Sapevatelo/Suits/Telefilm

Sapevatelo | 3 buoni motivi per iniziare a vedere Suits

C_54_articolo_1389_Foto_Video_imgarticolo[1]

Questo breve articolo è scritto essenzialmente ad uso e consumo di thefailedgirl, ma potete usufruirne anche voi, miei cari lettori, se siete alla ricerca di una nuova serie da vedere 😀

L’altra sera una mia amica mi ha informato che su Italia1 stavano dando un telefilm che “devi assolutamente vederlo”. Siccome a convincermi a volte basta anche mezza riga di trama su wikipedia (metodo che no, non funziona quando devo fare qualcosa di serio), ho seguito il suo amorevole consiglio e ho iniziato Suits – vedendo cinque episodi in due giorni – e di seguito, ecco tre buoni motivi per cui dovreste iniziarlo anche voi.

1) Nonostante sia un legaldrama – ovvero avvocati, ovvero uomini in abiti eleganti che sono una delle mie più grandi debolezze – non è pesante come ci si potrebbe aspettare, anzi: la storia è quella di Harvey Spencer, un avvocato che ha bisogno di cercarsi un assistente-praticante. Non volendo andarlo a pescare fra i freschi laureati di Harward, visto che li considera tutti inetti, il destino gli dà una mano quando gli fa capitare davanti Mike Ross, un ragazzo geniale che tira avanti andando in giro a fare esami al posto degli altri e che per questo motivo è un tuttologo onnisciente, oltre ad essere molto sveglio. Mike però è stato espulso dall’università e non è un avvocato, ma Harvey decide comunque di dargli una possibilità (e io tremo al pensiero del momento in cui tutto ciò verrà scoperto) e lo assume, parandogli decisamente il didietro. Da qui Mike inizia a lavorare con lui, dimostrandosi un alleato davvero prezioso, con le sue intuizioni alla Sherlock e le sue capacità fuori dal comune.

2) Mike. Mike è il mio personaggio preferito. Sarà la sua espressione da cucciolo sperduto, sarà il fatto che dietro quel cervello geniale (e già solo per il cervello sarebbe da amare) si nasconde un ragazzo tutto sommato semplice, che appena possibile va a trovare la nonna nella clinica in cui è ricoverata e che lavora solo per poterle garantire le migliori cure possibili, sarà il fatto che… beh, lo adoro e basta. E le sue interazioni con Harvey, che praticamente lo “adotta”, sono adorabili, ricche di ironia e fondate sul rispetto reciproco (Harvey non lo ammetterebbe mai, lo so…)

3) Studilegali&Vestitidauomo. Sarà che io amo il blog studioillegale (un po’ meno il libro, il film poi non parliamone, il fatto che ci sia Fabio Volo mi mette ansia, ma tant’è…), sarà che gli uomini in giacca e cravatta mi fanno un certo effetto, ma anche l’occhio vuole la sua parte, e Suits sembra proprio avermi voluta accontentare. E poi dai, chi non vorrebbe lavorare in uno studio elegantissimo, sito in un grattacielo, con le scrivanie enormi e le porte a vetri?

Finora di Suits sono andate in onda due serie, per un totale di ventotto episodi e giorno 16 (in America) inizierà la terza serie.

Beh, che ne dite? Vi ho convinto? Fatemi sapere,

Aika.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...