Downton Abbey/Telefilm

Recensione | Downton Abbey 4×04 “Episode 4”

Mi scuso per l’assenza della recensione di Downton per la scorsa settimana ma per vari problemi è saltata (così come tutte le serie che recensisco).

Per prima cosa fatemi dire due parole riguardo la puntata scorsa, giusto per ritrovare la retta via.

La 4×03 è stata abbastanza “”“felice””” (ergo “monotona”) fino ad un certo punto. Oddio, c’erano ammiccamenti di qua e di la ma i motivi per cui ricorderemo l’episodio è esclusivamente uno: lo stupro subito da Anna. Questa scena ha fatto scendere un velo di orrore e gelo su tutte le cose successe fino in quel momento, Lord Gillingham, Tom e Edna, bla bla bla…
La vicenda di Anna è stata lo scandalo di Downton, sia nella finzione che nella realtà. Insomma, ne io ne il resto del mondo ci saremo mai aspettati di vedere scene così nude e crude in Downton; dopo tutto stiamo sempre parlando di un programma di un certo livello che va in onda in prima serata (N.B.: la prima serata inglese, che va dalle 7 alle 9 di sera, non è come quella italiana: sono vietati sangue, morti truculente, riferimenti espliciti al sesso, nudi e atrocità di vario genere anche se non mostrate direttamente) su ITV1…. in Inghilterra.
É stata una secchiata di acqua gelida in pieno viso.

E  Anna è la prima che vediamo all’apertura di episodio. Come è comprensibile, Anna fa di tutto per evitare i contatti, fisici e non, con suo marito. Si sente sporca, colpevole e indegna di stare con un uomo tanto gentile e caro. Sa che se gli racconta la verità Mr. Bates non ci penserà su due volte prima di uccidere il verme che le ha fatto male, cosa che lo condurrà senza ombra di dubbio alla forca.

Perciò chiede a Mrs. Hudges, la quale la esorta di andare alla polizia e denunciare l’accaduto, di trovarle una stanza lì a Downton perché vuole lasciare la casa in cui vive con Bates.
Trovatasi con le mani al muro, la povera MH accetta le condizioni dettategli dalla giovane donna.
Se dovessi esprimermi su questa faccenda, beh, non saperei cosa dire. É stato troppo inaspettato e mi devo ancora riprendere e poi formulare una mia opinione a proposito.

Meglio passare al Problema numero 2: Edna.
A quanto pare Tom, ubriaco ma non troppo, ha fatto una capatina tra le sottane di Edna *e qui partono le Maledizioni senza perdono*
Tuttavia. il giorno dopo il fattaccio, invece di scavarsi una fossa nel Terreno dell’Eterna Vergogna, Edna persiste nel ricevere una pseudo spiegazione – sì, definiamola così – per quello che è accaduto. Tra un giro di parole ed un altro, la stronza (userei la parola che inizia per T ma cadrei nello scurrile) espone chiaramente i suoi intendi: farsi ingravidare da Tom e di conseguenza sposarselo per fare la signora.

Crepa, dico io. C R E P A.

Ah, che poi la signoria è una T con la T a caratteri cubitali, eh! Avendo preso Tom per un pollo, gli fa bere la cosa che lei sarebbe già incita dopo sole 8/9 ore (lo sperma di Tom è potente come quello degli scarafaggi) e vuole la risposta ADESSO: Sì, la sposerà; no, non la sposerà.
Da questo momento in poi inizia la tribolazione di Tom che termina (per fortuna) quasi subito, confessando il fattaccio a quell’angelo di Mrs Hughes.

In quel momento siamo stati tutti Thomas:

Posso dire che è stata una vittoria personale vedere Edna tratta in quel modo da Mrs Hughes? Era ora. Edna era fastidiosa dalla sua prima apparizione lo scorso anno, adesso poi era diventata insopportabile. Sapevamo che era tornata per pungere più forte di prima… meno male che qualcuno l’ha schiacciata prima.

Dal canto suo, Mrs Hughes si sta rivelando uno dei personaggi migliori in Downton (e sono tutti buoni personaggi). Quest’anno mi sembra che tutti stiano crescendo in qualche modo, infatti  le storie si fanno più complesse a livello psicologico, vedi Anna, Carson, Edith e Mary, solo per citarne alcuni.

L’unica pecca: non ancora riesco a capire quale strada prenderà la storia di Thomas; fino ad adesso mi pare faccia cose random… insomma, voglio vedere il disegno generale che c’è dietro la casualità dei suoi comportamenti.

Problema numero 3.
Il problema numero 3 può essere riassunto semplicemente in: Alfred-Ivy-Jimmy-Daisy.
Sì, è peggio di Beautiful. Capite la situazione però, sono giovani e non riescono a tenerlo nei pantaloni, Jimmy non riesce a tenerlo nei pantaloni. Quindi nel giro di 20 minuti si passa da flirt indolori a pomiciate nello stanzino delle scope.

Adesso voglio parlare della cosa per cui smanio dall’inizio di questa recensione, le gioie amare che Fellowes ci regala q.b.

“Will you marry me?”

OH

MIO

Traduzione: Addio Mary. Mia cara Mary, prego che tu possa rosicare da qui all’eternità.

DIO

Fino a questa puntata, Lord Gillingham mi stava proprio lì dove non dovrebbe, poi è diventato il mio prediletto. Insieme a Mary ha corteggiante anche me, e spero anche voi.

Se un tipo ricco, nobile, di bell’aspetto, per giunta gentile e premuroso, che inventa di “essere di passaggio” a 300 km da casa – quando in realtà è li di proposito per te – ti chiede di sposarti dopo 15 minuti intensi di dichiarazioni d’amore struggenti, tu gli dici di sì. Punto. Non c’è storia. Vaffanbene a Matthew.

Invece Mary risponde con un no categorico. Lui le dice che lei occupa interamente la sua mente dal momento in cui l’ha vista, lei risponde che Matthew occupa ancora la sua mente. Statte zitta!

Sinceramente, Mary, spero tu te ne penta per il resto dei tuoi giorni.

L’altra sorella è quella che capisce.
Hai capito a Edith? Ha consumato. Signori e signore è successo. Edith, la più sottovalutata, è riuscita dove Mary aveva fallito in precedenza.
Ripeto il consiglio di due settimane fa: sposatevi. A me Gregson piace, mi piace con Edith… spero solo non ci esca la fregatura a conti fatti (cosa molto probabile).

Per ultimo ma non meno importante c’è Jack Ross.
Sono bastati due millesimi di secondo per shipparlo con Rose. Due. Non ha praticamente aperto bocca, tranne che per cantare e per scambiare mezza battuta con Rose ma ciò è bastato. E diciamocelo, tanto siamo tra di noi, è veramente attraente. Apro e chiudo parentesi.

Curiosità.
Il personaggio di Jack Ross è basato su quello di Leslie ‘Hutch’ Hutchinson, un cantante Jazz esperto nell’arte della seduzione, che negli anni Venti ha fatto scandalo. É stato, infatti, l’amante di Edwina Mountbatten, moglie di un nipote della regina Vittoria. Da allora diventò il gigolo reale.
Fonte.

Voto: 8,5/10

Vi lascio con il promo della 4×05 in cui i problemi tra Anna e Bates entrano nel vivo. Fino a quando starà zitta Anna?

Ringraziamo: Serie Tv, che passione ღ | Beyond the Good and the Evil | • Telefilm Dependence • | Downton Abbey Italian FanPage

One thought on “Recensione | Downton Abbey 4×04 “Episode 4”

  1. beh in verità dopo la morte di Sybil direi che Downton ha perso ampiamente il titolo di confort viewing…la scena è stata ben girata, il più è stato lasciato all’immaginazione dello spettatore e sinceramente la polemica continua a sembrarmi davvero esagerata. il caro Giuliano potrebbe riuscire a gestire l’argomento nel modo giusto ( come sembra stia iniziando a fare già in questa puntata), non sottovalutiamolo 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...