Homeland/Telefilm

Recensione | Homeland 3×05 “The Yoga Play”

Hello again, readers.

Prima di parlare dell’episodio vorrei parlare un secondo di Homeland in generale, dato che questa è la prima recensione in merito che pubblico.

Questo show l’ho amato subito, dal primo episodio, anche se lo avevo visto giusto per capire se poteva interessarmi o  meno, ricordo che il promo non mi aveva appassionato ecco.

Poi invece ha trovato il suo modo di entrare nel mio mondo e farsi amare. Questa è la stagione che mi sta piacendo meno.

E’ che questo è uno show in cui non vince mai nessuno. Nessun protagonista è felice, nessuno di loro è “sano” o ha un rapporto sano con il mondo. Insomma, è una sofferenza continua. A me mette molta ansia, a voi no?

In questa stagione più che nelle altre non riesco a trovare niente di positivo, non c’è neanche un briciolo di speranza, va sempre tutto storto. E’ uno show troppo frustrante.

Ma passiamo all’episodio della settimana che, per ora, è quello che mi è piaciuto di più.

La puntata si apre con un tizio sconosciuto che entra negli Stati Uniti passando dal Canada -se non erro- e, conoscendo lo show, lo inquadriamo subito come qualcosa di non positivo.

Io, finito l’episodio mi sto ancora chiedendo chi diavolo sia perché, francamente, non l’ho ancora capito.

Questo losco individuo lo rivediamo in qualche altra scena, tra cui una di dubbia utilità: la mangiata di panino fuori da una casa, con tanto di macchia sulla camicia. Per la serie: ma al popolo?

Su un altro fronte, nel frattempo, si muove Saul.

Ecco, ora devo spendere due parole su di lui:  è stato il mio personaggio preferito le scorse stagioni, anche quando faceva cose sbagliate e poco corrette nei confronti di Carrie. Ma in questa stagione?! Lo odio profondamente.

Anche dopo aver scoperto che era tutto un piano per avvicinarsi agli Iraniani. Io non riesco a capacitarmene. Mi sembra che se ne freghi di Carrie. Mi sembra che la usi fin troppo e in modi che non sono affatto comprensibili o normali.

Capisco anche il suo punto di vista, ma proprio non ce la faccio!

Ma a calarmi ancor meno giù è Mira. Questa donna che va e che viene come più le piace distruggendo il cuore di Saul. Sì, okay, non condivido le sue scelte ma non voglio neanche vederlo soffrire. Mi si è stretto il cuore quando è tornato a casa da una delusione cocente e l’ha trovata a cena con questo tizio sconosciuto. I mean, srsly?!

D’altro canto ho anche fatto la ola per il discorsetto di Saul al senatore. E’ il classico: chi non sa fare insegna.

Però anche qui mi è sorto un grande quesito: che fine fa l’operazione di Carrie se Saul non è più al comando? Ho paura anche solo a pensare alle conseguenze di questa decisione del Presidente.

E poi c’è lei, Carrie, che per l’ennesima volta decide di smettere di prendere i suoi medicinali. Mi sto stufando di questa storia che si ripete.

Qua devo spendere altre due parole sullo show: non mi piace proprio come trattano le malattie mentali in questo show. Non credo che mandi un messaggio positivo, in certi punti mi sembra anche un po’ superficiale, come nel caso di Dana. Insomma, questo è un aspetto che non mi piace dalla prima stagione e più andiamo avanti e più, mi pare, diventa peggio.

Invece vorrei fare un monumento a Peter Quinn e alla sua faccia da cucciolo bastonato. Quell’uomo è adorabile.

Si preoccupa per Carrie, si preoccupa che stia bene (anche non ai fini di una missione!), la vede e la tratta come una persona e non come un’ esca ogni riferimento a Saul è puramente casuale.

E’ un uomo tutto d’un pezzo, che è bravo nel suo lavoro ma che non per questo ha buttato alle ortiche l’anima. Ecco.

Se penso ancora alla scena del bambino che ha ucciso per errore mi viene da piangere.

 

 

 

Mi piace molto come si sta sviluppando il loro rapporto. E’ una di quelle rare volte in cui, anche se mi piacciono come coppia, non mi importa se finiranno mai assieme in senso amoroso perché resterebbe comunque un rapporto stupendo.

Credo che ci siano le basi per una delle amicizie più belle che io abbia mai visto. Perché Peter si preoccupa per lei a prescindere, anche quando lei non lo vorrebbe accanto. Credo che non riesca a farne a meno e credo anche che tutto sia molto disinteressato. Cioè lo fa e basta, senza aspettarsi nulla in cambio.

Sì, okay lo ammetto, sono follemente innamorata con questo personaggio. Come si potrebbe non amarlo?!

Ed ora passiamo a Dana ed il suo teen drama.

Nelle sue scene ormai mi ritrovo talmente tanto spesso a ruotare gli occhi che temo un giorno mi resteranno incastrati e diventerò una non vedente.

Mi ha stupito sapere che molte persone attaccano Dana in questa stagione perché è egoista ed egocentrica. Ma…?!

Il suo personaggio è uno di quelli più monocromatici della storia. E’ grigia, in tutto quello che fa. Non ha sfumature, non ha volume, niente. E’ piatta come… come… come un piatto piano ò.ò

E’ sempre lì a piangersi addosso, da sempre e ora che ha motivi seri per farlo ecco che l’attaccano!

Penso che fosse più “pallosa” da vivere quando, nella prima stagione, Brody era tornato e lei non era il ritratto della felicità.

Ora è una ragazzina che ha visto suo padre in TV dichiararsi un terrorista, è la figlia di un assassino, ha perso di nuovo suo padre ed ha dovuto subire le angherie di giornalisti e famiglie nei suoi confronti e nei confronti di tutta la sua famiglia che con le azioni di Nicholas non c’entrano niente.

Io non mi stupisco che abbia tentato il suicidio.

 

Quando Jessica è andata a chiedere aiuto a Carrie volevo ridere. Ho pensato: ma con che faccia?

Poi però ho capito la sua disperazione. Jessica non è un personaggio che mi piace molto, però bisogna anche darle un po’ di credito.

Questa donna si è vista tornare a casa un marito dopo otto anni, si era rifatta una vita, credendolo morto, e tutto il suo mondo crolla improvvisamente, ancora una volta.

Si ritrova a vivere con uno sconosciuto, praticamente, e proprio quando inizia a ricostruire un qualcosa con lui scopre che è un terrorista. Suo marito scompare, ancora una volta, lasciandola sola nel bel mezzo di una bufera. Trova sua figlia in bagno, in una pozza di sangue, quasi morta.

E’ costretta a fare i salti mortali per assicurarsi che venga curata in una clinica buona, anche se ha a stento i soldi per andare avanti.

Insomma: è una donna con le palle, ammettiamolo.

E’ molto fragile, ma allo stesso tempo è una donna forte perché continua ad andare avanti e a battersi per la salute dei propri figli.

Quindi sono stata contenta, alla fine, che si sia rivolta a Carrie e che le abbia dato credito per quel che aveva visto in Brody e che tutti gli altri avevano ignorato.

Nel frattempo Dana se ne sbatte delle preoccupazioni della madre e pianifica un futuro con Leo tutto rose e fiori.

Tutte le scene con Leo sono di una noia e di uno scontato mortale.

La scena che mi è andata meno giù è stata la crisi isterica dovuta al notiziario. Sì okay, hai un problema con le bugie ma… non so. Mi pare un po’ ipocrita, that’s all.

Non riesco a empatizzare con questo personaggio, mi dispiace.

La puntata si conclude con il rapimento, molto crudo, di Carrie che viene trascinata dal tizio che abbiamo visto a inizio episodio. Solo io ho dei brutti presentimenti in merito?!

Quando pensi “peggio di così non potrebbe andare”, ovviamente succede qualcosa di inimmaginabile. Ansia, troppa ansia. Questo show mi farà morire di crepacuore.

Cosa vorrei vedere presto? Brody. Okay, non è che ci sia molto da vedere, immagino, ma il non sapere come sta, cosa gli succede, mi uccide! Com’è possibile che il protagonista maschile abbia avuto una sola puntata a disposizione su ben cinque?!

Vi lascio con l’ansiogeno promo della prossima puntata e con i soliti ringraziamenti.

Ringraziamo: Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | • Telefilm Dependence •

Annunci

One thought on “Recensione | Homeland 3×05 “The Yoga Play”

  1. Pingback: Recensione | Homeland 3×05 “The Yoga Play” | theycallmeamelia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...