Film

Recensione | Any Day Now

Ciao a tutti ^^

Oggi sono qui non per parlarvi di un telefilm, ma di un film che mi ha toccato moltissimo e che vorrei consigliarvi di vedere dal profondo del cuore.

Il titolo è “Any Day Now”, una produzione del 2012 e il premio Grifone d’Oro all’ultimo Giffoni film festival. Questo è il trailer (già solo rivederlo mi smuove il cuoricino).

Siamo nell’America degli anni Settanta, quella ancora estremamente intollerante nei confronti di qualsiasi diversità – e che, ancora oggi, per certi versi, somiglia ancora a tante parti del mondo.

Rudy Donatello è un uomo che per guadagnarsi da vivere fa la DragQueen in un locale gay.  Paul è un avvocato, di quelli che vorrebbero cambiare il mondo. Si incontrano una sera, per caso e scoprono di piacersi l’un l’altro e il loro rapporto si fa più intenso quando nella loro vita piomba Marco, un dolcissimo ragazzino con la sindrome di Down che vive con la madre tossicodipendente nell’appartamento accanto a quello di Rudy. Quando la donna viene arrestata per spaccio e uso di stupefacenti, Rudy decide di prendersi cura di Marco e Paul, per aiutarlo ad ottenere l’affido, gli propone di andare a vivere con lui, in modo da poter dimostrare di essere in grado di mantenere il ragazzino.

Ci troviamo dunque di fronte a quella che si presenta come una famiglia Arcobaleno a tutti gli effetti. Le cose però non sono così facili come sembrano (non lo sono adesso nel 2013, figuriamoci negli anni 70) e infatti, non appena la gente inizia a parlare, le cose si mettono male e inizia per Rudy e Paul una lotta disperata per mantenere l’affidamento di Marco che, nel frattempo, si è affezionato a loro e li considera la sua famiglia…

Any Day Now è un film tenero ma allo stesso tempo spietato, racconta una storia vera senza cedere ad inutili patetismi e riesce comunque ad emozionare chi la guarda per via della recitazione degli attori e – anche – per quello che vuole raccontare. L’amore è amore, in qualsiasi sua forma, condannarlo o tacciarlo di perversione è inutile.

Any Day Now non parla solo di amore gay e omogenitorialità, Any Day Now è un film sui sogni, sulle ambizioni e sull’importanza di avere un obiettivo per il quale continuare a lottare.

I personaggi protagonisti sono uno più adorabile dell’altro, scegliere il preferito è praticamente impossibile.

Ed ecco, io ve lo consiglio davvero con tutto il cuore, perché dopo che avrete finito di vederlo, guarderete il mondo con occhi diversi.

Su Subspedia trovate anche i sottotitoli pronti per voi (e a cui ha collaborato anche la sottoscritta), che aspettate ad usufruirne?

Aika.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...