Skins/Telefilm

Recensione | Skins “Skins Fire #1”

tumblr_mpc2746l2b1r2aazho1_500

Anni fa, nel 2010, abbiamo salutato definitivamente Cook, Effy, Naomi ed Emily e ancor prima Hannah.
Un anno fa venne fuori la notizia che ci sarebbe stato uno Skins 7, che forse Jack O’Connell ne avrebbe fatto parte e quindi quasi tutti abbiamo iniziato a sperare che a lui non fosse toccata la stessa sorte di Freddie.
E quando è stata confermata ufficialmente la sua presenza ecco che abbiamo iniziato a sperare di rivederlo insieme ad Effy.
Ma ci è stato poi detto che i personaggi di Fire, Rise e Pure non s’incontreranno e lì m’è partita un po’ male.
Tony non ci sarebbe stato e lì pure, altro boccone amaro da mandare giù, ma Nicholas Hoult era impegnato con altri film per cui ho potuto soltanto pensare: va bene, è giusto così, anche se non avrebbe dovuto voltare le spalle allo show che gli ha dato maggior visibilità.

A prescindere da questo ecco che iniziano a saltare fuori i primi spoiler, i primi video, tweets vari e si scopre che Naomi finirà in ospedale e l’unica cosa che ho pensato per tutti questi mesi ed dopo aver visto la puntata, ancora di più, è stata: se mi hanno fatto tornare Naomi solo per ammazzarla mi rifiuto di vedere le prossime puntate.
Ma lo conosciamo tutti il modus operandi di Skins: un personaggio di ogni generazione muore.
Ed ogni volta è così crudele che non possiamo far altro che darci alle lacrime.

tumblr_mpcuy3Fv901spjmtgo1_500

Londra. Pioggia. Gente a non finire ed eccola: Effy Stonem, il fuoco.
Forse nessuno di noi sapeva aspettarsi in questa primissima puntata, a tre anni di distanza dall’ultima volta che l’abbiamo vista spaventata, come una farfalla che sbocciava dal bozzolo dopo il crollo psicologico avuto.

Ed eccola qui, la Effy che nelle prime due serie neppure parlava, quella amavamo a prescindere, che sapeva disegnare.. eccola che diventa assistente in una Cassa del Risparmio, o qualcosa del genere. Ed è brava con i numeri, è brava nel suo lavoro, è sicura di quel che fa come lo è sempre stata.

L’unica che pensava male di lei – ma poi non così tanto visto le sue scappatelle notturne – ero io. Avete presente quando la sua collega dice di aer bisogno di una sigaretta e di coca? Be’, ho pensato alla cocaina. Anche se mi sono un po’ stranita quando Effy ha detto di volerne una anche per sè. E poi ho scoperto si trattava di coca-cola. Mannaggia a me.

Le scene si susseguono in banca o simil-cosa, la vediamo cresciuta e meno irruenta di prima perché fa quel che le chiedono e non da di matto come probabilmente avrebbe fatto prima se solo qualcuno le avesse ordinato cosa fare o non.
Ma questa è la stagione di crescita, no? Skins ci ha presentato varie persone, vari adolescenti e ci siamo ritrovati in ognuno di loro per questa o l’altra cosa. Forse non venivamo/veniamo presi in giro per l’omosessualità come Naomi, Maxxie ed Emily, ma di sicuro per un motivo o per un altro siamo stati emarginati almeno una volta nella nostra vita.

E’ questo quello che Skins ha sempre fatto: presentarci la realtà. Forse è soltanto la realtà più “bistrattata” dei giovani, ma la maggior parte è così.

Scopriamo poi che Effy divide l’appartamento con Naomi e ritroviamo una bellissima Lily Loveless non più bionda e con i capelli lunghi.

Basta davvero poco per capire che la vita di Naomi è molto diversa da quella che probabilmente lei sognava di avere nella cara e vecchia Bristol che, ammettiamolo, ci manca davvero tanto. Mi manca il lago, mi manca quella panchina, mi manca il vialetto di casa Stonem. Mi manca un po’ tutto però Skins è dovunque.

Naomi mi è sembrata un po’ la versione al femminile di Chris. Festaiola, alcool e droga. Manca solo il sesso perché Emily fa ancora parte della sua vita, anche se a quanto pare è a New York.

Ammetto che è stato un po’ strano vederle vivere insieme, vedere questa loro complicità. Ma ricordo ancora con un sorriso nostalgico quella scena in cui la biondisisma Naomi andò a trovare Effy in clinica.
Sono amiche, ora. Lo sono davvero anche se spesso e volentieri Effy torna ad essere un po’ quella stronza che pensa solo a se stessa. Però è sincera con lei, anche se in modo brusco.

Com’è oggi Effy? Chi è? La ragazza intelligente che lavora? La ragazza pensierosa che di notte sgaiattola fuori a ballare o quella che per compiacere il proprio capo si lascia toccare da uomini di venti anni più grandi di lei?

Kaya Scodelario è sempre perfetta. E’ sempre la nostra Effy Stonem. Senza Cook e senza Freddie. Senza JJ che mi è stato ricordato da Dom che, per la cronaca, è davvero dolce.

Ma ovviamente lei si va a buttare sempre nelle situazioni più particolari, sfida il suo “capo”, Victoria. E le ruba  persino l’uomo.

Effy ha sempre preso quello che voleva, sempre. Non importava in che modo. E continua a farlo e se da una parte l’ammiro, dall’altra vorrei poterla rimproverare perché ha cacciato Naomi in un momento in cui lei aveva bisogno di lei. Aveva bisogno di un’amica, di una persona fidata che potesse stringerla e dirle che tutto andrà per il verso giusto.
Ma sappiamo tutti che quella non sarebbe stata Effy.

E nonostante tutti questi cambiamenti, il modo di vestire, il modo di essere, sotto sotto è ancora quella ragazza che maltrattava un tantino Panda di cui, by the way, si sente la mancanza. Era sempre appiccicata a lei *w*

Naomi mi dà comunque l’impressione di sentirsi davvero sola. E probabilmente sola ci si è sentita anche lei in quell’ospedale. Mi è dispiaciuto non vedere quella ragazza grintosa, pronta a fare quello che voleva, un po’ timorosa del giudizio delle altre persone agli inizi.
Poi è cresciuta e l’ho amata, l’ho amata intensamente e rivederla su quel terrazzo mi ha riportato alla mente quella volta in cui lei ed Emily erano lì lì pronte a cadere nel vuoto.
Forse i parallelismi me li invento io, ma che ci posso fare se ho adorato ogni secondo di queste puntate?

Tra i parallelismi mi è venuta in mente la primissima puntata di Skins, quando svariati adolescenti erano mezzi nudi, sommersi da alcool, sigarette spente e bottiglie vuote sparse e qua e là tra vomito di chissà chi?
A me sì, quando Effy ha messo piede nel suo appartamento. E’ stato un tornare indietro in un millesimo di secondo, aspettandomi di trovare Tony e Michelle ed Hannah e i suoi “wow” e “lovely”. Ahh, che nostalgia!

Un’altra cosa che mi preme farvi notare, o forse chiedervi è: nessuno di voi ha pensato, nell’esatto momento in cui Effy è entrata in camera sua, se disegnasse ancora e se appiccicasse i suoi lavori al muro?
Io sì. E mia sorella insieme a me. Ed è stato dolceamaro ritrovare quella sua “usanza”, perché è stato bello rivedere quella parte di lei, ma un po’ strano vedere semplicemente dei fogli contabili, dei numeri.
Io non ce la vedo per nulla Effy combinata ai numeri. I numeri sono riflessione, sono regole che non mutano anche se lei ci ha dato prova di seguire l’istinto anche in Borsa…

Non ho la più pallida idea di cosa accadrà nella prossima puntata, ho preferito evitare spoiler e ho guardato solo il promo quindi so bene che Emily tornerà. In effetti mollerà anche un bello schiaffo alla sua fidanzata.

Grande mancanza di Tony, come dicevo prima, ma anche di Freddie e mi è dispiaciuto non sia stato fatto alcun cenno a nessuno di tutti gli altri ragazzi. Speriamo per le prossime!

La scena finale tra Naomi ed Effy è stata qualcosa di… mi ha spezzata in due. Non ho ben capito perché Naomi le abbia detto, o meglio urlato contro, “hai vinto ancora tu”. Cosa sarà successo in questi anni? Lo scopriremo mai?

Questi attori sono bravissimi, tutti quanti. Gli sceneggiatori sempre dei grandi. Tutto è meraviglioso in questa serie.
E da wikipedia vi cito questo: “I problemi adolescenziali lasceranno il posto a tutto ciò che riguarda l’inizio dell’età adulta. Inoltre, se questa stagione dovesse riportare buoni ascolti, non è escluso che verranno prodotte altre stagioni in futuro, probabilmente su una rete diversa da E4” e noi speriamo sia così!

Qui di seguito il promo della seconda parte di Skins Fire, dove, ricordo, Kaya Scodelario è l’attrice protagonista e Lily Loveless e Kathryn Prescott attrici non protagoniste.

Un grazie Tumblr per le immagini.

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Skins “Skins Fire #1”

  1. Ciao, concordo per tutto quello che hai detto.
    Sinceramente mi manca Skins, mi manca Tony, Cook, la vecchia Effy.. Che nonostante tutto è rimasta ciò che era, ma è cambiata, cresciuta.
    E Naomi.. Spero proprio che non morirà, ma so bene che accadrà.. Muore sempre qualcuno in questo telefilm.
    Niente, aspetterò la prossima puntata e voglio vedere cosa succede..
    Un bacione!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...