Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 10×08 “Two Against One”

”Tra i numeri primi ce ne sono alcuni ancora più speciali. I matematici li chiamano primi gemelli: sono coppie di numeri primi che se ne stanno vicini, anzi quasi vicini, perché fra di loro vi è sempre un numero pari che gli impedisce di toccarsi per davvero. Numeri come l’11 e il 13, come il 17 e il 19, il 41 e il 43. Se si ha la pazienza di andare avanti a contare, si scopre che queste coppie via via si diradano. Ci si imbatte in numeri primi sempre più isolati, smarriti in quello spazio silenzioso e cadenzato fatto solo di cifre e si avverte il presentimento angosciante che le coppie incontrate fino a lì fossero un fatto accidentale, che il vero destino sia quello di rimanere soli. Poi, proprio quando ci si sta per arrendere, quando non si ha più voglia di contare, ecco che ci si imbatte in altri due gemelli, avvinghiati stretti l’uno all’altro. Tra i matematici è convinzione comune che per quanto si possa andare avanti, ve ne saranno sempre altri due, anche se nessuno può dire dove, finché non li si scopre.”

(AKA “la narrazione che sarebbe stata perfetta per un episodio più che imperfetto”)

Avete mai sentito parlare del ”salto dello squalo”?

E’ un’espressione idiomatica, che prende le sue origini da Happy Days, che descrive il momento in cui una serie rinnega la propria storia,  attraverso una svolta narrativa folle, ridicola o incoerente e voltando le spalle a ciò che è stata, inizia un inesorabile declino.

Ho sempre pensato che il salto dello squalo di Grey’s Anatomy fosse avvenuto nella quinta stagione quando Izzie fece sesso con il fantasma di Danny.

Lo so che sembra strano ma provate a dirlo ad alta voce con calma e capirete tutta l’awkwardness della faccenda:

IZZIE STEVENS. FECE. SESSO. CON UN. FANTASMA.

Le stagioni successive non erano che l’esecuzione di varie capriole, qualcuna più riuscita e qualcun’altra meno, aspettando il momento dello schianto.

Beh, quel momento è arrivato.

“Two Against One” è un episodio pretestuoso.

Gli autori avranno sicuramente pensato che mettere trentamila novità in questa puntata l’avrebbe reso un pezzo da novanta nella storia della serie.

Ma quello che abbiamo visto è veramente uno dei momenti più bassi nella storia di questa serie.

In questi anni ho sempre difeso a spada tratta questo show ma adesso no.

Com’è possibile che stiano rovinando TUTTI i personaggi?

Volete una conferma? Ecco qua:

MEREDITH FOR THE HARPER AVERY AWARD
(put sarcasm here)

Una scena che doveva essere simpatica e non lo era.
Una scena che serve solamente per mettere in moto gli avvenimenti dell’episodio.

Infatti sotto l’influenza di Ross, Cristina si lascia coinvolgere dal suo caso clinico della settimana ed alla fine della puntata decide di utilizzare la stampante 3D di Meredith nonostante lei glielo avesse negato.

Viene così maggiormente alzato il muro tra le due “twisted sisters” e non possiamo che irrigidirci al pensiero che manchino solo sedici episodi prima che Sandra Oh lasci lo show.

E non bastava vedere il loro rapporto incrinarsi ma anche quello tra Alex e Meredith che sembra anch’esso prendere una brutta piega:

THE RETURN OF THE SLEEPING MONSTER

Nell’episodio di Halloween ero rimasto particolarmente colpito da come la Bailey avesse trattato il marito ma l’avevo imputato a come l’aveva trattata Webber.

In quest’episodio la storia viene stravolta completamente: viene infatti reintrodotto prepotentemente il tema dell’ODC (Disordine Compulsivo Ossessivo) che avevamo già visto nella 9×22 quando la Bailey si chiuse in laboratorio dopo l’inchiesta sulla morte di alcuni suoi pazienti.

E’ un peccato che quest’argomento venga ritrattato dopo così tanto tempo perchè ormai Miranda sembrava essere guarita.
E invece gli autori decidono di includere anche lei nel ”girone dei tormentati dal PTSD”.

Il Disordine da Shock Post-Traumatico infatti è uno dei temi più abusati nello show (tra gli esempi più eclatanti, Cristina ne soffriva dopo la sparatoria e dopo la caduta dell’aereo, Arizona ne soffre ancora) e non credo ci fosse la necessità di aggiungere anche la “Nazi”.

Avrei preferito che gli autori si fossero concentrati sul matrimonio ora che sono tutti e due a Seattle non sulle conseguenze di una possibile malattia sul matrimonio.

HOW THE OTHER HALF LIVES

Sul fronte Calzona le cose cose vanno sempre peggio.

Da un lato c’è Arizona che continua il suo affair con Leah (rabbrividisco al solo pensiero) e che sembra far finta di non vedere quanto sia bizzarra la situazione.

Dall’altro c’è Callie che durante il colloquio con Emma si mette a fare domande su com’è essere divorziati o com’è trasferirsi in un altro paese dopo una separazione.

Insomma le due si ritrovano agli antipodi e sinceramente vedo difficile farle tornare insieme come quelle che erano una volta, anche se si nota come Arizona ci stia ancora pensando:

UNLIKE A VIRGIN

Ed è anche tanto dire che l’altra storia meno noiosa (si fa per dire) sia quella di April e Matthew.

I due infatti si domandano cosa accadrebbe se lui spezzasse il giuramento di fare sesso prima del matrimonio ma dato che April a volte fa qualcosa di giusto, lo convince a non fare la stessa cosa che ha fatto lei, perchè nonostante non sarà la prima volta che lei farà l’aMMore, sarà la prima volta che lo farà con lui.

THE BOREDOM MENACE

Sulle altre storylines la noia regna incontrastata: da Webber che finalmente vuole vivere a Jackson e Derek alle prese con l’uomo del tic.

Per la storia tra Emma e Owen voglio aspettare un po’ prima di trarre conclusioni.
In quest’episodio mi sono piaciuti e vorrei vedere se gli autori riescono almeno a non mandare tutto in vacca anche questa volta.

CONSIDERAZIONI SPARSE SULL’EPISODIO:

Aspettavo questa puntata da settimane perchè avevano annunciato che oltre ad essere scritta da Shonda Rhimes avrebbe rivisto il ritorno di un personaggio dal passato.

E invece nulla era vero! Gli autori non solo stanno scrivendo trame insulse ma ci stanno anche trollando alla grande!

Ve lo giuro, io sono ad un passo così dall’andare in America ai vertici della ABC e sparare a tutti gli autori.

Perchè così non si può andare avanti.

Questi episodi fanno letteralmente schifo. Lo show sembra la parodia di sè stesso.

I personaggi sembrano vagare in un perenne stato d’infelicità, le trame non hanno una briciola di bellezza o coerenza ed io sono stanco di vederli tutti morire uno dopo l’altro.

VOTO DELL’EPISODIO: 3 1/2 (ma solo perchè c’era Callie che mi ha messo il buonumore).

Ed infine il promo del prossimo episodio che dovrebbe appunto vedere in un ruolo prominente la mia adorata Calliope e Arizo(cco)lona:

Ringraziamo: Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | • Telefilm Dependence • | Guardare decisamente troppe serie TVAnd. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serial Lovers – Telefilm Page |Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Tv, Cinema, Musica & Libri

BE SOCIABLE, SHARE!

One thought on “Recensione | Grey’s Anatomy 10×08 “Two Against One”

  1. Pingback: Recensione | Grey’s Anatomy 10×10 “Somebody That I Used To Know” | parolepelate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...