio la sua carriera – pur di proteggere Oliver e Thea ma

2) in dibattimento, costretta a interrogare l’imputata proprio su quei segreti (il fatto, cioè, che avesse avuto una relazione con Merlyn, la qual cosa potrebbe scardinare la teoria della difesa: se in passati erano stati amanti e nel presente erano rimasti in buoni rapporti, la sua famiglia era davvero così in pericolo?), non ha fatto altro che il suo dovere, e nonostante questo si è sentita in colpa per essere dovuta andare contro Moira in quel modo. Dai, su, vent’anni di berlusconismo non possono (o possono, è questo il guaio) avervi fatto davvero credere che chi persegue la giustizia sia in torto, e debba pure sentirsi in colpa!

Oliver, comunque, si rende conto quanto possa essere stato difficile per lei e va ad assicurarsi che stia bene. Insomma, se con molta maturità l’ha capito Oliver, che è direttamente coinvolto, perché non potete capirlo voi? Dai, su, siate onesti. Oppure no, perché in verità mi diverto a difendere Laurel quindi per me è tanto di guadagnato.

E mentre voi ragionate sul da farsi, noi facciamo un altro salto e torniamo dal Conte: poiché Oliver è impegnato col processo e Diggle, a causa della droga, è più malridotto di nonno Simpson, l’unica che si erge contro i vampiri, i demoni e le forze delle tenebre il crimine è Felicity, la quale, rintracciato il furgone del servizio sanitario, va a controllare l’intuizione sua e di Diggle. Ma sull’indagine ha avuto la meglio la sua malasorte (parafraso Tito Livio tanto per): ad aspettarla, infatti, c’era proprio il Conte. Tipo, secondo me Felicity un po’ ci ha preso gusto a finire nei guai con così allarmante frequenza, visto che poi Oliver la toglie dai pasticci tutte le volte. I saw what you did there, Felicity.

Per farvela breve: Oliver molla tutto (e il verdetto del processo poteva arrivare da un momento all’altro) e va a salvare la donzella in difficoltà. E per farlo, è costretto ad uccidere il Conte, infrangendo così la promessa che aveva fatto a sé stesso di non togliere più la vita. E ho amato alla follia il fatto che Felicity, resasi conto che l’unica opzione a disposizione di Oliver fosse proprio quella di uccidere il suo assalitore, l’abbia pregato di non farlo, in quanto consapevole del tormento che gli avrebbe provocato. E c’è anche da dire che quando Oliver infilza il Conte non una, ma ben tre volte, nel suo sguardo non c’era solo rabbia, ma proprio odio. Felicity avrà pure avuto la sensazione di essere stata “scalzata” da Isabel Rochev, ma forse non ha davvero capito quanto, effettivamente, Oliver tenga a lei.

 
 

E siamo giunti alla fine del processo: la giuria si è riunita, e il verdetto è stato rilasciato. Moira Queen è stata giudicata… non colpevole! Wait, what? Esatto, non colpevole. Roba da non credere, eh? Infatti, non ci si crede. Fortuna che Malcolm Merlyn, di ritorno dal mondo dei morti (chissà se lui e Coulson, ucciso in The Avengers e redivivo in Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. si sono mai incontrati…) svela l’arcano confessando di aver fatto pressioni sulla giuria tramite qualcuno che gli doveva qualche favore. Mi rendo conto di aver scritto che Malcolm Merlyn è ancora vivo con lo stesso brio con cui – studentessa universitaria fuori sede – scrivevo “pagare bolletta elettricità”. Vabbè, sì, sorpresa, è ancora vivo. Ma questo è niente. Perché, già che c’è, lancia anche una bomba (metaforicamente parlando, ma con lui è bene specificare): Thea Queen è, in realtà, sua figlia. In questa seconda stagione ho molto lodato la crescita e la maturità di Thea, ma vi immaginate quanto potrà sbroccare quando saprà una cosa del genere? Così come avranno sbroccato quelli che la shippavano con Tommy, visto che sarebbe un tantinello incesto… #DexterAndDebraAllOverAgain

                              

E chiudiamo le vicende di Starling City con Sebastian Blood. Ricorderete come il consigliere comunale se ne vada in giro con una maschera dalle fattezze demoniache (e che ripone tranquillamente nell’armadio del suo ufficio, un po’ come il sindaco Wilkins in Buffy teneva nell’armadio dell’ufficio tutto l’occorrente per rituali infernali) e sperimenti su cavie umane un siero che ne amplifica la forza. Ebbene, tutte le sue cavie precedenti sono morte, ma in questo episodio un uomo, dotato di quello che in gergo si dice “culo”, è riuscito a sopravvivere. Così il consigliere può finalmente iniziare ad infoltire le file del suo esercito o della sua squadra di baseball, in effetti non l’ha ancora spiegato, e mettere a ferro e fuoco la città, perché è quello che fanno i cattivi.

E a proposito di cattivi e di sieri, nell’isola il dr. Ivo è infine giunto alla tomba dei soldati giapponesi, ma il ciondolo a forma di punta di freccia che gli interessa non c’è. Oliver, infatti, l’aveva dato a Shado (e se la memoria non mi inganna, adesso ce l’ha Thea, vero?). Ivo ci rimane male, molto più male di quando Sabrina l’ha mollato all’altare. E succede un po’ di parapiglia: Shado e Slade (che a causa dell’impiastro che Shado gli aveva messo per curargli le ustioni adesso ha la faccia bicolore come un Ringo) salvano Oliver, il quale ne approfitta per portarsi via anche Sara. Quando hanno un attimo di respiro, Shado tira fuori il ciondolo e legge i numeri che vi sono iscritti: sono coordinate per trovare il sottomarino giapponese arenatosi sull’isola durante la Seconda Guerra Mondiale. A detta di Sara, quello che contiene il sottomarino salverà il genere umano. #NoPressureAtAll

Mi sono dilungata anche troppo quindi la chiudo qui, ma non prima di rendervi partecipi del fatto che il personaggio di Ivo mi sta intriga un bel po’, e davvero non vedo l’ora di sapere cosa sta tramando nella sua interezza.

Vi lascio col promo del prossimo episodio, The Scientist, che andrà in onda il 4 dicembre:

Ringraziamo: Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | My name is Oliver Queen ϟ Arrow Italy | Arrow: I’m not the same person. | • Telefilm Dependence • | Guardare decisamente troppe serie TV | Oliver Queen « Arrow « | And. Yes, I love telefilms and films |Serial Lovers – Telefilm Page | Stephen Amell Italy | Telefilm Passion ღ | A future without you,is a future without sense ღ | La vita è come te la fai. | Olicity ღ If you are not leaving, I’m not leaving. | Arrow : Fight for Justice | Arrow • Oliver & Felicity • | ≍ Emily Bett Rickards Italy | Felicity, you αre remαrkαble. | Katie Cassidy Italian Fans ϟ | Lauliver ϟ | This is my life, I choose – Arrow

8 thoughts on “Recensione | Arrow 2×07 “State v. Queen”

  1. Uno lascia una recensione e internet si blocca in quel momento (meno male che ho fatto in tempo a salvare tutto, visto che è… ehm… parecchio lunga).

    Arrow ci regala un altro fantastico episodio. Leggermente inferiore al precedente, ma mi è piaciuto un sacco anche questo.
    Il Conte è stato un grande cattivo (l’attore pure – grande, non cattivo!) ed è stato bellissimo godersi i suoi vaneggiamenti da pazzo. Bello anche il suo volo con tre (Ollie caro, una bastava. Eri arrabbiato per qualcosa?) frecce nel cuore. XD
    Parliamo subito di Laurel, che così ce la togliamo di torno subito. Diciamoci la verità, Moira si doveva beccare minimo dieci o quindici ergastoli (ha praticamente ucciso 503 persone!) e questa si mette a piagnucolare perché non vuole ferire nessuno? No, dannazione. L’avrei rispettata di più se si fosse limitata a fare il suo dovere in tribunale (come, per fortuna, ha fatto, anche se le mancava la verve del compare, quello di Orphan Black – per me lui rimarrà “quello di Orphan Black”). Dev’essere difficile fare l’avvocato di questa qui, almeno ti paga bene?
    Oh, le scene Olicity. Sempre più dolci, sempre più perfette. Devo trattenermi dall’urlare: “now, kiss!” ogni volta, perché mi ripete che è presto, che la ship deve crescere e prima o poi arriverà il momento e sarà perfetto. Mi piacciono gli svolgimenti lenti, dev’essere un po’ masochista da parte mia.
    Mi ha sorpreso che Oliver sia stato liberato sull’isola così presto (adoro Sara, ma sinceramente era meglio lasciarla lì), ma potrebbe essere interessante questa svolta nelle prossime puntate. Forse si può definire questa parte un po’ di passaggio prima che si arrivi al colpo grosso, più avanti.
    Concludo con le due rivelazioni shock: “che bello, ci sarà di nuovo Barrowman” e “ehi, l’hanno scorso ho shippato due fratelli e non me ne sono nemmeno accorta!”. Merlyn deve avere nove vite, probabilmente (pretendiamo una spiegazione! Era una controfigura quella morta mesi fa, per caso?), ma sono contenta di rivederlo. Con Tommy morto deve aver perso anche quel briciolo di umanità rimasta (?) e sarà ancora più spietato di prima (in pratica, anziché limitarsi a distruggere mezza città, la distruggerà direttamente tutta). Per quanto riguarda Thea… queste cose che i figli non sono mai figli di chi dovrebbero essere non mi piace tanto, ma sono curiosa di vedere come verrà rigirata la questione.
    OMG, devo aspettare due settimane per il prossimo episodio!

    "Mi piace"

    • Anche io amo i vaneggiamenti dei pazzi, peccato che il Conte abbia vaneggiato meno dell’altra volta. L’altra volta era proprio sciroccatissimo!

      Laurel: no, non paga bene. Sono io che, generosa di spirito, offro consulenze pro bono! (certo che se mi pagassero tutti i personaggi di cui prendo le difese, sarei ricchissima)

      Secondo me Laurel non si aspettava una reazione tanto matura da parte di Oliver. Al suo posto, chiunque avrebbe quasi dato per scontato che il figlio della tipa che potrebbe finire sulla sedia elettrica ce l’avesse col mondo, e soprattutto con l’estrinsecazione materiale della situazione: cioè gli avvocati della pubblica accusa. E comunque la sua non è tanto preoccupazione per Moira, ma per Ollie e Thea, che in caso di verdetto negativo ne sarebbero usciti distrutti. Quindi è ovvio, secondo me, che il lato umano possa in qualche modo essersi trovato in conflitto con quello professionale. Ovviamente, se la causa avesse riguardato terzi estranei, nemmeno lei sarebbe andata in giro a scusarsi in preda ai sensi di colpa. Tutto sta a valutare in base al contesto.

      Per quanto riguarda Merlyn, io ho una teoria sul perché sia ancora vivo, però se non sbaglio eri tu che non volevi spoiler, e quindi taccio. (se invece ricordo male, basta che me lo dici e sarò ben lieta di teorizzare!)

      "Mi piace"

  2. Puntata stupenda!Ogni puntata e’ stupenda, ma non dettagliamo.
    Il Conte. Io AMAVO il Conte. Si insomma, un po’ mi e’ dispiaciuto vederlo cadere da non sappiamo quale piano di palazzo, con tre frecce nel petto. Ma ovviamente, Felicity ha un posto speciale nel cuore di Oliver [nonostante lui abbia detto NESSUN LEGAME] e diciamo che il Conte ha scherzato con una freccia incazzata. Laurel. Mmmh, no. AHAHA, non mi piace. Cioe’, non e’ che l’ho sempre odiata eh. Nella S1 la shippavo anche con Oliver. Ma, già dall’ultima puntata della scorsa stagione, mi ha un po’ fatto storcere il naso. E ora, piu’ passa il tempo, e piu’ la trovo peggio. Non mi e’ piaciuta nel processo, perche’ trovo che piagnucoli un po’ troppo; insomma, se vuoi fare bene il tuo lavoro ed essere una badass nel tuo campo, non vai a spiattellare gli assi nella manica che hai per incastrare qualcuno. Certo, lei l’ha fatto in buona fede, cercando di salvare la famiglia Queen (?). Ma insomma, diciamo che se ce’ o non ce’, non mi cambia la vita. AHAHAHAH. Con questo non voglio assolutamente criticare il tuo pensiero eh. Anzi, ben venga che ce’ qualcuno che la difende! LOL. E poi MALCOLM MERLYN. I’m sorry, ma ho pianto piu’ per lui che per Tommy nel finale di stagione, quindi immaginati la mia reazione quando l’ho visto. AHAHAHAH Ero in lacrime, di gioia ovviamente. E poi la notizia shock: THEA E’ MIA FIGLIA. Oh gesù. ho sospettato di Oliver a dir la verità. Moira ripeteva sempre “tanti anni fa”, ed ho pensato a lui; cavolo, ho sbagliato figlio. Ora voglio che venga detto a Thea. Mi posso immaginare la reazione, o forse no. L’isola. L’isola l’ho trovata un po’ piu’ sottotono delle altre volte, ma sempre bella. Sì, quel ciondolo a freccia ora ce l’ha Thea. Se non mi sbaglio gliel’aveva dato Ollie nel primo episodio proprio, o nel secondo. La mia memoria e’ quasi quanto la tua, na zucchina. NON mi e’ piaciuto il fatto che Oliver abbia “portato in salvo” anche Sara, che sicuramente la metterà in quel posto n’altra volta, ma sono curiosa di vedere questa storia come va avanti. Slade inizia seriamente a preoccuparmi. Sono sicura che non sia morto, ma mi chiedo [in verità mi tormento dall’anno scorso con questa domanda] che fine abbia fatto, idem Shado.

    Ah e poi, giuro che ho finito, vorrei sottolineare come il Conte, un pazzo sociopatico e tossicodipendente, abbia fatto in cinque minuti due piu’ due e sia arrivato a capire che Arrow in realtà e’ Oliver Queen. Insomma, l’ha capito lui, e gli altri no? Neanche un minimo sospetto? AHAHAHAHA

    "Mi piace"

    • Poi un giorno capirò perché con questo telefilm i commenti sono sempre lunghi quanto le recensioni! Ahahah #adoro

      Per quanto riguarda Conte e Laurel ho già detto nell’altro commento quindi salto a Thea… e Thea Merlyn non suona mica male! Giusto l’altra volta ci chiedevamo quand’è che Thea avesse avuto una storyline sua, direi che siamo stati accontentati e adesso voglio troppo sapere come gestirà Malcolm la notizia. Cioè, nel giro di poco ha perso un figlio e ha trovato una figlia, il che è già tanto per chiunque. E poi lui è pure tornato con gli occhi da pazzo allucinato, quindi… DRAAAAAMA! Si, si, mi piace!

      Isola: io mi chiedo se Sara, trovandosi in quella posizione, inizi a fare il doppiogioco. In ogni caso nel presente a Starling City lei e Oliver, quando si sono ritrovati, erano in buoni rapporti quindi direi che nell’isola alla fine è andato tutto per il meglio.

      Slade e Shado: secondo me lui è vivo, vegeto e malvagio, e Shado è morta. Ci scommetto!

      "Mi piace"

      • Sì, ma dicevano pure che Sara era morta una seconda volta davanti agli occhi di Oliver quindi boh!

        Io non voglio aggiungere nulla a quello che avete già detto tutti di voi se non che non esiste più QUEENCEST! E tutte le fanfiction che ho letto allora erano basate su una menzogna? VERGOGNA!
        Ok, la pianto xD

        "Mi piace"

      • Per quello rimango super curiosa di vedere la continuazione con Sara. Shado penso sia morto anch’io,più che altro perché Sarà aveva detto a Oliver che quel cappuccio verde l’ultima volta l’ha visto addosso a Shado. E appunto, la sua “divisa” Oliver l’avrà pur presa da qualcuno. Tipo una cosa sentimentale. 😉

        "Mi piace"

  3. Puntata magnifica, come ogni volta. Che dire, sta seconda stagione è davvero a prova di bomba.
    Prima il “Doll Maker”, ora il “Conte”.. che non ci sia due senza tre? Ah, no.. c’è Malcolm *.* Ok, è un cattivo coi fiocchi, e dopo aver perso un figlio sarà parecchio “fuori di melone” XD Ma è proprio per questo che l’ho sempre adorato, è un cattivo che si merita questo appellativo. Chissà cosa ci riserverà nel futuro, visto che lui SA chi è Arrow e chissà se anche lui non gli dà la colpa della morte del figlio (?).
    Ma a proposito di figli, Thea è una Merlyn O.O Whaaaaaat?! Ci sono rimasta, davvero! E finalmente potrà anche un po’ distaccarsi dal ruolo di “baby-sitter di Roy” XD (Adoro anche loro, sia chiaro.. ma avevano bisogno di più spessore).
    E da Malcolm e Thea (ormai) Merlyn.. passiamo al processo. Moira Queen innocente? Ok, c’è qualcosa che non va.. e infatti, dopo scopriamo il suo “angelo custode”. Quanti altri scheletri ci nasconde la mamma Queen?!
    Laurel, che dire di questa ragazza? Come qualcuno ha detto prima di me, anch’io all’inizio della prima serie shippavo la coppia Lauliver (è scritto giusto?!) – non con l’enfasi di come adesso seguo la coppia Olicity – ma all’improvviso (e ho deciso di vedermi tutta la prima stagione di nuovo per capire dove e perché ho cambiato idea), anche dopo la comparsa di Felicity (ok, ammesso XD), mi è diventata sempre sempre più indifferente. Al processo è stata davvero carina a parlare con Moira per non creare casotti vari nella famiglia (già devastata) Queen.. ma, sinceramente, il fatto che lei si sia scusata non mi è piaciuto. Cioè, nella prima stagione aggrediva Ollie per essersi portato la sorella a letto e averne causato, seppur indirettamente, la morte. E per una persona (che, ok, conosce bene, madre del suo ex ragazzo e di Thea, ecc ecc) che ha comunque “ucciso” 503 persone.. mah, non ci stavano proprio!!
    La stanno rendendo troppo melensa e piatta (lo ammetto, la mia parte più Olicity e non continuo per non essere volgare, è anche un tantino felice per questo XD), non riconosco più la Laurel della prima stagione.
    E veniamo a noi: Oliver e Felicity, davvero troppo troppo fantastici e *.* ..ok, mi fermo prima che la parte più sdolcinata di me esca fuori. Il Conte rapisce Felicity, arriva alla conclusione di chi sia in realtà Arrow (e meno male! Cioè, il più pazzo ci è arrivato! E il resto di Starling City? O.O Mah!), lo chiama e gli fa presente della sua ospite. Oliver lascia il tribunale (e si ferma solo perché Thea lo chiama ^^ Per non parlare dello sguardo che ha al termine della chiamata!), va alla Queen Consolidated e sappiamo tutti cosa succede.
    Ora, si è capito che sono Olicity, ma vi ricordate nella puntata “Doll Maker”..?! Anche Laurel viene rapita e lui non fa una piega, la va a salvare e riesce anche a “salvare” il tizio psyco (quasi). In questa puntata, invece, ne spara tre.. TRE di frecce, uccidendo il Conte che da noi Felicity penso verrà sempre ricordato con tanto affetto! (E questo pensiero non è frutto del mio cervello, ma l’ha fatto notare un bel po’ di gente.. non voglio prendermi meriti che non ho ^^)
    Scene Olicity a go go! E un bacio (anche se troppo presto) o un abbraccio almeno, ci stava ç.ç Ma mi sa che dovremmo aspettare ancora!!

    O.O Oddio, ma quanto ho scritto! :O Non linciatemi T.T
    Beh, recensione fantastica pierapi8 😀 te l’avevo detto che non ci avresti deluso affatto!! ;D
    Notte, ragazze!! Alla prossima puntata.. e tenete duro T.T

    "Mi piace"

    • Wow! Non ti rispondo punto per punto perché devo andare a studiare, ahimé (e perché più o meno i temi sono stati tutti trattati anche negli altri commenti) quindi mi limito a due cose che ritengo fondamentali:

      La prima: grazie infinite per i complimenti, mi fa tanto piacere il fatto che le mie recensioni siano di vostro gradimento.

      La seconda: grazie anche per aver voluto commentare così ampiamente (e soprattutto grazie per averci perso tempo: lo dicevamo con le admin, la gente è sempre molto avara di commenti, e quando arrivano ci fanno una gran festa!)

      E vabbè, già che ci siamo, la questione delle tre frecce: anche io ho letto quello ragionamento, mi sa che abbiamo visitato lo stesso blog Tumbrl, dico bene? *canticchio* è un mondo piiiiccolo…

      Alla prossima puntata/recensione/commento/whatevah 😀

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...